Pauroso frontale tra auto, 3 feriti 

Incidente nella notte a Spondigna. Uno dei due mezzi ha sbandato ripetutamente prima dello scontro

di Ezio Danieli

PRATO ALLO STELVIO. Pauroso incidente la notte scorsa in alta Venosta. Due auto sono venute a collisione frontale per cause ancora non chiare. Le tre persone che erano a bordo sono rimaste ferite e sono state ricoverate negli ospedali di Merano e Silandro: un miracolo, osservando le lamiere dei veicoli, che le conseguenze per le persone siano state non eccessivamente gravi. Le due vetture sono rimaste distrutte nel tremendo urto accaduto fra gli abitati di Sluderno e di Spondigna. È successo nella notte di martedì verso le 22.30. A quell'ora una Audi Combi e una Seat Leon stavano viaggiando in direzione opposta. Sul tratto di statale, caratterizzato da una serie di curve ma anche da brevi tratti in rettilineo, uno dei conducenti, forse tradito anche dall'asfalto bagnato per la pioggia, ha perduto il controllo del mezzo che dopo una serie di sbandate è finito contro la seconda auto che viaggiava in senso contrario. L'impatto è stato frontale e decisamente violento tanto che i due mezzi si sono letteralmente accartocciati uno contro l'altro.

L'allarme è stato immediato e sul posto si sono portati i vigili del fuoco volontari di Sluderno, che sono riusciti a liberare dalle lamiere le tre persone presenti nei mezzi. I pompieri sono stati costretti ad usare le pinze idrauliche per estrarre i passeggeri che poi sono stati consegnati alla Croce bianca che ha provveduto a trasportarli in ospedale. In quello di Merano sono stati trasferiti un 35enne e una 34enne , il primo venostano e la seconda di Bolzano. Nell'impatto hanno riportato varie ferite per le quali i medici del Tappeiner li hanno giudicati guaribili in una trentina di giorni salvo complicazioni. Il terzo ferito, un uomo di 48 anni, è stato invece portato all'ospedale di Silandro. Le sue condizioni sono tali che i medici lo hanno giudicato guaribile in una ventina di giorni. Sul posto sono intervenuti due medici d’urgenza assieme alle ambulanze della Croce bianca di Malles, Prato allo Stelvio e di Silandro.

Le cause del tremendo scontro sulla statale venostana vengono accertate dai carabinieri di Sluderno che paiono propensi ad attribuire le cause, oltre all'asfalto bagnato, anche alla velocità eccessiva con cui stata procedendo almeno una delle due autovetture coinvolte. Ciò che è rimasto dei mezzi coinvolti nel terribile incidente è stato rimosso dai vigili del fuoco di Sluderno che hanno avuto il loro daffare per ripulire la carreggiata.

©RIPRODUZIONE RISERVATA