Al Bano, due serate evento per i 55 anni di carriera

Il momento più commovente degli ultimi anni vissuti da Al Bano, una delle voci più più popolari della musica italiana che si appresta a festeggiare su Canale 5 con due serate evento i 55 anni di carriera, è stato l'incontro con papa Francesco in Vaticano cinque giorni dopo aver avuto un infarto: "Me lo avevano sconsigliato, ma mi sono detto: se devo morire preferisco farlo davanti a sua santità". Il più singolare, quella volta che con un gruppo di imprenditori cinesi si è recato "da Salvini al Viminale (hanno cantato insieme alcune note canzoni del cantante pugliese, "ma ero io a non essere molto preparato sulle parole delle canzoni), avevo portato una delle bottiglie del vino che produco". Ma dopo tanti anni di carriera, molti dei quali al fianco di Romina Power, Festival di Sanremo tra partecipazioni e...

Gallerie

IN TV

Al Bano, due serate evento per i 55 anni di carriera

Il momento più commovente degli ultimi anni vissuti da Al Bano, una delle voci più più popolari della musica italiana che si appresta a festeggiare su Canale 5 con due serate evento i 55 anni di carriera, è stato l'incontro con papa Francesco in Vaticano cinque giorni dopo aver avuto un infarto: "Me lo avevano sconsigliato, ma mi sono detto: se devo morire preferisco farlo davanti a sua santità". Il più singolare, quella volta che con un gruppo di imprenditori cinesi si è recato "da Salvini al Viminale (hanno cantato insieme alcune note canzoni del cantante pugliese, "ma ero io a non essere molto preparato sulle parole delle canzoni), avevo portato una delle bottiglie del vino che produco". Ma dopo tanti anni di carriera, molti dei quali al fianco di Romina Power, Festival di Sanremo tra partecipazioni e vittorie, e sold out in tutto il mondo passando dalla Russia alla Cina, Al Bano ha ancora un sogno nel cassetto: incidere una canzone insieme a Celentano e Mina. Questi e altri aneddoti sono stati raccontati dallo stesso Al Bano nel corso di un pranzo in un noto ristorante della centralissima piazza del Popolo a Roma (si è pasteggiato con i vini prodotti dalla casa vincola dell'artista). Mercoledì 23 e 30 gennaio Canale 5 trasmetterà in prima serata "55 Passi Nel Sole", due serate evento, prodotte da Endemol Shine Italy, per celebrare uno dei cantautori italiani più famosi nel mondo. Al Bano ripercorrerà la strada della sua lunga carriera, partita nel 1964, e verrà affiancato dalla sua metà artistica, e per molti anni compagna di vita, Romina Power e dalla loro figlia Cristel Carrisi. Di quest'ultima il cantante di Cellino San Marco, che non si è separato dal suo cappello bianco a tesa larga neanche a tavola, dice: "Non voglio fare nepotismo, ma Cristel mi ha davvero sorpreso: la vedo poco, vive a Zagabria con la sua famiglia, il marito e il mio nipotino, ma è bravissima, sta sul palco, conduce, sarà una sorta di voce narrante. Queste due serate sono state, non a caso, concepite come una festa con la mia famiglia, gli amici, i colleghi più cari e qualche sorpresa che non voglio anticipare. Credo molto nei nostri figli: Yari vive in India, ma è spesso nei concerti, Romina Junior si divide tra l'Italia e gli Stati Uniti perché ha studiato da attrice". Non ci sarà invece Loredana Lecciso, "l'ho invitata ma non è voluta venire, del resto non canta. Neanche i due miei figli più piccolini, ma per problemi scolastici e anche di opportunità, li adoro, sono loro che mi hanno fatto scoprire la musica di oggi". Che ne pensa del rap, della trap? "Penso che ogni epoca abbia la sua musica e i giovani vi si identificano". L'idea delle due serate è quella di rivivere la storia di "un ragazzo di 75 anni che è orgoglioso di quello che ha fatto, sono partito dal basso - racconta - ero operaio quando sono arrivato da Cellino a 19 anni a Milano, la mattina lavoravo alla Innocenti, la sera sono finito nel Clan di Adriano Celentano, i miei colleghi mi prendevano in giro e in dialetto mi dicevano: valle a raccontare a qualcun'altro queste balle. Ma oggi ho ancora molti progetti da realizzare". Il cantautore pugliese si esibirà lungo una passerella, al centro di uno studio spettacolare, proprio a simboleggiare questi 55 anni di strada percorsa da protagonista indiscusso della musica italiana e internazionale. Sarà l'occasione per ascoltare tutti i suoi più grandi successi e per scoprire inediti duetti. Infatti a omaggiare il suo talento ci saranno alcuni tra i più importanti protagonisti della musica leggera italiana e grandi artisti che hanno segnato la storia della televisione e del cinema. Mercoledì 23 gennaio saranno ospiti: Pippo Baudo, uno dei primi a credere in Al Bano durante la trasmissione "Settevoci", Lino Banfi, J-Ax, Ricchi e Poveri, Toto Cutugno, Pupo, Alex Britti, Fabrizio Moro e Gabriele Cirilli. Protagonisti della seconda puntata, Michele Placido, Beppe Fiorello ("farà uno dei suoi classici Modugno"), Mario Biondi, Roberto Vecchioni, The Kolors, Gigliola Cinquetti, Maryam e Raimondo Cataldo. Chi erano, quando era giovane i suoi miti? "Lanza, Villa Modugno". Tornerebbe a Sanremo, magari come direttore artistico? "A cantare sì". E di Baglioni cosa pensa? "La scorsa edizione non l'ho vista, questa spero di vederla, per ascoltare le canzoni". Canale 5 punta ad un'impennata di ascolti e lavora a una docufiction sulla vita del cantate dagli esordi ad oggi, una sorta di Truman show le cui riprese sono già iniziate questa estate e la cui messa in onda è prevista per maggio.

