Ottantenne si perde,  ritrovata dopo  una notte nel bosco 

La donna stava passeggiando in direzione di Parcines I soccorritori l’hanno recuperata in stato di ipotermia  

LAGUNDO/PARCINES. È stata ritrovata ieri mattina la turista toscana di 83 anni che giovedì pomeriggio si era smarrita nei boschi intorno a Valloi, frazione di Lagundo. L’anziana donna, che quando è stata recuperata era in stato di lieve ipotermia, ha passato all’addiaccio una notte intera, fortunatamente senza riportare traumi significativi.

Ormai da trent’anni la donna di Prato, G.L. le sue iniziali, passa le vacanze estive a Valloi insieme al marito. Verso le 15.30 di giovedì ha lasciato la pensione Ladurner, dove è alloggiata, per una passeggiata in direzione di Parcines. È stato il fatto che alle 20 non fosse ancora tornata ad allarmare i proprietari della pensione, che hanno quindi fatto una chiamata d’emergenza.

Sul posto sono giunti 45 soccorritori, tra gli uomini del soccorso alpino di Merano e di Lana, quattro cani da ricerca, i vigili del fuoco di Lagundo e di Parcines e i carabinieri di Lagundo. Fino a mezzanotte hanno setacciato ogni possibile strada o sentiero nei dintorni di Valloi, purtroppo senza risultato. Le ricerche sono riprese alle 6 del mattino, con le prime luci del giorno. Ogni unità di ricerca è stata dotata di un registratore digitale per documentare al meglio le operazioni.

La donna è stata ritrovata due ore dopo, verso le 8.30, in un lieve stato di ipotermia e di confusione, con escoriazioni e contusioni che però non fanno temere per la sua vita. Tornando alla pensione verso la fine della passeggiata, ha raccontato ai soccorritori, ha imboccato il sentiero sbagliato, dopodiché è stata sorpresa dal buio: scivolata sul terreno dopo aver messo un piede in fallo, si è fermata sotto una siepe, dove ha passato la notte. Fortunatamente le temperature estive, sebbene di notte solo nei centri abitati si attestino intorno ai 18 gradi, hanno risparmiato all’anziana signora una notte ben più dura da affrontare. A recupero concluso, la donna è stata portata all’albergo Kienegg, da cui intorno alle 9.30 la Croce Bianca l’ha condotta all’ospedale di Merano per le necessarie cure e per i controlli del caso. (s.m.)