Sanremo: Serena Rossi commuove con l'omaggio a Mimì

(ANSA) - SANREMO, 8 FEB - Si preannunciava come uno dei momenti più intensi del festival è lo è stato: Almeno tu nell'universo, trent'anni dopo di nuovo sul palco dell'Ariston, nel commovente omaggio a Serena Rossi ha reso a Mia Martini. "Se pensavo a lei prima di conoscerla - ha detto l'attrice, che dà il volto all'artista nella fiction Io sono Mia, in onda il 12 febbraio su Rai1 - pensavo a un'ingiustizia, a una violenza, a una discriminazione. E invece era una grandissima artista, una grande donna. Stasera vorrei chiederle veramente scusa per tutto quello che le hanno fatto. Questo film è un atto d'amore per lei, per te Mimì!". (ANSA).

Gallerie

Sanremo: Serena Rossi commuove con l'omaggio a Mimì

(ANSA) - SANREMO, 8 FEB - Si preannunciava come uno dei momenti più intensi del festival è lo è stato: Almeno tu nell'universo, trent'anni dopo di nuovo sul palco dell'Ariston, nel commovente omaggio a Serena Rossi ha reso a Mia Martini. "Se pensavo a lei prima di conoscerla - ha detto l'attrice, che dà il volto all'artista nella fiction Io sono Mia, in onda il 12 febbraio su Rai1 - pensavo a un'ingiustizia, a una violenza, a una discriminazione. E invece era una grandissima artista, una grande donna. Stasera vorrei chiederle veramente scusa per tutto quello che le hanno fatto. Questo film è un atto d'amore per lei, per te Mimì!". (ANSA).

Sanremo: 9,1 mln e il 47.3% per la seconda serata

(ANSA) - SANREMO, 7 FEB - Sono stati 9 milioni 144 mila, pari al 47.3%, i telespettatori che hanno seguito ieri su Rai1 la seconda serata del Festival di Sanremo di Claudio Baglioni. Gli ascolti sono sostanzialmente in linea con quelli di un anno fa, quando la la seconda serata del festival ottenne una media di 9 milioni 687 mila spettatori pari al 47.7% di share.

Sanremo: Virginia, sui Casamonica ammetto, è stata una gaffe

(ANSA) - ROMA, 6 FEB - "E' stata una gaffe, mi sono presa la prima gaffe della prima serata. Ma ora non saluterò più nessuno". Con il sorriso, lo ammette in sala stampa a Sanremo Virginia Raffaele, tornando sulla battuta di ieri era sui Casamonica che non è piaciuta al presidente della commissione parlamentare Antimafia, Nicola Morra (M5S). (ANSA).

Sanremo: stasera ospiti Bocelli, Giorgia, Favino, Santamaria

(ANSA) - ROMA, 5 FEB - Stasera saranno ospiti della prima serata del festival di Sanremo Andrea Bocelli, che duetterà con il figlio Matteo e con Claudio Baglioni. Arriverà all'Ariston anche Giorgia, anche lei per un duetto con il direttore artistico. Pierfrancesco Favino, che torna dopo il successo dello scorso anno, sarà protagonista di una performance con Virginia Raffaele. Claudio Santamaria sarà il quarto componente del Quartetto Cetra con Baglioni, Bisio, Raffaele. Oltre ai 12 cantanti in gara, domani saliranno sul palco dell'Ariston come ospiti, Fiorella Mannoia, Marco Mengoni, Riccardo Cocciante. Michelle Hunziker, dopo l'esperienza di un anno fa, torna a Sanremo per uno sketch con Claudio Bisio. Ci sarà anche il Premio alla Carriera a Pino Daniele. "Non mi sento nelle condizioni di fare delle previsioni sullo share della prima serata del festival. Ci aspettiamo un risultato considerevole e se lo aspettano gli inserzionisti. Ce lo aspettiamo e speriamo. Per il resto fatemi fare degli scongiuri. Vediamo domani", ha detto la direttrice di Rai1 Teresa De Santis sulle aspettative per la prima serata. Bocca cucita anche per il vicedirettore di Rai1 Claudio Fasulo: "Mai dato uno share". "Qualcuno pensa che alcuni testi delle canzoni potrebbero apparentemente essere di disturbo al gruppo dirigente che guida il Paese: non la vedo così. Se chi governa dovesse trovarci aggressività o negatività, sbaglierebbe. Ma non credo che ci sia questa mancanza di intelligenza", sottolinea Teresa De Santis rispondendo a una domanda sui temi politici trattati in alcuni brani in gara, dalla violenza in famiglia al disagio giovanile. Sulle presunte dimissioni di Claudio Baglioni da direttore artistico (come riportato da Dagospia), dopo le polemiche dei giorni scorsi, Teresa De santis ha detto: "E' una notizia infondata, che smentisco". "Sanremo è un asset fondamentale per l'azienda e il confronto tra tutte le parti in questione è d'obbligo, ma la notizia è infondata" aggiunge. "L'anno prossimo sarà la celebrazione del 70/o anno del festival di Sanremo. Dovrà essere un'edizione corale, dentro ci dovrà essere un po' di tutto e forse si dovrà avere forse un'idea in più", ha detto la direttrice di Rai1. Standing ovation in sala stampa all'Ariston, in apertura di conferenza stampa, in ricordo di Fabrizio Frizzi, che oggi avrebbe compiuto 61 anni. Un lungo applauso ha reso omaggio al conduttore, scomparso il 26 marzo di un anno fa. "L'unico dispiacere che ho avuto quando ha assunto la direzione di Rai1 - ha detto Teresa De Santis - è stato non potere avere Fabrizio, persona straordinaria, fuori dal comune, oltre che grandissimo professionista". Nel giorno di avvio della 69/a edizione del Festival di Sanremo, il direttore di Rai1 Teresa De Santis ricorda l'arte di Giampiero Artegiani, l'autore di 'Perdere l'amore' e di altri grandi successi, morto a Roma ieri. "Era un rockettaro", dice, riferendosi, in particolare, ai suoi esordi.

