Tennis Acapulco: semifinali Zverev-Norrie e Kyrgios-Isner

(ANSA) - ROMA, 1 MAR - Alexander Zverev ha regolarmente staccato il pass per le semifinali del torneo di Acapulco, in Messico. Nella notte italiana, il 21enne tedesco, n.3 Atp, ha superato con doppio 6-4 l'australiano Alex De Minaur. Prossimo ostacolo di 'Sascha' sarà il britannico Cameron Norrie, che ha regolato 6-3 6-2 lo statunitense Mackenzie McDonald. L'altra semifinale vedrà opposti l'altro australiano Nick Kyrgios, che ha battuto Stan Wawrinka 7-5 6-7 6-4, e lo statunitense John Isner, che ha battuto John Millman 7-6 6-7 7-6 dopo una battaglia di tre ore e 5 minuti.(ANSA).

Gallerie

Tennis Acapulco: semifinali Zverev-Norrie e Kyrgios-Isner

(ANSA) - ROMA, 1 MAR - Alexander Zverev ha regolarmente staccato il pass per le semifinali del torneo di Acapulco, in Messico. Nella notte italiana, il 21enne tedesco, n.3 Atp, ha superato con doppio 6-4 l'australiano Alex De Minaur. Prossimo ostacolo di 'Sascha' sarà il britannico Cameron Norrie, che ha regolato 6-3 6-2 lo statunitense Mackenzie McDonald. L'altra semifinale vedrà opposti l'altro australiano Nick Kyrgios, che ha battuto Stan Wawrinka 7-5 6-7 6-4, e lo statunitense John Isner, che ha battuto John Millman 7-6 6-7 7-6 dopo una battaglia di tre ore e 5 minuti.(ANSA).

ANSA/Mondogol: Riecco Clasico, Real rischia nuova disfatta

(ANSA) - ROMA, 1 MAR - Sabato ci sara' il secondo 'Clasico' in quattro giorni e al Bernabeu i pronostici indicano ancora tempesta per il Real di Solari, travolto in Coppa. Ma non manchera' lo spettacolo, soprattutto se Messi e Suarez continueranno a sfornare prodigi. Sara' il clou del fine settimana europeo che propone anche il derby di Londra Tottenham-Arsenal. Tra le altre gare piu' interessanti Moenchengladbach-Bayern, Everton-Liverpool, Francoforte-Hoffenheim, Marsiglia-St.Etienne, Porto-Benfica. - SPAGNA: Uno choc annunciato, ma non meno doloroso. Il Barca travolge il Real al Bernabeu cacciandolo dalla Coppa del Re e ora, stesse squadre, stesso stadio, riecco sabato il Clasico di Liga. Ma nessuno puo' dimenticare il Suarez show che ha cancellato il Real dopo uno sterile dominio nel primo tempo. Blaugrana chirurgici e 3-0 spietato, ora rivincita che puo' sembrare platonica visto il +9 in classifica. Ronaldo manca sempre di piu' a un Real fallimentare. L'Atletico pensa alla sfida con la Juve ma intanto gioca con la Real Sociedad per consolidare il secondo posto. Siviglia avanti in Europa League ma ora deve riprendersi il quarto posto sperando che il Getafe non vinca in casa del Betis furioso per l'eliminazione col Valencia dalla finale di Coppa. Domani: 16.15 Villarreal-Alaves, 18.30 Huesca-Siviglia, 20.45 Real-Barcellona; Domenica 3: 16.15 Betis-Getafe, 18.30 Real Sociedad-Atletico, 20.45 Valencia-Athletic. - INGHILTERRA: Boccata d'ossigeno per Sarri che, dopo la finale di Coppa di Lega persa ai rigori con City, e' tornato a galla vincendo il derby col Tottenham anche per gli errori di Kane. I Blues hanno un altro derby, ma decisamente facile, col Fulham che, al quarto ko di fila e avviato alla retrocessione, ha esonerato Claudio Ranieri. Per lo scudetto prosegue il testa a testa tra Liverpool e City, separate da un punto: l'impegno piu' gravoso e' per i Reds, impegnati in casa dell'Everton. Il clou e' pero' un altro derby, Tottenham-Arsenal. Se si impongono i Gunners si portano a -1 dagli Spurs e possono sperare nella Champions anche United e Chelsea. Domani: 13.30 Tottenham-Arsenal, 16 Bournemouth-City, 16 United-Southampton; Domenica 3: 13 Watford-Leicester, 15.05 Fulham-Chelsea, 17.15 Everton-Liverpool. - GERMANIA: Borussia Dortmund in ripresa dopo la flessione in campionato e il ko nelle coppe, ma ora dovra' bissare il successo col Leverkusen giocando stasera con l'Augsburg e aspettare il big match di domani della Bundesliga. Il Bayern, che insegue a -3,ha la tosta trasferta col Moenchengladbach, terza forza un po' in declino avendo perso le ultime due gare in casa. Il Francoforte, avversario dell'Inter, avra' un impegno complicato ospitando domani l'Hoffenheim. Oggi: 20.30 Augsburg-Dortmund; Domani: 15.30 Schalke-Duesseldorf, Norimberga-Lipsia, Bayer Leverkusen-Friburgo, Eintracht Francoforte-Hoffenheim, 18.30 Borussia Moenchengladbach-Bayern; Domenica 3: 18 Wolfsburg-Brema. - FRANCIA: Sempre meno interessante la Ligue 1 con il dominio del Psg che cerca col Caen la 23/a vittoria in 26 gare. Il clou e' invece tra il Marsiglia, che con Balotelli sta spiccando il volo, e il St.Etienne, impegnate nella rincorsa Champions che vede finora favorite il Lilla e il Lione, che hanno impegni facili in casa con Digione e Tolosa. Il Monaco in recupero cerca punti in casa dell'Angers per allontanarsi dalla zona retrocessione. Oggi: 20.45 Bordeaux-Montpellier; Domani: 17 Caen-Psg, 20 Angers-Monaco; Domenica 3: 15 Lilla-Digione, Nizza-Strasburgo, 17 Lione-Tolosa, 21 Marsiglia-St.Etienne. Negli altri campionati europei, in Portogallo il Porto, in attesa della Roma, si gioca lo scudetto domani alle 21.30 nella classica sfida contro il Benfica, che insegue a 4 punti e ha una gara da recuperare. In Olanda il Psv e' impegnato a Rotterdam con l'Excelsior domani alle 19.45. In Turchia il capolista Basaksehir gioca in casa del Malatyaspor domenica alle 14. In Austria il Salisburgo, avversario del Napoli , ospita il Wolfsberg domani alle 17. Ricomincia dopo il letargo invernale il campionato russo con lo Zenit che gioca fuori con l'Ural domani all'insolito orario delle 9.30 del mattino.(ANSA).

