Demi Lovato "è sveglia e si sta riprendendo"

NEW YORK, 25 LUG - Demi Lovato è sveglia e si sta riprendendo, fa sapere un rappresentate della cantante e attrice statunitense ricoverata ieri per sospetta overdose. "Demi è sveglia e con accanto la sua famiglia, che vuole ringraziare tutti per l'amore, le preghiere e il sostegno", si legge in una nota diffusa ieri sera. "Alcune delle informazioni riportate non sono corrette. Chiedono rispettosamente privacy e di evitare speculazioni, poiché la sua salute e il suo recupero sono la cosa più importante in questo momento", conclude la nota senza aggiungere alcun dettaglio sul motivo del ricovero. (ANSA).

Gallerie

LA CANTANTE E ATTRICE

Demi Lovato "è sveglia e si sta riprendendo"

NEW YORK, 25 LUG - Demi Lovato è sveglia e si sta riprendendo, fa sapere un rappresentate della cantante e attrice statunitense ricoverata ieri per sospetta overdose. "Demi è sveglia e con accanto la sua famiglia, che vuole ringraziare tutti per l'amore, le preghiere e il sostegno", si legge in una nota diffusa ieri sera. "Alcune delle informazioni riportate non sono corrette. Chiedono rispettosamente privacy e di evitare speculazioni, poiché la sua salute e il suo recupero sono la cosa più importante in questo momento", conclude la nota senza aggiungere alcun dettaglio sul motivo del ricovero. (ANSA).

Venezia: Leone d'Oro carriera a Vanessa Redgrave

VENEZIA - L'attrice britannica Vanessa Redgrave è Leone d'oro alla carriera della 75/A Mostra del Cinema di Venezia (29 agosto-8 settembre 2018). La decisione è stata presa dal Cda della Biennale di Venezia, presieduto da Paolo Baratta, che ha fatto propria la proposta del direttore della rassegna, Alberto Barbera. Il Leone d'Oro destinato alla regia era già stato attribuito dal board della Biennale a David Cronenberg.

Venditti, sold out all'Arena il 23/9

(ANSA) - ROMA, 23 LUG - E' sold out "Sotto il Segno dei Pesci 2018", il concerto di Antonello Venditti in programma il 23 settembre all'Arena di Verona che celebra i 40 anni dell'iconico album. Il 21 dicembre, poi, il cantautore porterà "Sotto il Segno dei Pesci" nella sua Roma e sarà protagonista di un altro concerto-evento al Palalottomatica. "È stata la mia svolta musicale, poetica. Il mio disco più importante, in cui c'erano tutti i miei temi: la politica e i suoi riflessi sulle persone (Sotto il Segno dei Pesci), la comunicazione (Il Telegiornale), il viaggio dentro e fuor di metafora di Bomba O Non Bomba, la droga (Chen il Cinese), la tenerezza per Sara, l'amicizia con De Gregori (Scusa Francesco). Temi ancora attuali. Suonare a 40 anni di distanza l'album per intero, cosa che non ho mai fatto, ha un significato speciale per me. Per l'occasione ho chiamato anche i musicisti di allora. Lo inserirò al centro di 45 anni di canzoni e condividerò il palco con alcuni ospiti" afferma Antonello Venditti. (ANSA).

