Auto ribaltata nella neve, nessuno si ferma 

I pompieri di Dobbiaco: «Il ferito era incastrato e sotto shock: in 40 hanno tirato dritto». Lo ha salvato un vigile del fuoco

di Ezio Danieli

DOBBIACO. Incidente stradale ieri mattina, verso le 7.15, sulla statale della Pusteria fra Dobbiaco e San Candido. A causa della strada viscida un automobilista è uscito di strada ribaltandosi nel prato sottostante. È rimasto incastrato nell'auto finita ruote all'aria. In quella scomoda e pericolosa situazione è rimasto a lungo perché nessuno degli automobilisti in transito (più di quaranta, hanno calcolato i vigili del fuoco) si è fermato per prestargli aiuto. L'unico ad intervenire è stato un vigile del fuoco volontario di Dobbiaco che ha dato l'allarme facendo intervenire i colleghi che hanno soccorso l'uomo le cui condizioni non sono fortunatamente gravi. Ha riportato comunque una serie di ferite oltre ad uno stato di choc dovuto al lungo tempo trascorso nella scomoda posizione all'interno dell'auto ribaltata. L'allarmante episodio è accaduto ieri mattina sulla trafficata strada statale della Pusteria. Erano da poco passate le 7 quando l'uomo, al volante della sua auto, ne ha perso improvvisamente il controllo mentre si dirigeva verso San Candido. All'altezza della discarica, l'auto dopo una serie di sbandate è uscita di strada, ribaltandosi più volte e terminando la sua corsa ruote all'aria. Il conducente è rimasto incastrato nell'abitacolo di guida e non riusciva ad uscire anche perché aveva riportato una serie di ferite in varie parti del corpo. Ha cercato di gridare per chiedere aiuto ma non poteva essere sentito dagli automobilisti che transitavano sulla statale. Una situazione di totale emergenza. Nonostante l'obbligo- non solo morale - di prestare soccorso ad una persona incidentata, ricordato proprio dai pompieri di Dobbiaco, molti degli automobilisti che transitavano sul tratto di strada tra Dobbiaco e San Candido hanno proseguito nella loro marcia, evitando di soccorrere il malcapitato che per una quarantina di minuti è rimasto bloccato all'interno della sua aiuto rovesciata in mezzo alla neve.

Dopo quasi un'ora è transitato sulla statale un vigile del fuoco volontario che ha provveduto ad allertare i colleghi di Dobbiaco che sono rapidamente intervenuti per prestare soccorso al malcapitato automobilista che è stato estratto dal posto di guida e portato all'ospedale di San Candido con un'ambulanza della Croce Bianca nel frattempo allertata. Qui i medici lo hanno accolto in corsia. Le sue condizioni non sono gravi, dovrebbe cavarsela in una ventina di giorni salvo complicazioni. Distrutta l'autovettura recuperata dagli stessi pompieri con l'ausilio di un carro attrezzi. Sul posto sono intervenuti i carabinieri per gli accertamenti previsti dalla legge.

©RIPRODUZIONE RISERVATA