LE FOTO

F1: test di Barcellona, bene la Ferrari di Leclerc

Metà sessione di test a Montmelò nel segno della Ferrari. La Rossa guidata da Charles Leclerc in 1'16''231 ha messo a segno il miglior tempo avvicinando la pole position del 2018 di Lewis Hamilton. Dietro al pilota monegasco si è piazzato Alexander Albon su Toro Rosso (+0''651) e Lando Norris su McLaren (+0''853). Quarto tempo per Pierre Gasly su Red Bull (+0''860). Settima la Sauber Alfa Romeo di Antonio Giovinazzi (+1''408) che ha preceduto Lewis Hamilton su Mercedes (+1''866). (ANSA).

Atletica Euro Indoor: Stecchi,è bel momento e punto a finale

(ANSA) - FIUMICINO, 27 FEB - Il grosso della Nazionale italiana di atletica leggera, 27 i convocati, è in partenza dall'aeroporto di Fiumicino alla volta di Glasgow, via Londra, dove dal 1 al 3 marzo sono in programma i Campionati Europei indoor di Glasgow (1-3 marzo). Questa mattina il raduno allo scalo romano, tra gli altri, per il capitano Fabrizio Donato (Triplo), Claudio Stecchi (Asta), Lamont Marcell Jacobs (Lungo), Simone Forte (Triplo), Brayan Lopez (4x400m), Raphaela Lukudo (400/4x400m), Margherita Magnani (3000m), Elena Vallortigara (Alto), Tania Vincenzino (Lungo) e Chiara Bazzoni (4x400m), assieme a staff tecnici ed accompagnatori, per un totale di circa 40 persone. Si raduneranno tutti allo scalo di Londra Heathrow per unirsi agli altri atleti in partenza da Milano e Bologna, per poi raggiungere in serata la Scozia. Il saltatore in alto Gianmarco Tamberi, punta della spedizione azzurra, è già da ieri a Glasgow. Volti distesi, sorridenti, gran voglia di ben figurare tra gli atleti, prima dell'imbarco. Occhi puntati, dopo l'exploit della recente misura di 5,80, per l'astista Claudio Stecchi che, dopo Gibilisco, ha riportato la disciplina sotto i riflettori: "Il primo obiettivo è quello di entrare in finale e sicuramente non sarà facile, dato che gli atleti in gara sono molto forti e sono arrivati tutti al top della condizione - ha detto - Se dovessi riuscirci, in finale si darà il 150 per cento. Dopo tanti ostacoli in carriera, ora sono contento di essermi ripreso quello che mi aspettavo già da qualche anno: adesso facciamo questo ultimo step per la stagione invernale e poi ci rimettiamo al lavoro in vista del Mondiale di Doha". A sua volta, la saltatrice in alto, Elena Vallortigara, alla vigilia della rassegna continentale, non nasconde quanto "sia stata un po' travagliata tutta la preparazione: sono contenta di esserci anche se non ho grandi certezze però, in quello che ho fatto finora, ci sono stati dei buoni progressi. Vado quindi con queste sicurezze che ho acquisito nelle gare, come ad Ancona, e negli allenamenti. Obiettivo è quello di essere ben presente in pedana, competitiva: voglio essere molto concentrata su di me, sulla gara e sui salti. E' un buon passaggio per la stagione all'aperto, la stagione è lunga e c'è tempo per fare ancora meglio".

Calcio: non solo Inter, su Rakitic c'è anche lo United

