San Pancrazio, la galleria rivede la luce 

Abbattuto in Val d’Ultimo l’ultimo diaframma del tunnel sottoposto a lavori di allargamento

SAN PANCRAZIO. È stato abbattuto l'ultimo diaframma della nuova parte del tunnel di San Pancrazio, in Val d'Ultimo. I lavori sono cominciati nello scorso marzo e proseguono senza sosta, sia di giorno sia di notte. L’intervento è finalizzato a mettere in sicurezza e ampliare la galleria che buca la montagna lungo la strada provinciale della Val d'Ultimo. Dai rilievi effettuati, infatti, erano emersi un cattivo stato di conservazione sia dei calcestruzzi interni alla galleria, sia delle rocce, che hanno reso necessari interventi urgenti che hanno comportato anche la chiusura notturna del tunnel. Un’importante fase dei lavori è stata completata nei giorni scorsi con l'abbattimento dell'ultimo diaframma della nuova parte del tunnel, che è stato consolidato e messo in sicurezza con una metodologia innovativa.

Per eseguire al meglio gli interventi in orario notturno, infatti, è stato realizzato una sorta di ponteggio lungo 30 metri in grado di muoversi lungo dei binari. Ciò ha consentito di proseguire di circa 1,3 metri al giorno sino al completamento dell'opera. La Provincia, per i lavori di messa in sicurezza, ha investito una cifra che si aggira attorno ai 3,5 milioni di euro, il prossimo passo saranno le gare d'appalto per le opere interne e di illuminazione, nonché per il portale est e la galleria paramassi in coincidenza del portale ovest. In questo caso, il via ai lavori è previsto a primavera 2019.

Proseguono, nel frattempo, i lavori per la costruzione della nuova galleria, sempre a San Pancrazio. Il tunnel “Kofl” avrà una lunghezza complessiva di quasi 1 km. La galleria da 24 milioni complessivi inizia poco prima dell’attuale galleria e finisce a “Neuweg”. I lavori sono iniziati nel 2016, dovrebbero finire entro quest’anno.