LA GUIDA

Michelin 2018, Norbert Niederkofler nuovo Tre Stelle

Festa grande per lo chef del ristorante St. Hubertus di San Cassiano, che conquista la terza stella Michelin: un record per l'Alto Adige

di Paolo Gaiardelli

PARMA. La cerimonia di presentazione della 63esima edizione della Guida Michelin incorona Norbert Niederkofler, chef del ristorante St. Hubertus di San Cassiano in Val Badia, che proprio qualche giorno fa abbiamo incontrato al Wine Festival di Merano. 

Ecco l'intervista:

Lo chef stellato Norbert Niederkofler al Wine Festival di Merano

Abbiamo incontrato lo chef stellato del ristorante St. Hubertus di San Cassiano, Norbert Niederkofler, il quale ha aperto gli incontri della "Cooking Farm" allestita in piazza della Rena in occasione del Wine Festival di Merano 2017. Lo "chef di montagna", come ama definirsi, ci parla dei tanti giovani che fanno parte della sua cucina, del suo rapporto con loro, e delle tante scoperte ancora da fare tra le vette della nostra provincia in termini di gastronomia. (video Pablo Acero)

Il cuoco altoatesino entra così nel gotha della gastronomia nazionale, diventanto uno dei nove chef a vantare le Tre Stelle, il primo altoatesino a riuscire in questa impresa. Emozionatissimo durante la cerimonia di Parma, Niederkofler ha dedicato la conquista alla famiglia: "mia moglie Cristina e mio figlio Tommaso passano tante ore a casa senza di me". 

Chef Norbert Niederkofler conquista le tre stelle Michelin

E' un altoatesino doc, ha 56 anni ed è l'inventore di Cook the mountains, un progetto che è anche una filosofia di vita per valorizzare i prodotti e i ritmi della vita di montagna. Lui è Norbert Niederkofler, chef e patron del ristorante St Hubertus di San Cassiano, che è riuscito a conquistare la terza stella Michelin salendo così sull'Olimpo della gastronomia italiana. Da sempre considerato uno degli chef più talentuosi e creativi, la svolta definitiva è arrivata quando ha deciso di utilizzare per le sue creazioni culinarie quasi solo i prodotti del territorio a chilometri zero. Una scelta che si è rivelata davvero vincente - LEGGI L'ARTICOLO

La curiosità. Se il grande vincitore della Guida Michelin 2018 è l'altoatesino, lo sconfitto è il conosciutissimo chef Carlo Cracco, che scenda da due ad una stella. 

La nostra regione. Sale invece da una a due stelle La Siriola dell'Hotel Ciasa Salares di San Cassiano e conquista la prima stella il Culinaria im Farmerkreuz di Tirolo. In Trentino spiccano ancora le due stelle della Locanda Margon di Ravina. Complessivamente la nostra regione può contare su 25 ristoranti stellati. 

Ecco i ristoranti stellati regionali:

Guida Michelin, le stelle delle regioni by Pierluigi Depentori on Scribd