Sanremo: Rai, nessun aumento per compenso Baglioni

(ANSA) - ROMA, 17 GEN - In merito a indiscrezioni di stampa la Rai precisa che il compenso del direttore artistico e conduttore del Festival di Sanremo 2019, Claudio Baglioni, è pari a 585.000 Euro, identico a quello dello scorso anno senza alcuna variazione. La Rai ribadisce che i costi complessivi della 69° edizione sono in linea con quelli precedenti. Più in generale l'azienda rende noto che gli uffici dell'AD Fabrizio Salini stanno ultimando un piano di razionalizzazione e di contenimento dei cachet per conduttori e talent.

Musica: Noa, a marzo esce 'Letters to Bach'

ROMA, 16 GEN - Noa, una delle voci internazionali più emozionanti, sta per tornare con un nuovo progetto discografico, 'Letters to Bach' (Believe International), in uscita a marzo e presentato in anteprima live il 29 gennaio al Teatro Politeama di Palermo. Un disco prodotto dal leggendario Quincy Jones, in cui Noa riprende 12 brani musicali del compositore tedesco Johann Sebastian Bach e li arricchisce con le sue parole, grazie ai testi in inglese ed ebraico, ispirati a temi che spaziano dalla sfera personale a una più universale. Gli arrangiamenti per chitarra sono stati realizzati da Gil Dor, collaboratore con cui lavora ormai da anni. Un musica che va oltre i confini di genere musicale e della lingua, una musica capace di parlare al cuore delle persone e di emozionarle, creando un punto di contatto tra di loro. Un omaggio al compositore tedesco unita alla capacità di sperimentare dell'artista israeliana che in 28 anni di attività ha saputo attraversare stili e argomenti, sempre in armonia tra di loro. (ANSA).

Musica: 'Africa' dei Toto suonerà in eterno nel deserto

(ANSA) - ROMA, 15 GEN - Far suonare 'Africa' in Africa per l'eternità. E' l'ambizioso progetto di un artista tedesco, che ha collocato un impianto alimentato ad energia solare nel mezzo del deserto della Namibia, in grado di riprodurre il celeberrimo brano dei Toto per sempre. Max Siedentopf, classe 1991, tedesco di adozione, è nato però a Windhoek, in Namibia, dove è cresciuto. Oggi lavora tra Berlino, Los Angeles e Amsterdam, facendo base a Londra. "L'installazione sonora - spiega Siedentopf sul suo sito internet - consiste in sei speaker collegati a un lettore mp3 che ha al suo interno una sola canzone, Africa dei Toto". Il brano viene riprodotto in loop continuo mentre l'impianto audio viene alimentato da batterie solari'. Tanto dovrebbe bastare a riprodurre i Toto per l'eternità. O almeno fino a quando gli agenti atmosferici non comprometteranno l'impianto audio. "Il deserto della Namibia, che coi i suoi 55 milioni di anni è il deserto più antico del mondo, mi è sembrato il posto perfetto", ha spiegato ancora l'artista. L'unica accortezza, per evitare che qualcuno possa danneggiare o rubare l'installazione, è stata quella di mantenere segreta la sua esatta collocazione: sul sito di Siedentopf c'è una mappa che fornisce la sua 'posizione approssimativa', ma il cerchio tratteggiato rosso che indica la posizione di 'Toto forever' comprende l'intero deserto della Namibia. 'Africa', quattro volte disco di platino, è uscito come singolo nel 1982 ed è contenuto nell'album 'Toto IV'. Il brano è stato scritto dal tastierista della band, David Paich, che canta le due strofe della canzone, e dal batterista Jeff Porcaro. Dopo aver dominato le classifiche degli anni '80, la canzone si è trasformata una vera icona pop, diventando il pezzo più ascoltato in streaming nel 2017. (ANSA)

