VIAGGI

Turismo, il passaporto italiano"batte" quello austriaco

L'Henley Passport Index, l'indice di utilizzabilità del documento di viaggio senza visti, piazza l'Italia davanti all'Austria

BOLZANO. Mentre non si placa il dibattito sul doppio passaporto per i sudtirolesi, il passaporto italiano conquista intanto un successo su quello austriaco.

L'Henley Passport Index lo piazza infatti in quarta posizione, davanti a quello rosso-bianco-rosso nello speciale ranking che registra l'indice di utilizzabilità del documento di viaggio senza visti.

Guida la classifica il Giappone, che consente ai proprio cittadini di viaggiare in 190 paesi del mondo senza doversi procurare il visto. Segue Singapore con 189. Il podio viene completato da Germania, Francia e Corea del Sud con 188 paesi. In quarta posizione si trova l'Italia con 187 paesi "free", come anche Danimarca, Finlandia, Svezia e Spagna.

Alle sue spalle, in quinta posizione, l'Austria con 186 paesi, assieme a Norvegia, Regno Unito, Lussemburgo, Paesi Bassi, Portogallo e Usa.

Fanalino di coda sono invece l'Iraq e l'Afghanistan. Con il loro passaporto si può viaggiare in appena 30 paesi del mondo.