Sanremo: Baglioni, ci sarà anche Riccardo Cocciante

(ANSA) - SANREMO, 4 FEB - "Tra gli ultimi arrivati, come ospite, ci sarà anche Riccardo Cocciante, nella terza serata". Lo ha annunciato, in conferenza stampa, Claudio Baglioni. "L'internazionalità del festival non è solo nel nome, ma anche nel fatto che molti artisti che partecipano sono internazionali. Andrea Bocelli è artista internazionale, Cocciante lo è"

Cinema: Franco Nero, preparo film a Torino per vincere Oscar

(ANSA) - TORINO, 1 FEB - "Sto preparando un film da girare qui a Torino. Ho già il titolo 'L'uomo che disegnò dio', è una storia vera successa in questa città. Con questo film voglio vincere l'Oscar". È il progetto svelato dall'attore Franco Nero che oggi ha ricevuto il titolo di accademico d'onore dall'Accademia delle Belle Arti di Torino, in occasione dell'inaugurazIone dell'anno accademico 2018-2019. A consegnargli medaglia e diploma il presidente dell'istituto Fiorenzo Alfieri e il ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca Marco Bussetti. "Hanno aderito al progetto quattro Oscar: il fotografo Vittorio Storaro, la costumista Milena Canonero, Gianni Quaranta e Vanessa Redgrave. Il produttore è Louis Nero. Quando iniziamo a girarlo? Appena troveremo i soldi, di corsa", ha spiegato l'attore, 77 anni, che a breve riceverà a Hollywood il Legend Award per il cinema. "Siamo contenti che Nero apprezzi e ami la nostra città. Mi auguro che questo film possa aggiungersi alle tante produzioni su questo territorio", ha commentato la sindaca di Torino, Chiara Appendino.(ANSA).

Rai: Faraone, censurano pure Montalbano? Danni per azienda

(ANSA) - ROMA, 31 GEN - "Giù le mani da Montalbano! Ma davvero la nuova direttrice sovranista di Rai1, Teresa De Santis, dopo aver attaccato Claudio Baglioni, adesso ha paura di mettere in onda una puntata della celebre fiction del commissario più amato dagli italiani perché affronterebbe in modo umano il drammatico tema dell'immigrazione? Ma stiamo scherzando? E davvero vorrebbe cancellare la puntata del lunedì di Fabio Fazio (che sta facendo ottimi ascolti con un programma di qualità) perché considerato anche lui troppo sensibile a questi temi? Chiederò che la direttrice venga ascoltata in vigilanza. Una Rai così non fa servizio pubblico ma solo becera propaganda, peraltro in modo goffo". Così Davide Faraone, componente Pd in Commissione di Vigilanza, commenta le indiscrezioni di stampa secondo le quali ci sarebbe preoccupazione in Rai su una delle due prossime puntate di Montalbano, presentate oggi a Viale Mazzini, che tocca il tema della migrazione. (ANSA).

Sanremo: Marco Mengoni confermato al festival

(ANSA) - ROMA, 31 GEN - Marco Mengoni è confermato al festival di Sanremo. Il cantautore sarà ospite all'Ariston, dove torna dopo la vittoria nel 2013 e dopo aver partecipato come ospite nel 2014. Oggi le prove in teatro. Mengoni festeggia i primi dieci anni di carriera e il nuovo disco "Atlantico" (disco di platino). Marco è già al lavoro su "Atlantico tour" che ad aprile sarà prima in Europa e poi in tutta Italia. (ANSA).

