Tv: Insinna, Fabrizio mi ha lasciato L'Eredità

''Pensa la vita: viene a mancare un amico, un vuoto incolmabile, e ti lascia un programma chiamato L'eredità. Gigi Proietti ce lo disse una volta a teatro: 'ragazzi, pesate le bene le battute che poi diventano vere'. Pensa che cosa gigante''. C'è entusiasmo e insieme un po' di malinconia, quella che nasce ''quando la tristezza recupera un filo di leggerezza'', nelle parole di Flavio Insinna. Dal 24 settembre, sarà lui il nuovo padrone di casa de L'eredità, il quiz più longevo della tv italiana, che torna tutti i giorni alle 18.45 su Rai1 per dare la linea al Tg1. Una Ferrari degli ascolti, con alle spalle oltre 3700 puntate e 17 edizioni. ''Un uomo accogliente, in un momento in cui l'accoglienza è un tema molto importante -dice Insinna- Avrei preferito prendere il programma, che so, perché Fabrizio era andato al Festival di Sanremo. Un amico da 100 mila anni, cui devo tantissimo, anche l'esser stato scelto per Affari tuoi. Accadde a San Vincent alla serate di premiazione de Le Grolle. Al tempo io recitavo solo nelle fiction, non conducevo. Sul palco, nonostante l'ora tarda, durante la premiazione lui mi diede corda. il giorno dopo la mia agente mi disse che stavano chiamando tutti, Rai, Mediaset...''. (ANSA).