Arbore, Frassica-Delogu per far ridere

"Vogliamo far ridere il pubblico. Perché ormai si sorride, non tantissimo. Ma non si ride più". A raccontarlo, Renzo Arbore, già a lavoro per preparare le due serate evento che, dopo la reunion dello scorso anno per i 30 anni di Indietro Tutta, lo riporteranno su Rai2 a dicembre ancora in coppia con l'amico Nino Frassica e la nuova "arruolata" Andrea Delogu. Protagonista, la canzone umoristica. "Non è un ritorno, perché io sono sempre stato presente - racconta Arbore all'ANSA - Piuttosto è una nuova avventura, perché cercheremo di costruire una cosa diversa, nuova. Cosa faremo? Non lo diciamo neanche sotto tortura. La verità - ride - è che non lo sappiamo nemmeno noi. Stiamo lavorando con Ugo Rosselli a inventare qualcosa per far ridere e sorridere la gente. Speriamo di riuscirci". Trio vincente, non si...

Gallerie

Arbore, Frassica-Delogu per far ridere

"Vogliamo far ridere il pubblico. Perché ormai si sorride, non tantissimo. Ma non si ride più". A raccontarlo, Renzo Arbore, già a lavoro per preparare le due serate evento che, dopo la reunion dello scorso anno per i 30 anni di Indietro Tutta, lo riporteranno su Rai2 a dicembre ancora in coppia con l'amico Nino Frassica e la nuova "arruolata" Andrea Delogu. Protagonista, la canzone umoristica. "Non è un ritorno, perché io sono sempre stato presente - racconta Arbore all'ANSA - Piuttosto è una nuova avventura, perché cercheremo di costruire una cosa diversa, nuova. Cosa faremo? Non lo diciamo neanche sotto tortura. La verità - ride - è che non lo sappiamo nemmeno noi. Stiamo lavorando con Ugo Rosselli a inventare qualcosa per far ridere e sorridere la gente. Speriamo di riuscirci". Trio vincente, non si cambia. "Non si direbbe ma tra Frassica e me - prosegue Arbore - l'indisciplinato sono io. Lui è più razionale. Io sono musicista, più irrazionale di natura. Lasciamo ad Andrea, che è bravissima, quasi la regia, perché lei sa come amministrarci. Poi vedremo cosa succederà". (ANSA).

Premi: Riccardo Muti Praemium Imperiale 2018 musica

(ANSA) - ROMA, 11 LUG - Va al Maestro Riccardo Muti il Praemium Imperiale 2018 per la musica, 30/a edizione del più importante Premio d'arte al mondo, assegnato ogni anno in cinque discipline dalla Japan Art Association. Annunciati questa mattina in contemporanea nei paesi dei Consiglieri internazionali a Londra, Parigi, Roma, Berlino, Tokyo e New York, quest'anno i Praemium Imperiale vanno anche al belga-francese Pierre Alechinsky per la pittura, alla giapponese Fujiko Nakaya per la scultura e ai francesi Christian de Portzamparc per l'architettura e Catherine Denevue per il cinema/teatro.(ANSA).

Addio Carlo Vanzina, con Enrico l'Italia in commedia

(ANSA) - ROMA, 8 LUG - Con la morte di Carlo Vanzina, che si è spento oggi nella sua Roma all'età di 67 anni, dopo la recente scomparsa di Vittorio Taviani, si spezza un'altra coppia di fratelli-autori del cinema italiano. Di corporatura minuta, gentile, inossidato in un look da pariolino anni Settanta, Carlo e il fratello Enrico erano figli d'arte di papà Steno autore di film cult come 'Un americano a Roma', vero insuperabile archetipo della commedia d'autore, con Alberto Sordi alle prese con gli spaghetti e con un virtuale coccodrillo nella Marana. Regista, sceneggiatore e produttore, insieme al fratello Enrico che si è dedicato più alla scrittura, nato a Roma il 13 marzo del 1951, Carlo è vissuto nel mondo del cinema fin dall'infanzia (già a un anno era il piccolo Filippo in 'Totò e le donne' diretto dal padre). Ma del fatto di essere stato favorito, per le sue origini, nella carriera nel mondo del cinema non si vergognava affatto. Anzi ad ogni occasione ricordava, riconoscente, la figura del padre e il fatto che nella sua casa fossero passati tutti: personaggi come Totò, Ugo Tognazzi, Mario Monicelli, Ennio Flaiano, Mario Camerini e Dino Risi. (ANSA).

