Buffon "Mi sento ancora al top"

PARIGI, 07 AGO - Il fatto di non aver dato al Paese la "chance di vedere giocare l'Italia" ai Mondiali è una "ferita" ancora aperta: così Gianluigi Buffon alla rivista del Psg con cui debutterà domenica. Se il 40nne fenomeno ha scelto la capolista della Ligue1 è "prima di tutto perché mi sento ancora molto competitivo", spiega nell'intervista con foto di richiamo in prima pagina. Ma questa decisione è anche dettata dalla "mia convinzione di poter dare al Psg, ai miei compagni, alla squadra, qualche cosa di importante in termini di esperienza e di entusiasmo". "Tutti insieme possiamo riuscire a creare un grande gruppo", assicura Buffon. Spazio anche a Kylian Mbappé, che affrontò ai tempi in cui era alla Juve: "Possiede qualcosa in più rispetto agli altri. Spero che resti umile e conservi questa voglia di...

Gallerie

Buffon "Mi sento ancora al top"

PARIGI, 07 AGO - Il fatto di non aver dato al Paese la "chance di vedere giocare l'Italia" ai Mondiali è una "ferita" ancora aperta: così Gianluigi Buffon alla rivista del Psg con cui debutterà domenica. Se il 40nne fenomeno ha scelto la capolista della Ligue1 è "prima di tutto perché mi sento ancora molto competitivo", spiega nell'intervista con foto di richiamo in prima pagina. Ma questa decisione è anche dettata dalla "mia convinzione di poter dare al Psg, ai miei compagni, alla squadra, qualche cosa di importante in termini di esperienza e di entusiasmo". "Tutti insieme possiamo riuscire a creare un grande gruppo", assicura Buffon. Spazio anche a Kylian Mbappé, che affrontò ai tempi in cui era alla Juve: "Possiede qualcosa in più rispetto agli altri. Spero che resti umile e conservi questa voglia di evolvere e sacrificarsi. Se farà così, segnerà la storia del calcio e scriverà pagine incredibili di questo sport".

Calcio: il Barcellona lavora dietro le quinte per Pogba

(ANSA) - ROMA, 7 AGO - Il Barcellona continua a lavorare dietro le quinte per preparare il terreno all'assalto a Paul Pogba, centrocampista campione del mondo con la Francia, ormai sempre più lontano dal progetto di José Mourinho e del Manchester United. Nei giorni scorsi erano arrivati i messaggi del giocatore, che ha espresso il desiderio di appartenere a un club come quello blaugrana e di voler giocare con Leo Messi. Questione di motivazioni. Prima di gettarsi su Pogba, il Barca deve però chiudere almeno un'altra cessione, come quella del colombiano Mina, che interessa proprio allo United. Più che soldi, rivela il Mundo deportivo, infatti, il club catalano sembra orientato a proporre giocatori a Mourinho: i nomi sono quelli di André Gomes, connazionale del tecnico, Rafinha, o addirittura uno fra Rakitic e Dembelé. Il croato, però, è considerato un uomo-chiave del centrocampo da Ernesto Valverde, quindi difficilmente lascerà la Spagna. Su Pogba c'è anche la Juve che, per riavere il francese, sembra costretta a privarsi di un elemento come Pjanic. La situazione è in continua evoluzione e promette colpi di scena. (ANSA).

Calcio: Maldini, credo in questo progetto del Milan

(ANSA) - MILANO, 6 AGO - "Ora la situazione è diversa. Leonardo mi ha chiamato, mi ha esposto il progetto e lo hanno fatto anche i proprietari. E credo in questo progetto. I proprietari possono decidere, valeva anche in passato e io non dovevo essere per forza incluso, ora lo sono e sono contento": così Paolo Maldini, nella nuova veste di Direttore sviluppo strategico area sport del Milan, ha spiegato cosa è cambiato rispetto a quando in passato è stato contattato da Barbara Berlusconi o dall'ex proprietà cinese.(ANSA).

