GIOCHI UNESCO

Olimpiadi 2026, l'Alto Adige sostiene la candidatura del Veneto

I presidenti di Veneto, Alto Adige e Trentino si sono incontrati oggi - 26 marzo - a Venezia

VENEZIA. Il presidente della Provincia di Bolzano, Arno Kompatscher, ha incontrato oggi (26 marzo) a Venezia il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, e il presidente della Provincia di Trento, Ugo Rossi.

I tre presidenti hanno approfondito l’ipotesi relativa all’organizzazione delle Olimpiadi invernali 2026, e dal confronto è emersa uuna piena convergenza sulla candidatura avanzata dal Veneto, e sostenuta dal Trentino, per le Dolomiti Unesco, con Cortina d'Ampezzo come città capofila.

Rossi e Kompatscher hanno confermato l'interesse e la disponibilità di Alto Adige e Trentino a mettere a disposizione impianti e strutture esistenti dei propri territori per ospitare il grande evento sportivo: anche l’utilizzabilità delle risorse disponibili, è stato sottolineato durante l'incontro, dovrà trovare compiuta valutazione nel dossier che accompagnerà la candidatura.

"I Giochi olimpici - hanno convenuto Kompatscher, Zaia e Rossi - dovranno essere sostenibili anche dal punto di vista della mobilità, e pertanto dovrà essere avviato un serio approfondimento in tal senso per quanto riguarda l’intera area delle Dolomiti Unesco".

Nelle scorse settimane la Giunta provinciale altoatesina aveva annunciato il no ad una propria candidatura per le Olimpiadi invernali del 2026, garantendo però l'appoggio ad eventuali candidature di regioni confinanti, come appunto il Veneto, così come era stato fatto con la candidatura di Innsbruck, caduta a seguito dell'esito della consultazione referendaria.