digitalizzazione 

Contributi, 250 mila euro dalla Camera di commercio 

BOLZANO. Dopo il primo bando indetto in primavera di quest’anno, la Camera di commercio di Bolzano eroga nuovamente alle imprese altoatesine contributi per l’attuazione delle misure di...

BOLZANO. Dopo il primo bando indetto in primavera di quest’anno, la Camera di commercio di Bolzano eroga nuovamente alle imprese altoatesine contributi per l’attuazione delle misure di digitalizzazione in azienda. Le rispettive domande possono essere presentate a partire dal 1° novembre 2018. Complessivamente questa volta sono disponibili 250.000 euro.

La digitalizzazione fa ormai parte della vita quotidiana. L’evoluzione digitale investe tutti i campi di un’azienda, non solo prodotti e processi, e rappresenta pertanto una grande sfida per le imprese.

«Per poter sopravvivere le aziende devono adattarsi alle nuove esigenze e affrontare le sfide dell’era digitale. La Camera di commercio di Bolzano affianca le imprese altoatesine con consulenze e iniziative varie», dichiara il presidente della Camera di commercio, Michl Ebner.

Con l’iniziativa “Pid-Punto Impresa Digitale” la Camera di commercio di Bolzano offre una serie di misure a supporto della digitalizzazione nelle imprese altoatesine.

A partire dal 1° novembre 2018 le imprese potranno richiedere nuovamente un contributo per consulenze sulla digitalizzazione. Si tratta del secondo bando indetto dalla Camera di commercio nel 2018 per la concessione di contributi. Mentre per il primo bando era previsto un budget complessivo di 150.000 euro, la giunta camerale ha aumentato ora il fondo disponibile a 250.000 euro.

Possono presentare domanda tutte le piccolissime, piccole e medie imprese con sede e/o un’unità aziendale in Alto Adige, iscritte nel Registro delle imprese della Camera di commercio di Bolzano e in regola con il pagamento dei diritti annuali. Vengono sovvenzionate consulenze effettuate da esperti esterni per l’introduzione di nuove tecnologie e strumenti digitali, quali processi moderni di produzione, simulazioni, Big Data, robotica, internet delle cose, etc. Il contributo prevede il rimborso del 50 percento delle spese, che devono essere di almeno 5.000 euro; l’importo massimo erogabile è di 10.000 euro. Ogni azienda può presentare una sola domanda.

Le domande a firma digitale possono essere presentate dal 1 al 30 novembre 2018 tramite posta elettronica certificata (Pec) dell’azienda a contracts@bz.legalmail.camcom.it. Il bando e i modelli per la domanda sono disponibili online all’indirizzo www.digital.bz.it.

©RIPRODUZIONE RISERVATA.