Gallerie

LE FOTO

Incidente a San Lorenzo, morto un 37enne

E' un romano di 37 anni la vittima dell'incidente verificatosi questa mattina a San Lorenzo di Sebato. Sul posto sono intervenuti i carabinieri, i vigili del fuoco, il soccorso subacqueo e l'elisoccorso pelikan 2, ma purtroppo il medico d'urgenza ha solo potuto constatare la morte dell'automobilista (foto Vigili del fuoco volontari di Campo Tures e San Lorenzo)

LE MAPPE

Provinciali, dove i partiti hanno raccolto di più e dove meno

Ecco l'analisi territoriale del voto, suddivisa per i 14 partiti in corsa alle Provinciali di domenica. L'Svp sta sotto il 46% nei centri urbani, Team Köllensperger fa il pieno in alta valle Isarco così come Verdi stanno sopra l'8% in val Venosta. La Lega raccoglie voti non solo a Bolzano città, ma anche in Bassa Atesina, nel meranese, Bressanone, Val Gardena e Badia. Pd non pervenuto nelle valli. 

ELEZIONI PROVINCIALI - I VOLTI ITALIANI

Provinciali, gli italiani in Consiglio passano da cinque a otto

Si rafforza il numero degli italiani in Consiglio provinciale. Degli otto eletti quattro sono della Lega, tra cui l'unica donna (Rita Mattei). E' però Riccardo Dello Sbarba, dei Verdi, quello ad aver raccolto il maggior numero di preferenze personali 4515. Sandro Repetto premiato nella sua Bolzano, per lui 1941 voti in città. Quinta elezione in Consiglio per Alessandro Urzì. Il Movimento 5 Stelle sarà rappresentato da Diego Nicolini

ELEZIONI IN TRENTINO - FOTO

Ecco i nuovi consiglieri trentini. Olivi mister preferenze (5.688) davanti a Ghezzi (5.275)

Compresi i 4 candidati presidenti Fugatti, Rossi, Tonini e Degasperi, sono quattordici della Lega, cinque del Pd, quattro del Patt, due di Futura, Civica Trentina e Movimento 5 Stelle, uno di Progetto Trentino, Agire, Fassa, Autonomisti Popolari, Forza Italia e Upt. Ma attenzione: i parlamentari potrebbero dimettersi per lasciare posto ai primi non eletti

ELEZIONI PROVINCIALI - LE FOTO

Tanti sorrisi, ma anche tanti musi lunghi: ecco come hanno vissuto lo scrutinio i leader altoatesini

C'è chi gioisce, chi si lascia andare agli abbracci, ma anche chi segue con preoccupazione l'evolversi della situazione. Una lunga notte, alla quale hanno fatto seguito una mattinata ed un pomeriggio conditi da dichiarazioni ed analisi. Festa grande per Lega e Team Köllensperger, tanti sorrisi anche nella Svp e tra i Verdi; musi lunghi nel Partito Democratico, in Forza Italia e tra i Freiheitlichen (foto DLife/Matteo Groppo)

LE FOTO

Merano si colora per la Festa dell'Uva

In 15 mila ieri, domenica 21 ottobre, per le strade della città sul Passirio. Affluenza record per il corteo con 45 fra carri allegorici e bande musicali. Per la prima volta nella storia di Merano si è realizzato un connubio oltremodo naturale tra la manifestazione che segna l’inizio della trasformazione dell’uva in vino e il Merano Wine Festival 2018, l’evento che fra tre settimanepropone il meglio dell’enogastronomia locale, nazionale e internazionale (foto Jimmy Milanese)

I VOLTI

Ecco il nuovo Consiglio provinciale dell'Alto Adige

Gli altoatesini hanno votato con il sistema proporzionale i 35 componenti del Consiglio provinciale. All'Svp 15 seggi: Arno Kompatscher; Philipp Achammer; Arnold Schuler; Waltraud Deeg; Daniel Alfreider; Franz Thomas Locher; Thomas Widmann; Josef Noggler; Maria Magdalena Hochgruber Kuenzer; Gerhard Lanz; Helmuth Renzler; Manfred Vallazza; Helmut Tauber; Jasmin Ladurner; Magdalena Amhof. Team Köllensperger, 6: Paul Köllensperger; Alex Ploner; Franz Ploner; Josef Unterholzner; Maria Elisabeth Rieder; Peter Faistnauer. Lega, 4: Massimo Bessone; Giuliano Vettorato; Rita Mattei; Carlo Vettori. Verdi, 3: Brigitte Foppa; Riccardo Dello Sbarba; Hanspeter Staffler. Die Freiheitlichen, 2: Ulli Mair; Andreas Leiter Reber. Süd-Tiroler Freiheit, 2: Sven Knoll; Myrian Atz Tammerle. Pd, 1: Sandro Repetto. M5S, 1: Diego Nicolini. L'Alto Adige nel cuore, 1: Alessandro Urzì.

LE FOTO

I Verdi al 6%: tutti davanti al video per seguire lo spoglio

Grande fermento nel quartier generale dei Verdi con Brigitte Foppa e Riccardo Dello Sbarba in prima fila nel consultare lo spoglio dei voti delle elezioni provinciali. "Una leggera flessione, siamo sopra al 6% ma rispetto al terremoto a cui stiamo assistendo è un buon risultato, soprattutto perché non avevamo più un lista un cavallo di razza come Heiss", dice Dello Sbarba (foto DLife)