Giorno memoria: Sala, Milano città dei diritti e non arretra

(ANSA) - MILANO, 29 GEN - Milano "è la città dei diritti e su questo non faremo mai compromessi. Qui tutti hanno gli stessi diritti e doveri, senza differenze". Così il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, ha salutato gli studenti che hanno partecipato, nella sede del Comune, al momento di ricordo organizzato in occasione della Giornata della memoria. "Sui diritti io ci sarò sempre - ha aggiunto -. Inoltre non farò mai compromessi sul rispetto della Costituzione". Il sindaco ha voluto portare anche un messaggio europeista ai giovani: "Credete nell'Europa. I popoli europei devono trovare un'identità comune sulla base di alcuni valori che nascono anche da tragedie e con la volontà di appianare le differenze e trovare un percorso di pace per il futuro". (ANSA).

Gallerie

Giorno memoria: Sala, Milano città dei diritti e non arretra

(ANSA) - MILANO, 29 GEN - Milano "è la città dei diritti e su questo non faremo mai compromessi. Qui tutti hanno gli stessi diritti e doveri, senza differenze". Così il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, ha salutato gli studenti che hanno partecipato, nella sede del Comune, al momento di ricordo organizzato in occasione della Giornata della memoria. "Sui diritti io ci sarò sempre - ha aggiunto -. Inoltre non farò mai compromessi sul rispetto della Costituzione". Il sindaco ha voluto portare anche un messaggio europeista ai giovani: "Credete nell'Europa. I popoli europei devono trovare un'identità comune sulla base di alcuni valori che nascono anche da tragedie e con la volontà di appianare le differenze e trovare un percorso di pace per il futuro". (ANSA).

Papa: sesso non è mostro, serve educazione in scuole

AEREO PAPALE, 28 GEN - "Nelle scuole bisogna dare un'educazione sessuale, il sesso è un dono di Dio, non è un mostro, è un dono di Dio per amare. Che poi alcuni lo usino per guadagnare soldi o sfruttare è un altro problema. Ma bisogna dare un'educazione sessuale oggettiva, senza colonizzazione ideologica. Se inizi dando un'educazione sessuale piena di colonizzazione ideologica distruggi la persona". Lo ha detto il Papa nella conferenza stampa con i giornalisti sul volo da Panama a Roma.

Ponte Genova: Bucci, demolizione tra 6 e 8 febbraio

(ANSA) - GENOVA, 28 GEN - "Siamo pronti a tirare giù il moncone e il primo pezzo dovrebbe scendere tra il 6 e il 8 febbraio, anche se dobbiamo ancora vedere con precisione quando sarà". Il sindaco di Genova, Marco Bucci, commissario per la ricostruzione anticipa, a margine della cerimonia per il 'Giorno della memoria', una data per la demolizione del moncone ovest del Morandi. "Stiamo facendo un lavoro che non è preparatorio ma è già di demolizione degli altri pezzi - spiega - e la demolizione è già praticamente iniziata".

Filippine: bombe alla cattedrale, 19 morti e 48 feriti

Le due esplosioni - hanno precisato le forze di sicurezza - sono avvenute durante la Messa domenicale nella cattedrale e il bilancio delle vittime e dei feriti non è ancora definitivo. La prima bomba è scoppiata sulla porta della cattedrale di Jolo. L'esplosione è stata seguita da un'altra all'esterno dell'edificio, avvenuta quando già le forze governative stavano rispondendo all'attacco. Tra le vittime ci sono sia civili che militari. Foto diffuse sui social media mostrano i corpi delle vittime tra le macerie in una strada affollata, fuori dalla cattedrale di Nostra signora del Monte Carmelo, già bersaglio di bombe in passato. Truppe in assetto da guerra hanno transennato la strada principale che porta alla chiesa, mentre i feriti portavano i corpi delle vittime e i feriti all'ospedale. I feriti più gravi sono stati trasportati in elicottero nella vicina città di Zamboanga. "Ho ordinato alle nostre truppe di alzare il livello di allerta per garantire la sicurezza in tutti i luoghi di culto e di porre in atto azioni preventive per stroncare sul nascere eventuali azioni ostili", ha detto il segretario alla Difesa Delfin Lorenzana in una nota. L'isola di Jolo è stata a lungo scossa dalla presenza dei militanti di Abu Sayyaf, nella lista nera degli Stati Uniti e delle Filippine come organizzazione terrorista dopo anni di attentati, rapimenti e decapitazioni. Al momento nessuno ha rivendicato l'attacco, avvenuto a meno di una settimana dall'ottenimento da parte della minoranza musulmana nel Paese a maggioranza cattolica di una speciale autonomia, nella speranza di porre fine a un conflitto in atto da 50 anni e in cui sono morte circa 150 mila persone. Nonostante la maggioranza dei musulmani residenti nella zona abbiano approvato l'accordo per l'autonomia, quelli della provincia di Sulu, dove si trova Jolo, lo hanno respinto.