(ANSA) - ROMA, 27 FEB - Dopo avere visto sfumare Luka Modric l'estate scorsa, l'Inter può incontrare non poche difficoltà anche nella trattativa per portare in Italia un altro centrocampista croato, Ivan Rakitic. Sul giocatore del Barcellona, infatti, c'è anche l'interesse del Manchester United. Lo sostiene il Daily Mail, nell'edizione di oggi. Rakitic, classe 1988, è legato al club blaugrana da un contratto che scadrà nel 2021, ma avrebbe più volte manifestato il desiderio di cambiare aria, dopo avere vissuto cinque stagioni dalle parti del Camp Nou. (ANSA).

Golf: Johnson pronto a riprendersi leadership mondiale

(ANSA) - ROMA, 26 FEB - Per la prima volta dallo scorso settembre Dustin Johnson si prepara a tornare al primo posto nella classifica mondiale. Dopo il successo nel WGC Mexico di golf, che gli ha permesso di balzare dal quarto al secondo posto, l'americano è pronto a riprendersi la leadership occupata per l'ultima settimana da Justin Rose. Da lunedì 4 marzo, il trentaquattrenne di Columbia (South Carolina) tornerà ad occupare il trono, relegando al secondo posto il britannico, senza nemmeno giocare. L'Honda Classic (28 febbraio - 3 marzo in Florida) vedrà infatti a riposo i due big, con i criteri dell'Official world ranking che incoroneranno lo statunitense come nuovo imperatore del green. Un déjà vu, che già nel recente passato aveva permesso a Rose di scavalcare Brooks Koepka. (ANSA).

Nba: ovazione per Nowitzki, omaggio a sorpresa dei Clippers

(ANSA) - ROMA, 26 FEB - Omaggio a sorpresa e emozioni a non finire questa notte in casa dei Los Angeles Clippers, dove si giocava la sfida, poi vinta dai padroni di casa, contro i Dallas Mavericks. A pochi secondi dalla fine infatti, il tecnico dei californiani Doc Rivers ha chiesto un time out e poi, invece di arringare i suoi giocatori, peraltro a vittoria di fatto conseguita, ha preso un microfono e ha detto in tono solenne: "uno dei più forti di sempre, Dirk Nowitzki", indicando il lungo tedesco dei Mavericks fermo alla lunetta in attesa di effettuare un tiro libero. Un omaggio a sorpresa al campione tedesco, settimo nella speciale classifica dei più grandi marcatori di sempre. Un gesto inaspettato che ha stupito l'interessato, che sulle prime non si è reso conto di quanto stesse accadendo, mentre l'intero palazzetto dello sport in piedi gli tributava un lungo applauso. Nowitzki non è solo un campione, forte dei suoi 31.340 punti segnati in vent'anni di carriera in Nba, e il quarto per numero di partite giocate, ma è anche una bandiera dei Dallas Mavericks con i quali ha percorso tutta la sua parabola sportiva; a fine stagione lascerà il club, ma il campione -che il 19 giugno compirà 41 anni- non ha ancora spiegato se per ritirarsi o per andare altrove. "All'inizio - ha detto Nowitzki dopo la partita - non ho capito cosa stesse facendo Doc e mi chiedevo: 'Cosa sta combinando? Perché vuole chiamare un time-out adesso, a partita finita?'. Poi ha preso in mano il microfono e allora ho realizzato: è stato un gesto molto carino da parte sua, mi sono sentito onorato, è stato emozionante". In effetti il gesto del coach di casa Doc Rivers è stato improvvisato sul momento. "No, non l'avevo programmato ma mi è sembrato bello farlo, visto che c'erano le condizioni giuste".