TENNIS

Fabio Fognini trionfa in Messico a Los Cabos

Terzo titolo 2018 per Fabio Fognini. Il ligure si è infatti aggiudicato all'alba italiana il trofeo dell'"Abierto Mexicano de Tenis Mifel", torneo Atp che si è concluso sul cemento di Cabo del Mar, in Messico. In finale il 31enne di Arma di Taggia, n.15 Atp e secondo favorito del seeding, ha sconfitto per 6-4 6-2, l'argentino Juan Martin Del Potro, n.4 del ranking mondiale e primo favorito del seeding.

Atletica: Tortu, a Berlino per migliorare ancora

(ANSA) - FIUMICINO, 4 AGO - "Sicuramente questi Europei sono un passaggio verso Tokyo 2020 ma non dimentichiamoci che quello di Berlino è l'appuntamento più importante dell'anno. Pertanto ci si arriva molto concentrati ed io ho molta voglia di correre, sto bene e sono molto carico". Lo ha detto Filippo Tortu, primatista nei 100 metri con il tempo di 9.99 ottenuto lo scorso 22 giugno a Madrid, alla partenza per i Campionati Europei di Berlino dove gareggerà nei 100 e nella 4x100. "Dopo Madrid, sono più consapevole dei miei mezzi, anche se il mio obiettivo è quello di arrivare a Berlino e migliorarmi ancora e statene pur certi che ci proverò". "Da buon capitano sono pronto a suonare la carica. Spero di portare la mia esperienza, la mia voglia di fare atletica, di gareggiare. Ai ragazzi ho semplicemente detto: andiamo a Berlino e divertiamoci". Cosi ha detto Fabrizio Donato, vicecampione continentale indoor del salto triplo ed atleta italiano con più maglie azzurre tra i 91 convocati. (ANSA).

Moto: R.Ceca, Rossi il migliore in FP3, Petrucci a un soffio

(ANSA) - ROMA, 4 AGO - Con la bandiera a scacchi che già sventolava Valentino Rossi ha ottenuto il miglior tempo nella terza sessione delle libere sul circuito di Brno (Repubblica Ceca). Il pilota della Yamaha ufficiale, in 1'55"175, ha preceduto di 86 millesimi la Ducati Pramac di Danilo Petrucci e di 151 la Ducati ufficiale di Jorge Lorenzo. Quarto tempo per Marc Marquez (Honda, +0.238), quinto per Andrea Iannone (Suzuki, +0.324). A seguire le Honda di Dani Pedrosa e Cal Crutchlow, la Yamaha Tech 3 di Johann Zarco e la Ducati di Tito Rabat. Nei primi 10 anche Andrea Dovizioso (Ducati Team), con un ritardo di 546 millesimi. (ANSA).

Calcio: Rummenigge "Lewandowski via nemmeno per 150 mln"

(ANSA) - ROMA, 2 AGO - Lo ha detto e lo ripete: Robert Lewandowski non è sul mercato. Karl-Heinz Rummenigge, direttore generale del Bayern Monaco, stavolta è ancora più lapidario e parlando al portale tedesco TZ della possibilità che il bomber possa lasciare i campioni di di Germania spiega che "siamo completamente soddisfatti di lui, e nel suo ruolo ci sono solo pochi giocatori comparabili, quindi non vogliamo venderlo, non importa se qualcuno mette 100 milioni o 150 milioni di euro sul tavolo". Le parole del manager bavarese arrivano a pochi giorni dalle esternazioni dell'attaccante polacco che aveva accennato alle sue intenzioni di "cambiare aria", per provare nuove esperienze. Non è un mistero che sulle sua tracce ci sia anche il Real Madrid, alla ricerca di un attaccante di peso e spessore in grado di far dimenticare l'uscita di Cristiano Ronaldo.

Calcio: Juventus batte Mls All Stars ai rigori

Nella sua terza e ultima gara della tournee americana, la Juventus batte 6-4 ai rigori la selezione Mls All-Stars dopo i tempi regolamentari finiti 1-1. Nel primo tempo del match giocato ad Atlanta, rete di Andrea Favilli al 21' e risposta di Josef Martinez al 26'. Nella ripresa il risultato non si sblocca. Dal dischetto i bianconeri non sbagliano, col gol decisivo segnato da Mattia De Sciglio.