Migranti: Sea Wacht, de Magistris,di fronte ad atti disumani

NAPOLI - "Si stanno continuando a mettere in atto condotte che mettono in pericolo la vita umana. Continuiamo a sottolineare che ci troviamo di fronte ad atti disumani". Lo ha detto il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, parlando con i giornalisti a margine della cerimonia di inaugurazione dell'anno giudiziario nel distretto della Corte di appello di Napoli. "Noi oggi pomeriggio ci ritroveremo a Napoli - ha proseguito de Magistris - per vedere, tutti insieme, come fare, e nel nostro piccolo, per arrestare questa disumanità di governo rispetto ad un onda di umanità che sta diventando sempre più contagiosa. Mi riconosco pienamente nelle parole del Papa che dovrebbero colpire la coscienza dei tanti indifferenti, che un poco alla volta verranno dalla parte dell'umanità"

Migranti: Salvini, in corso indagini sulla Sea Watch

"Aspettiamo di capire con quali tempi e quali modalità il governo olandese, visto che la nave è sua, si farà carico di questa presenza. Posso aggiungere che sono in corso esami da parte delle forze dell'ordine sul comportamento di questa ong che pensa di imporre una sua legislazione in un Paese come l'Italia dove ci sono delle regole che vanno rispettate". Lo ha detto il ministro dell'Interno, Matteo Salvini, durante la consegna di un bene confiscato alla mafia a Roma.

Roma:nuovo look per personale Colosseo,concorso per scuole

(ANSA) - ROMA, 24 GEN - Il mondo della moda italiana incontra il Colosseo. "Oggi si è concretizzata una partnership tra due settori strategici, fiore all'occhiello della immagine di Roma Capitale - ha spiegato la consigliera capitolina del M5s Carola Penna, vicepresidente vicario della commissione Cultura, Politiche Giovanili e Lavoro -. Ad inaugurare la Settimana della Moda di Roma, è stato premiato il vincitore tra le scuole e le accademie di moda italiane partecipanti alla open call finalizzata a selezionare le nuove linee di abbigliamento del personale del Parco Archeologico che ogni giorno impatta e accoglie una media di 20mila visitatori". Una commissione di alto profilo ha esaminato i bozzetti delle future divise decretando il vincitore, alla cui scuola andranno 5mila euro da destinare all'acquisto di materiale didattico. "Mettere al lavoro le proprie eccellenze - ha aggiunto Perna - è una leva fondamentale per permettere a ogni città e territorio, settore o comparto, di capitalizzare e valorizzare le sue reali potenzialità. Più significativo e importante quando si riesce a dare impulso alla crescita facendo lavorare insieme, in modo sinergico, due importanti realtà del nostro Paese. Gratifichiamo e promuoviamo, così, i nostri "cervelli" più promettenti, aprendo per loro prospettive di inserimento nel mondo del lavoro. Un progetto, che ha promosso la creatività tra i giovani facendo emergere potenzialità e talenti. E attualizzerà, con il nuovo look delle divise, l'identità visiva del Parco Archeologico. Un nuovo biglietto da visita della Città Eterna che farà il giro del mondo, al servizio della diffusione della cultura, del turismo, della moda made in Italy".(ANSA).