Vialli, in Champions chance Juve al 50%

(ANSA) - MILANO, 25 FEB - "Credo sia una partita difficile, ma aperta. In questo momento le chance sono 50 e 50. La Juve ha già fatto tre gol al Bernabeu rischiando di qualificarsi dopo un risultato della partita d'andata molto più complicato. Sarà dura, però la Juve due gol li può fare e poi gestire i supplementari ed eventualmente i calci di rigore". E' l'auspicio di Gianluca Vialli, a margine della consegna del premio 'Il bello del calcio 2019', riguardo la partita di ritorno di Champions League contro l'Atletico. "L'importante - aggiunge - è che l'ambiente si compatti, che ci sia ottimismo, che la squadra si prepari bene, che Allegri faccia le scelte giuste e che magari l'Atletico sia in una giornata storta. Se tutte queste cose si allineano la Juve ha il potenziale per ribaltarla".

Golf: WGC Mexico, vittoria show per Dustin Johnson

(ANSA) - ROMA, 25 FEB - Dustin Johnson trionfa nel WGC Mexico Championship e torna al secondo posto nella classifica mondiale, insidiando il trono di Justin Rose. Dominio assoluto per l'americano che a Città del Messico con 263 (-21) colpi conquista il primo evento 2019 del World Golf Championship impartendo una seria lezione agli avversari. "Sono davvero felice - la gioia del trentaquattrenne di Columbia (South Carolina) -. E' un successo che mi riempie d'orgoglio, arrivato dopo una grande settimana". Ventesimo titolo ed esenzione a vita sul PGA Tour per il fuoriclasse a stelle e strisce. Niente da fare per il nordirlandese Rory McIlroy, secondo con 268 (-16), fermato solo da un Johnson in versione extraterrestre. Terzo posto per il tailandese Kiradech Aphibarnrat e i britannici Ian Poulter e Paul Casey (273, -11). Sul green del Club de Golf Chapultepec Tiger Woods (276, -8) chiude decimo davanti a Francesco Molinari (diciassettesimo con 278, -6). (ANSA).

Golf: Wgc Mexico, Johnson avvicina il titolo

(ANSA) - ROMA, 24 FEB - Dustin Johnson, in versione extraterrestre, domina la scena nel Wgc Mexico di golf e avvicina la 20/a vittoria in carriera sul PGA Tour. "Mi sento in splendida forma - le dichiarazioni dello statunitense - ma non è ancora finita, per trionfare non dovrò abbassare la guardia". Nel primo evento 2019 del World Golf Championship, il minicircuito mondiale, ancora una prova di forza del 34enne di Columbia (South Carolina), che ha chiuso il terzo round in 266 (-16), allungando il proprio vantaggio su Rory McIlroy (secondo con 201, -12) a quattro lunghezze. Già vincitore nel 2017 lo statunitense (numero 3 del world ranking) punta al bis per insidiare prepotentemente il trono mondiale di Justin Rose (assente in Messico). Sul green del Club de Golf Chapultepec solo McIlroy sembra in grado di contrastare la fuga di Johnson: gli altri player sembrano tagliati fuori. A un solo round dal termine della rassegna, lo spagnolo Sergio Garcia, gli statunitensi Patrick Cantlay e Patrick Reed, insieme all'australiano Cameron Smith, condividono il terzo gradino del podio (204, -9), lontani però sette colpi dal leader. A Città del Messico, Tiger Woods non brilla, ma resta nella Top 10. Il californiano (207, -6) è nono come anche Tommy Fleetwood e precede in classifica Francesco Molinari (208, -5), che è sempre 13/o.