Musica: Pausini, dopo Circo Massimo punto al Colosseo

(di Claudia Fascia) (ANSA) - ROMA, 21 LUG - Laura Pausini regina di Roma per una sera. La corona gliel'hanno "consegnata" i 15 mila fan adoranti che si sono dati appuntamenti al Circo Massimo, per l'anteprima del Fatti Sentire Worldwide Tour (che il 26 luglio debutta a Miami e dall'8 settembre la riporterà in Italia) e per festeggiare con lei i 25 anni di carriera (si replica domani sera). Dopo tanti traguardi e successi, la Laura nazionale conquista un altro record e dopo essere stata la prima donna a esibirsi a San Siro (2007), la prima in tour negli stadi italiani (2016), è ora anche la prima a conquistare l'antica arena nel cuore della capitale. L'emozione c'è, e si vede. Anche se prova a nasconderla sotto strati spessi di quel buonumore che non l'abbandona mai e che è diventato il suo marchio di fabbrica. "Sono emozionata, ma ho meno paura del solito. Sarà l'età. E' la prima volta che faccio una cosa così grande senza ansia, evidentemente l'ho smaltita nella settimana che ha preceduto la data zero a Jesolo", diceva appena prima di salire sul mastodontico palco tra luci ed effetti speciali, mentre saluta qualche amico e scalda le corde vocali utilizzando una bottiglietta d'acqua e un tubo in cui soffiare. Eppure più volte durante la serata, che è stata registrata e in autunno sarà trasmessa in prima serata su Canale 5, la voce si incrina e tradisce l'emozione per quello che è e rimarrà un evento unico. "Ho fatto San Siro, ora il Circo Massimo. Cosa rimane? Be', c'è il Colosseo. Sono gli ultimi colpi, bisogna darci dentro", dice in dialetto. E quando qualcuno le fa notare che nei giorni scorsi a Beyoncè è stato negato il permesso di registrare un video perché già occupato da Alberto Angela, lei scherza: "Adoro! A casa nostra prima noi. Oh, ma solo in questa situazione, eh? Non prendetela come una dichiarazione politica", si schernisce subito. Quando la sera è ormai scesa sulla città, il palco si illumina tra visual, led colorati e giochi di luci geometrici che si trasformano di canzone in canzone a formare un concerto arcobaleno. Una pioggia di coriandoli sparati nel cielo da 41 cannoni e i fuochi d'artificio sorprendono già dai primi brani. Il via lo dà Non è detto, il brano che nel 2018 ha lanciato il nuovo progetto, poi è la volta di E.STA.A.TE., tratto sempre dall'album Fatti Sentire. Poi via così, tra vecchi e nuovi successi, medley intensi. Il primo riunisce Primavera in anticipo (2008), La mia risposta (1998) e Le cose che vivi (1996). Il pubblico la segue, la accompagna, canta a squarciagola. Due fortunati, Anna da Roma e Simone dal Trentino, sono chiamati a salire sul palco a cantare insieme a lei: l'impresa è poi quella di farli scendere dal palco. I successi come Incancellabile e Simili, precedono il secondo medley con L'ultima cosa che ti devo, Con la musica lla radio e Le due finestre. Per Resta in ascolto sugli schermi passano immagini in cui Laura è una guerriera che veste gli abiti di un soldato in trincea, intensa e al tempo stesso combattiva per gridare la sua rabbia dopo una grande delusione. "Mi sento sempre un po' in debito; non è importante essere perfetti, ma avere il cuore dalla parte giusta. Sono veramente felice stasera". Con il terzo medley della serata arriva l'immancabile La Solitudine, e Laura si innalza su un cubo di luci. Nelle oltre due ore e mezzo di quello che è un vero e proprio show anche un medley più acustico e intimo: accompagnata solo dalle chitarre, la cantante intona Limpido, Benvenuto, Strani amori e Non c'è. Lo show si chiude con l'ultimo medley durante il quale fanno il loro ingresso i dodici perfomer con altrettanti palloni blu giganteschi lanciati su tutto il pubblico, che impazzisce su Nadie ha dicho, versione spagnola di Non è detto, Innamorata e di nuovo E.STA.A.TE. in un trionfo di effetti speciali tra bolle, geyser e stelle filanti.(ANSA).

