mostra dell’artista altoatesina

La fotografa Sissa Micheli a Palazzo Metternich di Vienna

Il 22 aprile scorso è stata inaugurata a Vienna, a Palazzo Metternich, sede dell'Ambasciata Italiana in terra austriaca, la mostra di opere dell'artista altoatesina Sissa Micheli, esposizione dal...

Il 22 aprile scorso è stata inaugurata a Vienna, a Palazzo Metternich, sede dell'Ambasciata Italiana in terra austriaca, la mostra di opere dell'artista altoatesina Sissa Micheli, esposizione dal titolo “Dance of Diplomacy – Transpositions” curata dal bolzanino Marcello Farabegoli. L’inaugurazione ha visto la partecipazione dell’ambasciatore Giorgio Marrapodi, del ministro austriaco dell'arte e della cultura Josef Ostermayer, del direttore della Fondazione Kiesler, Peter Bogner e del curatore della mostra. In uno dei testi dedicati all’esposizione l'ambasciatore italiano scrive: «Con la mostra Dance of Diplomacy – Transpositions, in programma dal 23 aprile al 30 giugno 2015 nei saloni al primo piano di Palazzo Metternich – l’intenzione è di inaugurare un nuovo corso, che va nella direzione di una valorizzazione dei giovani talenti italiani che vivono in Austria».

Sissa Micheli da tempo è presente nella scena internazionale e viennese, dove ha conseguito per l’anno 2015 una borsa di studio dello Stato austriaco per la sezione fotografia in ambito artistico. Nell’ occasione è stata presentata un’ installazione site specific con accompagnamento musicale per il Palazzo Metternich ispirata a Klemens Wenzel Lothar von Metternich e al Congresso di Vienna. Essenziali, nella ricerca di Sissa Micheli, sono i complessi strati epici ricchi di significato. Quello che viene rappresentato è un gioco sottile di rimandi che evoca un rimescolarsi della storia e di altre possibili letture. I lavori fanno intuire, una profonda curiosità, da parte dell'artista, una osservazione intensa e profonda, radice dell'antico stupirsi/meravigliarsi che sta alla base filosofica per l'indagine sull'essere e l'esistenza.