Musica: De Gregori, brano a sorpresa sui problemi di Roma

(ANSA) - ROMA, 7 LUG - "Dice l'aria c'è più bona che a Milano/ Specialmente pe' chi campa solo d'aria./ Specialmente pe' chi torna a casa a sera/ E nell'aria ce po' solo bestemmia'./ Le matine de gennaio ce sta' 'n sole/ Tanto bello che je sputeresti 'n faccia./ Come dentro a quer grugnaccio der capoccia/ Che fa i sordi mentre tu stai a lavora'". Francesco De Gregori ha aperto il 6 luglio a Roma, nella Cavea dell'Auditorium Parco Della Musica, il Tour 2018 con un brano non suo, ma di un artista romano sconosciuto ai più, Gianni Nebbiosi, intitolato 'Ma che razza de città'. Un testo risalente al 1973, tratto dall'album 'Mentre la gente se crede che vola', con cui il Principe ha affrontato a modo suo i problemi di Roma: "E ce vengono pe' fame da lontano/ Perché Roma vuole di' la capitale/ Ma 'n borgata pe' strada che 'n imbuto/ Roma vole di' sortanto sei fottuto./ Sei fottuto e puro tocca tira' avanti/ E li giorni te li fanno co lo stampo/ E 'na sera compri 'n etto de castagne/ E te metti a sede e t'aritrovi a piagne./ Ma che razza dei città (2 volte)".(ANSA).

Premio Strega: vince Helena Janeczek

ROMA, 6 LUG - Helena Janeczek con 196 voti per 'La ragazza con la Leica' (Guanda) vince il Premio Strega 2018. E' la prima volta che l'editore Guanda si aggiudica il più ambito riconoscimento letterario. Al secondo posto Marco Balzano con 'Resto qui' (Einaudi) con 144 voti e al terzo Sandra Petrignani con 'La corsara. Ritratto di Natalia Ginzburg' (Neri Pozza) con 101 voti. Al quarto Carlo D'Amicis con 'Il gioco' (Mondadori) con 57 voti e al quinto Lia Levi con 'Questa sera è già domani' (Edizioni E/O) con 55 voti. A presiedere il seggio Paolo Cognetti, vincitore della scorsa edizione del Premio Strega. "Lo Strega - ha detto Luigi Brioschi, presidente di Guanda (Gruppo Gems) - premia un libro originale, una voce inconfondibile della letteratura e un'autrice che ha un'indiscutibile profilo letterario e premia anche una casa editrice che ha fortemente creduto fin dall'inizio nel romanzo di Helena Janeczek e ne ha visto crescere il consenso". (ANSA).

A teatro, Proietti, Accorsi, Germano

(ANSA) - ROMA, 5 LUG - ''Afghanistan'' ovvero ''Il Grande Gioco'' ed ''Enduring freedom'', dittico che Ferdinando Bruni ed Elio De Capitani hanno tratto dal progetto del Tricycle Theatre, e ''Who is the king'', primo episodio di ''William Shakespeare, la serie'' ideata da Lino Musella, Andrea Baracco, Paolo Mazzarelli, tutti al Napoli Teatro Festival Italia; Massimo Popolizio nei panni del Duce in ''Mussolini: io mi difendo'' di Corrado Augias ed Emilio Gentile e Franco Branciaroli con ''Lettere a Nour'' di Rachid Benzine al Festival di Spoleto (PG); Gigi Proietti ''Edmund Kean'' da FitzSimons al 70/o Festival shakespeariano di Verona e l''Oedipus'' di Bob Wilson al Pompeii Theatrum Mundi; e ancora Alessandro Haber in ''Beat'' e Stefano Accorsi con ''Giocando con Orlando - Assolo'' di Marco Baliani alle Orestiadi di Gibellina; fino a Elio Germano e Teho Teardo in ''Viaggio al termine della notte'' da Céline a ''Tivoli chiama! Il Festival delle Arti'': sono alcuni degli spettacoli teatrali in scena nel prossimo week end.