Musica: Pat Metheny, la serata intima e intensa con Roma

(di Luciano Fioramonti) ROMA - Le perle di una carriera inossidabile da più di quaranta anni rilette in modo intimo e intenso, all'aperto ma con le stesse atmosfere di un jazz club. Pat Metheny ha incantato i 2800 affezionati che ieri sera hanno riempito la Cavea dell'Auditorium Parco della Musica per l'appuntamento proposto dal Roma Summer Fest. Oltre due ore ininterrotte di musica, con i tre solidi e talentuosi compagni di viaggio del lungo tour partito dal 2016, il batterista messicano Antonio Sanchez, che ormai gli è accanto da anni, la malesiana Linda May Han Oh al contrabbasso e il britannico Gwilym Simcock al pianoforte. Nella tappa romana dal lungo tour "An evening with Pat Metheny" partito dal 2016, il chitarrista del Missouri - vincitore di 20 Grammy e entrato a pieno titolo nella Downbeat Hall of Fame come musicista più giovane e quarto chitarrista dopo Django Reinhardt, Charlie Christian e Wes Montgomery - ha riproposto in chiave nuova i classici del suo repertorio. Partendo da quelli dello straordinario "Bright size life", l'album di esordio del 1976 con Jaco Pastorius al basso e Bob Moses alla batteria, di cui in apertura ha presentato il brano che dà il titolo al disco e Sirabhorn. Via, quindi, con Third Wind, del 1987; e Always and Forever, dal gran bell'album Secret Story del 1992. Dopo un'ora arriva James, del 1982 da Offramp, il disco che con il doppio "Travels" dell'anno successivo lo fece conoscere al grande pubblico italiano che da allora gli è rimasto fedele. Metheny si riserva poche parole per confermare quanto gli faccia piacere tornare a esibirsi a Roma e ringraziare il pubblico venuto a passare una sera con lui "in questo posto magnifico". Poi riprende con una suggestiva versione di Travels e a seguire un faccia a faccia con ognuno dei musicisti su titoli noti e, con Sanchez, su un brano del disco non ancora pubblicato. "A questo punto della mia carriera - ha spiegato recentemente - ho un repertorio vasto, diventato come un'unica grande cosa che per me non ha ormai confini o distinzioni tra questo o un altro periodo. Con Antonio, Linda e Gwilym, penso che potremmo e faremo tante cose". L'ultima parte del concerto è un lungo medley da solo alla chitarra acustica sui suoi cavalli di battaglia, tra cui Minuano, This is not America, Last Train Home. Il quartetto chiude con un solo applauditissimo bis, "Song for Bilbao", con il pubblico in piedi davanti al palco a immortalare la scena con i telefonini.(ANSA).

Musica: Liam Gallagher evoca reunion Oasis, Noel tace

LONDRA, 20 LUG - Liam Gallagher torna ad allungare la mano verso il fratello separato Noel e rilancia pubblicamente l'idea di riunire gli Oasis dopo quasi dieci anni. Ma il suo tweet per ora resta senza risposta. "C'mon, rimettiamo insieme la Grande O", scrive Liam, evocando la band capace un tempo di spopolare nel mondo. Il messaggio è accompagnato da qualche scampolo di linguaggio da trivio, ma anche dall'assicurazione di aver "perdonato" Noel per i pesanti scontri del passato. Il fratello, peraltro, non ha finora mostrato alcun segno di disponibilità. Toccando per l'ultima volta l'argomento a novembre, in un'intervista alla Bbc, aveva anzi detto seccamente di non essere interessato a un reunion. Anche se Liam insiste a non voler considerare quelle parole come un 'no' definitivo. I due Gallagher si separarono malamente nel 2009, al culmine di un conflitto segnato da episodi plateali come il lancio di una prugna da parte di Liam sulla testa di Noel. (ANSA).