Musica: Vecchioni, disco d'oro e tour al via da Torino

ROMA - Partirà giovedì 21 marzo dal Teatro Colosseo di Torino il tour di Roberto Vecchioni che prende le mosse dal nuovo album di inediti 'L'Infinito', certificato disco d'oro da FIMI a due mesi dall'uscita (9 novembre 2018) con venticinquemila copie vendute. L'artista aveva scelto, in controtendenza, di rinunciare alle piattaforme streaming e download per veicolare la sua musica solo attraverso i supporti tradizionali. Il tour proseguirà secondo il seguente calendario: il 25 marzo a Genova, il 27 marzo a Gorizia, il 29 marzo a Foggia, il 5 aprile a Bergamo, l'8 aprile a Firenze, il 14 aprile ad Udine, il 16 aprile ad Ancona, il 17 aprile a Napoli, il 18 aprile a Bologna, il 23 aprile a Verona, il 24 aprile a Trento, il 15 maggio a Milano al Teatro Arcimboldi e il 20 maggio a Roma all'Auditorium Parco della Musica.

Moda: John Richmond tra punk e militare

(ANSA) - MILANO, 13 GEN - Torna a sfilare nel calendario ufficiale di Milano moda uomo con la collezione per lui e quella per lei l'inglese John Richmond, che per il prossimo inverno mescola influenze punk e militari, con capi nati in gran parte da indumenti riciclati. Per lui pantaloni cargo e camicie militari con mostrine e ricami giapponesi, maxi piumini in colori fluo, blazer con borchie e maniche in pelle. Per lei abitini corti corti con spalle evidenti e stivaletti, ma anche camicie militari abbinate a gonne lunghe con aquile ricamate. (ANSA).

Moda: Dolce e Gabbana e l'eleganza per oggi

MILANO - Una sfilata come quelle che si tenevano negli anni sessanta nei department store, con uno speaker che commenta e illustra le 127 uscite: così Dolce e Gabbana hanno presentato oggi a Milano la loro collezione per il prossimo inverno, dedicata all'eleganza. "Vorremmo lanciare un messaggio alle nuove generazioni sul valore dell'eleganza - spiega Stefano Gabbana - quando dici questa parola ti viene in mente qualcosa di vecchio, invece l'eleganza è senza tempo. Vogliamo dimostrare alle persone di una certa età come me e alle nuove generazioni cos'è l'eleganza oggi, che non vuol dire che non ci si possono mettere le sneakers o le maglie ricamate". Tra cappotti doppiopetto e pantaloni a vita alta, questa collezione "è l'opposto delle ultime stagioni, abbiamo girato pagina". Ciò non significa certo l'addio allo sportswear e affini: "basta niente, viva tutto, questa - conclude Gabbana - è la moda oggi ed è così: viva tutto!".

Tv: a Nadia Toffa la cittadinanza onoraria di Taranto

(ANSA) - ROMA, 10 GEN - Nadia Toffa cittadina onoraria di Taranto. L'inviata e co-conduttrice delle Iene, che più volte si è occupata dell'Ilva e dei problemi ambientali della città ed è stata madrina della campagna di vendita delle magliette 'Ie Jesche Pacce Pe Te' per raccogliere fondi per l'oncologia pediatrica, riceverà l'onorificenza il 14 gennaio, alle 9.30, nel Salone degli Specchi di Palazzo di Città. La motivazione, spiega il provvedimento del Consiglio comunale, "il grande impegno solidaristico ed altruistico e la fondamentale attività svolta dalla inviata e co-conduttrice del programma Le Iene a sostegno del reparto di pediatria oncologica dell'Ospedale SS. Annunziata". Il 15 gennaio alle 15 Toffa incontrerà il pubblico a Taranto, in occasione dell'uscita del suo libro Fiorire d'inverno (Mondadori), nella sala teatro della parrocchia Gesù Divin Lavoratore. Dal 20 gennaio tornerà poi alla guida delle Iene (sempre affiancata, a rotazione, da Giulio Golia, Filippo Roma e Matteo Viviani) in prime time su Italia 1. (ANSA).

Matera 2019: sotto la pioggia decine in fila per avere pass

(ANSA) - MATERA, 9 GEN - Decine e decine di persone sono in fila stamani davanti alla prefettura di Matera - sotto la pioggia - per ritirare il pass individuale per assistere alla fase finale della cerimonia inaugurale dell'anno da Capitale europea della Cultura, in programma nella serata di sabato 19 gennaio. Ci sono stati anche momenti di tensione, ma successivamente, la situazione è migliorata. (ANSA).