IL CONCORSO

Miss Italia, alla finalissima in tv quattro ragazze regionali

Le trentine Giulia Cetto e Sophie Agnese Krause e le altoatesine Giulia Auer e Nicole Nietsch. GUARDA LE FOTO

di Claudio Libera

TRENTO. Sono arrivate a Jesolo 192 ragazze, ne sono rimaste prima 30 ora 33 per decisione di Patrizia Mirigliani che ha promosso titolari le 3 riserve. Fra le 33 che vedremo su LA7 il 17 settembre alle 21.15 per la diretta in cui verrà eletta Miss Italia, la giuria ha valutato idonee ben 4 ragazze della nostra regione.

Due le trentine, Giulia Cetto, 18 anni di Levico Terme eletta ad Andalo e Sophie Agnese Krause, 20 anni di Trento, già Miss Trento ed eletta Miss Trentino Alto Adige a Bressanone e due le altoatesine, Giulia Auer 18 anni di Bolzano, eletta a San Vigilio di Marebbe e Nicole Nietzsch 18 anni di Postal, eletta a Fiera di Primiero.

Miss Italia: alla finale in tv due trentine e due altoatesine

Fra le 33 che vedremo su LA7 il 17 settembre alle 21.15 per la diretta in cui verrà eletta Miss Italia, la giuria ha valutato idonee ben 4 ragazze della nostra regione: due trentine, Giulia Cetto, 18 anni di Levico Terme eletta ad Andalo e Sophie Agnese Krause, 20 anni di Trento, già Miss Trento ed eletta Miss Trentino Alto Adige a Bressanone e due altoatesine, Giulia Auer 18 anni di Bolzano, eletta a San Vigilio di Marebbe e Nicole Nietzsch 18 anni di Postal, eletta a Fiera di Primiero. Non c’è l’ha fatta Gloria Comper, 21 anni di Besenello che era arrivata nelle 60 (testo e foto di Claudio Libera). LEGGI L'ARTICOLO

Non c’è l’ha fatta Gloria Comper, 21 anni di Besenello che era arrivata nelle 60. Ancora un grande successo professionale per Sonia Leonardi che dichiara: "Non abbiamo mai avuto 4 ragazze nella serata televisiva; siamo solo due regioni ad avere così tante ragazze tra le 33; per la nostra regione è ancora un altro grande risultato. Se si lavora bene, con impegno e professionalità, i risultati arrivano; sono contenta che anche le ragazze e i genitori capiscano la serietà della nostra agenzia e si rivolgano a noi con fiducia".

"Ovviamente, c’è sempre la delusione di chi non c’è l’ha fatta, ma la vita non è sicuramente fatta solo di queste esperienze. Tutto aiuta a crescere e ad accettare risultati diversi da quelli attesi. Domani, sabato, verranno assegnate le importanti fasce nazionali, vedremo come andrà".