La «A» sull’asfalto si rivela un flop 

Per disegnarla sarebbero serviti 600 artigiani ma si sono presentati in 50

MERANO. La sfida lanciata da Wolfgang Töchterle, presidente degli artigiani Apa di Merano, è caduta nel vuoto. Dovevano essere 600 gli artigiani che scrivendo ognuno la propria professione sull’asfalto avrebbero disegnato una grande “A” tra corso Libertà inferiore, via Carducci, via Ruperto e piazza Teatro, e invece nel tardo pomeriggio di ieri di professionisti alle prese con gessetti e asfalto se ne sono visti ben pochi. «Ho voluto lanciare una provocazione per fare pubblicità alla categoria, darle la visibilità che negli ultimi anni è mancata», spiega Töchterle. «Di iscritti all’Apa meranese ce ne sono 200, ma in tutto il Burgraviato gli artigiani sono circa duemila. Peccato che non si siano presentati, perché uniti riusciremmo a ragionare su soluzioni condivise, per esempio sulla viabilità cittadina. In questo senso potrebbe essere utile la digitalizzazione, in modo da snellire le procedure di richiesta dei permessi per la ztl». Gli artigiani, ieri rappresentati anche dal presidente del gruppo Media, design e IT Horst Fritz e dal presidente dell’Apa provinciale Gert Lanz, «beneficerebbero anche di una regolamentazione del sistema di appalti che non escluda perentoriamente le piccole aziende locali», conclude Töchterle. (s.m.)