Bambini a teatro, un Barbablù da ridere

MERANO. Terzo e ultimo appuntamento a Merano nell’ambito di “Bambini a teatro”, la rassegna dedicata ai più piccoli e organizzata dal Teatro Stabile di Bolzano e dal Dipartimento Cultura italiana...

MERANO. Terzo e ultimo appuntamento a Merano nell’ambito di “Bambini a teatro”, la rassegna dedicata ai più piccoli e organizzata dal Teatro Stabile di Bolzano e dal Dipartimento Cultura italiana della Provincia. Sabato 10 al Centro per la cultura (via Cavour 1) alle 16 ci sarà “Naso d’argento”, spettacolo di Soledad Nicolazzi ispirato alle “Fiabe italiane” di Italo Calvino. In scena, una fisarmonica, un cestino, una sedia e un’attrice che stende calzini spaiati. «Dovessi anche servire il diavolo voglio andarmene via di casa!», così comincia la storia, una versione popolare di Barbablù. Popolare e ridanciana, perché qui il diavolo è vanitoso e un po’ tonto. E le tre ragazzine, con furbizia e con un po’ di fortuna, la fanno in barba al satanasso. Tutti partecipano: i bambini sono invitati a cantare, a inventare pezzi di storia, a entrare brevemente nella parte di uno dei personaggi. È una storia per i piccoli spettatori ma, come spesso accade nelle narrazioni corali, coinvolge genitori e nonni. Parla ai ragazzini di un mondo che non c'è più ma che riaffiora ancora nei nostri modi di dire, nei nostri atteggiamenti, nel nostro immaginario. I biglietti (€3) sono in vendita al Centro per la Cultura a partire dalle 15.30 e online sul sito www.teatro-bolzano.it