Cinema: Peter Jackson dirigerà film sui Beatles

(ANSA) - ROMA, 30 GEN - Il regista premio Oscar Sir Peter Jackson dirigerà un nuovo film sui Beatles. Frutto della collaborazione tra Apple Corps Ltd. e WingNut Films Ltd., sarà basato su circa 55 ore di filmati ancora inediti della band in studio, girati tra il 2 e il 31 gennaio 1969. Si tratta delle sessioni che hanno prodotto l'album vincitore del Grammy Award "Let It Be", che fu pubblicato 18 mesi dopo, nel maggio 1970, diversi mesi dopo lo scioglimento della band. Originariamente sembrava che le riprese fossero destinate a uno speciale tv, ma poi si è deciso di realizzare un film che terminerà con la leggendaria performance dei Beatles sul tetto del quartier generale della Apple Corps Ltd, al numero 3 di Savile Row, a Londra - svoltasi il 30 gennaio 1969, esattamente 50 anni fa. La pellicola, di cui non sono ancora noti titolo e data di uscita, è stata realizzata con la piena collaborazione di Sir Paul McCartney, Sir Ringo Starr, Yoko Ono Lennon e Olivia Harrison.

Sanremo: Il Volo, all'Ariston per i 10 anni di carriera

(di Claudia Fascia) (ANSA) - ROMA, 29 GEN - Quando hanno cominciato, 10 anni fa, erano poco più che bambini, "oggi siamo cresciuti, di certo fisicamente, ma anche e soprattutto professionalmente". I tre ragazzi de Il Volo, reduci dal concerto davanti al Papa e a un milione di persone alla Giornata Mondiale della Gioventù a Panama ("che emozione e che responsabilità"), sono rientrati in Italia per prepararsi al Festival di Sanremo (già vinto nel 2015 con Grande Amore), dove sono in gara con il brano "Musica che resta", che porta anche la firma di Gianna Nannini, e per presentare il nuovo album "Musica", in uscita il 22 febbraio (Sony Music). Il lavoro, oltre al brano sanremese, contiene altri due inediti e 8 cover, tra cui Arrivederci Roma, A chi mi dice, People, La Nave del Olvido, Lontano dagli occhi, Meravigliosa Creatura. "Torniamo a Sanremo, più maturi, per festeggiare i nostri primi 10 anni di carriera. Lì dove tutto è iniziato. Dieci anni intensi, che sono volati e che, da bambini prodigio a uomini, ci hanno unito sempre di più - raccontano Piero, Ignazio e Gianluca che scacciano così qualunque voce di possibili carriere soliste che a intervalli regolari torna a serpeggiare -. Vincere di nuovo all'Ariston? Puntiamo soprattutto ad arrivare al cuore della gente. E a divertirci con quello che da gioco è diventato un lavoro". Al festival tornano con un brano che li rappresenta appieno, musica della tradizione con una spruzzata di modernità. "E' il genere che ci rappresenta, che ci fa girare il mondo e che ci dà grosse soddisfazioni. Siamo coerenti con quello che abbiamo fatto finora e non sentiamo la necessità di cambiare", spiegano i tre, non rinunciando però a ribadire le loro specificità. "Siamo tre interpreti con gusti, passioni e personalità diverse e nell'album nuovo si sentono: ci sono i brani più da crooner di Gianluca, quelli più pop di Ignazio e i classici più vicini all'opera di Piero. E' l'album da far ascoltare a chi non ci conosce, a chi si domanda chi siamo. Il trucco, se così vogliamo chiamarlo, è rinnovarsi grazie agli arrangiamenti (questa volta affidati a Michele Canova, ndr)". Le cover, dicono, rispecchiano i loro gusti e quelli del pubblico, sopratutto in America e in Oriente. Oltre alla firma in Musica che resta, Gianna Nannini è presente nell'album anche con la cover di Meravigliosa Creatura. "Il tocco rock nel brano di Sanremo, dove ha messo la sua zampata esplosiva, e il tocco classico nell'altro. Lei è una grande e siamo felici della sua collaborazione". Da maggio, e per un intero anno, per la festa dei 10 anni, saranno protagonisti di live in tutto il mondo, a partire dal Giappone. Da fine maggio Il Volo sarà in Italia con un tour - previste anche due date a Matera, capitale europea della cultura 2019 - che culminerà con uno show all'Arena di Verona a settembre. (ANSA).