il progetto sprar 

Il Comune di Scena in cerca di alloggi per i profughi

SCENA. Il Comune di Scena cerca uno o due appartamenti per rifugiati da cinque fino ad undici persone. «L' accoglienza dei rifugiati - spiega l’amministrazione - rappresenta una grande sfida per lo...

SCENA. Il Comune di Scena cerca uno o due appartamenti per rifugiati da cinque fino ad undici persone. «L' accoglienza dei rifugiati - spiega l’amministrazione - rappresenta una grande sfida per lo Stato, la Provincia ed anche i Comuni. Alla provincia di Bolzano è stato assegnato complessivamente il 0,9 % dei richiedenti asilo che devono essere inseriti in strutture adeguate. La Provincia ha, a sua volta, distribuito i profughi sui vari comprensori che devono individuare alloggi adeguati assieme ai Comuni«.

Come tanti altri, anche il consiglio comunale di Scena ha deliberato di partecipare al sistema di protezione dei richiedenti asilo e rifugiati riconosciuti (Sprar). «Il Burgraviato - specifica ancora l’amministrazione - deve accogliere 354 profughi. I Comuni che partecipano allo Sprar godono di una clausola di salvaguardia che li tutela da ulteriori centri di accoglienza. Per Scena significa che verranno accolti al massimo undici profughi. I profughi inseriti in strutture Sprar non sono lasciati soli, ma vengono assistiti ed accompagnati da collaboratori e collaboratrici della Comunità Comprensoriale Burgraviato».

Il progetto Sprar parte quest’anno, ha una durata di tre anni e può essere prorogato in caso di bisogno. Il Comune di Scena, quindi, sta cercando alloggi adeguati (1-2 appartamenti) per l'inserimento dei profughi. Proprietari di alloggi interessati sono pregati di rivolgersi a Hans Dosser del Comune di Scena, tel. 0473 945621, hans.dosser@schenna.eu. Informazioni vengono forniti anche dal sindaco Alois Kröll, dall'assessora per il sociale Annelies Pichler e dal consigliere comunale per l' integrazione Stefan Wieser.(e.d.)