LA DECISIONE

Per il Tar è legittima la chiusura a tempo del Sella

Respinto il ricorso presentato da alcuni esercenti: la tutela del patrimonio ambientale come «bene superiore»

TRENTO. Le strade - passi compresi - possono essere chiuse al traffico se il fine è quello di tutelare il patrimonio ambientale.

A dirlo sono i giudice del Tar di Trento che hanno dichiarato inammissibile (e in parte respinto) il ricorso presentato dal Comitato per la salvaguardia dei passi dolomitici e alcune realtà commerciali (bar, rifugi e via dicendo) che insistevano sulla illegittimità delle chiusure estive del passo Sella, così come decise da Trentino e Alto Adige dopo una lunga campagna del nostro giornale.

«Una parziale limitazione della libertà di circolazione e di iniziativa economica è giustificata quando discende dall’esigenza di tutela del patrimonio culturale ed ambientale, specie di rilievo mondiale o nazionale».