Musica:Zucchero, casa a Venezia è rifugio,penso invecchiarci

VENEZIA, 4 LUG - E' scoccato un'amore a prima vista tra Venezia e Zucchero tanto da comprare, un paio di anni fa, una casa in una calle della laguna. "E' per me un rifugio, è una cosa carina - confida -. Qui riesco a sentire me stesso come sono, perchè i veneziani sono molto discreti, non sono invadenti, sono molto rispettosi, molto simili a me: pochi discorsi e più fatti. Parlano in dialetto - racconta - cosa che mi mette subito a mio agio, mantengono le loro radici, sono gelosi della loro città, della sua bellezza. Ci vengo quando posso, 3-4 volte all'anno, senza disturbare. Mi trovo bene. Vorrei continuare a venirci più spesso - auspica -. Ho pensato che invecchiare a Venezia non è male, sarebbe bello. Si mangia bene, ci sono ancora le osterie dove servono il vino dalla damigiana, ci sono ancora quelli che ti danno il pesce nei cartocci. E' una città turistica, internazionale, ma i veneziani non hanno perso la loro genuinità e se devono mandare qualcuno a quel paese lo fanno senza problemi, senza essere troppo politici. Se devo fare confronto con la Versilia è tutt'altra cosa". Parole che inorgogliscono, il sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, che siede accanto a Zucchero nel dopo concerto, allo storico Caffè Florian. (ANSA).

Cinema: Carlo Vanzina Legend Award a Ischia Global Festival

(ANSA) - NAPOLI, 3 LUG - A Carlo Vanzina è stato assegnato il 'Legend Award ' dell'Ischia Global Film & Music festival: l'isola verde ospiterà una rassegna dei suoi successi con proiezioni gratuite nelle piazze di Casamicciola e Lacco Ameno dal 15 al 22 luglio. ''Il nome di Carlo Vanzina, un maestro della commedia che in oltre 40 anni, con più di settanta tra film e serie, ha raccontato i cambiamenti della nostra società, entra nella 'Hall of Fame' del festival - annuncia il fondatore e produttore di Ischia Global, Pascal Vicedomini - accanto a quello di registi internazionali e premi Oscar tra i quali Alan Parker, John Landis, Terry Gilliam, Nancy Meyers, Stephen Frears, Michael Radford e italiani come Ettore Scola, i fratelli Taviani e Lina Wertmuller. Un tributo deciso all'unanimità dal nostro board nel quale siedono Marina Cicogna, Enrico Lucherini, Dante Ferretti, Francesca lo Schiavo, Franco Nero, Tony Renis. In particolar modo ci fa piacere ricordare che dieci anni fa, nel 2008, usciva nelle sale il film 'Un'estate al mare' con un episodio girato da Carlo Vanzina a Ischia, nei luoghi del Global festival. Il protagonista Ezio Greggio sarà con noi quest'anno, premiato come Italiano nel mondo''. (ANSA).

Zucchero concerto live in Piazza S.Marco

VENEZIA, 2 LUG - Piazza San Marco sarà il palcoscenico architettonico per due concerti di Zucchero 'Sugar' Fornaciari. Gli appuntamenti sono per domani, martedì 3 luglio, e mercoledì 4 luglio. Dopo 7 anni di assenza, la grande musica pop-rock torna a incantare Piazza San Marco a Venezia grazie al concerto "The Best Live". Ad arricchire i live, la presenza di Cheryl Porter & Halleluiah gospel singers e Tomoyasu Hotei, che hanno già collaborato in passato con Zucchero, e che, anche per quest'occasione saliranno insieme a lui sul palco in qualità di ospiti. (ANSA).