Jasmine Trinca a Lake Como Film Night

MILANO, 19 LUG - Jasmine Trinca è l'ospite d'onore della Lake Como film night, una no-stop di film d'autore, performance musicali, realtà virtuale e nuove forme di narrazione visiva a ingresso gratuito, in programma il 27 luglio a Villa Erba. L'attrice presenterà "Un giorno devi andare" (2013), diretto da Giorgio Diritti, dove interpreta la protagonista Augusta, una donna che decide di "essere terra" e abbandonarsi ai suoni ancestrali della natura in Brasile. Trinca non è l'unica star di passaggio sul lago in questi giorni: avvistata i giorni scorsi la pop star statunitense Beyoncé, a riposo dopo l'esibizione insieme al marito Jay-z, mentre nelle prossime settimane è previsto l'arrivo di Jennifer Aniston e Adam Sandler. I due, che già avevano collaborato nella pellicola del 2011 "Mia moglie per finta", sono ora al lavoro su "Murder Mystery", una produzione targata Netflix in uscita nel 2019. (ANSA).

Omaggio Tff al regista Ermanno Olmi

TORINO, 18 LUG - Il Torino Film Festival renderà omaggio a Ermanno Olmi. Al regista scomparso lo scorso 7 maggio verrà dedicata una intera giornata della 36/a edizione della kermesse, in programma dal 23 novembre al primo dicembre. Il programma di 'Lunga vita a Ermanno Olmi!', questo il titolo dell'omaggio, prevede film, documentari, materiali rari o inediti, incontri con ospiti speciali, testimonianze di collaboratori, allievi e ammiratori eccellenti e molte altre iniziative, per ricordare l'attualità e la vitalità di uno dei maestri del cinema moderno. Ad accompagnare le proiezioni e gli ospiti della giornata sarà il regista Maurizio Zaccaro, amico e storico collaboratore di Olmi. 'Lunga vita a Ermanno Olmi!' è organizzato dal Torino Film Festival e dal Museo Nazionale del Cinema in collaborazione con Rai Cinema, Rai Teche, Istituto Luce Cinecittà e la famiglia Olmi.(ANSA).

Musica: a Umbria jazz Massive Attack sotto la pioggia

"Siamo tutti in questo insieme": è il messaggio finale che chiude una parabola sonora, visuale, e anche di impegno sociale e politico, bagnata ma fortunata. Tutto appare sul grande schermo mentre scorrono immagini di uomini e donne da ogni angolo del mondo. "L'attacco massiccio" di pioggia che ha colpito ieri sera Perugia, anche se per solo dieci minuti, non ha fermato a Umbria jazz i Massive Attack, naturalmente al coperto, e soprattutto il loro pubblico 'fradicio', ma tutto sommato felice. In oltre settemila paganti hanno seguito, per poco meno di un'ora e mezza di concerto all'Arena Santa Giuliana, la formazione britannica che dagli inizi nei club underground di Bristol è arrivata ora anche a Umbria Jazz. La storia musicale e il percorso sonoro di quasi 30 anni di attività dei Massive Attack li ha portati fino a Perugia. Sul palco di uno dei più prestigiosi festival jazz al mondo il collettivo artistico britannico ha portato il suo marchio di fabbrica, quel 'Bristol-sound' con cui hanno trasformando l'hip-hop di stampo newyorkese in un frullato fatto di soul, reggae, dub ed electro. Atmosfere fosche, dilatate, scure, coinvolgenti e ipnotiche come ci si aspettava. (ANSA).

Musica: Elton John al Lucca Summer festival 7 luglio 2019

(ANSA) - LUCCA, 16 LUG - Il tour di Elton John, 'Farewell yellow brick road', che partirà l'8 settembre dagli Usa e attraverserà 5 continenti entro il 2021, arriverà in Italia il 7 luglio 2019 al Lucca Summer festival in piazza Napoleone. Per Elton John sarà la sesta esibizione nello scenario di piazza Napoleone a Lucca. I biglietti saranno in prevendita a partire da domani, martedì 17 luglio 2018, per il rocket club, mercoledì 18 per i possessori di americanexpress al link ticketone.it/americanexpress, mentre da venerdì 20 luglio, dalle 10:00, sul sito www.ticketone.it e www.dalessandroegalli.com.(ANSA).