Calcio: Juventus batte Mls All Stars ai rigori

Nella sua terza e ultima gara della tournee americana, la Juventus batte 6-4 ai rigori la selezione Mls All-Stars dopo i tempi regolamentari finiti 1-1. Nel primo tempo del match giocato ad Atlanta, rete di Andrea Favilli al 21' e risposta di Josef Martinez al 26'. Nella ripresa il risultato non si sblocca. Dal dischetto i bianconeri non sbagliano, col gol decisivo segnato da Mattia De Sciglio.

Gallerie

Calcio: Juventus batte Mls All Stars ai rigori

Nella sua terza e ultima gara della tournee americana, la Juventus batte 6-4 ai rigori la selezione Mls All-Stars dopo i tempi regolamentari finiti 1-1. Nel primo tempo del match giocato ad Atlanta, rete di Andrea Favilli al 21' e risposta di Josef Martinez al 26'. Nella ripresa il risultato non si sblocca. Dal dischetto i bianconeri non sbagliano, col gol decisivo segnato da Mattia De Sciglio.

Icc: Roma cala poker con il Barcellona

La Roma si riscatta e cancella la sconfitta contro il Tottenham. Ad Arlington, nell'International Champions cup, i giallorossi battono ancora una volta il Barcellona, già sconfitto nell'ultima Champions League. Questa volta, negli States, finisce 4-2, grazie a una doppia rimonta. Apre le marcature Rafinha al 6', ma El Shaarawy ristabilisce le distanze al 35'. Nella ripresa il 2-1 catalano arriva da Malcom (4'), che i blaugrana hanno soffiato proprio al club capitolino; ci pensa questa volta Florenzi a firmare il 2-2 al 33'. Il finale è tutto della Roma, che si porta sul 3-2 con Cristante al 38', quindi Perotti regala il 4-2 su rigore al 41'. Di Francesco ha schierato inizialmente il consueto 4-3-3, con Olsen in porta; Florenzi, Manolas, Marcano, Santon in difesa; Strootman, De Rossi, Lorenzo Pellegrini a centrocampo; El Shaarawy, Dzeko e Kluivert in attacco. Nel corso della partita hanno trovato spazio Cristante, Fazio, Gonalons, Juan Jesus, Kolarov, Mirante, Pastore, Luca Pellegrini, Perotti e Schick. (ANSA).

Icc: Real Madrid ko 2-1 contro lo United

A Miami, sul terreno dell'Hard Rock stadium, il Manchester United ha battuto i tripli campioni d'Europa del Real Madrid per 2-1, in una partita valida per l'International Champions cup. I 'Red devils' nel primo tempo si sono portati sul 2-0, grazie alle reti del cileno Alexis Sanchez e dello spagnolo Ander Herrera, che hanno battuto Casilla rispettivamente al 18' e al 27'. Prima dello scadere, in pieno recupero, Karim Benzema ha ridotto lo svantaggio, superando il portiere De Gea. I 'blancos', nella ripresa, fra il 1' e il 34', hanno cambiato ben 11 giocatori; Mourinho, che nei giorni scorsi si era lamentato per l'eccessivo impiego delle riserve in questo torneo statunitense, dalla parte opposta ha risposto solo con tre cambi. (ANSA).

Calcio: Higuain apre al prestito, più vicino al Milan

MILANO - Gonzalo Higuain sempre più vicino al Milan. Dopo le quattro ore di trattativa della scorsa notte è arrivato il 'sì' dell'attaccante argentino, che sblocca anche lo scambio fra Leonardo Bonucci e Mattia Caldara, già impostato da Milan e Juventus nei giorni scorsi e legato al destino di Higuain. Nella tarda serata di ieri si sono riuniti a Casa Milan il nuovo dt rossonero Leonardo e il fratello agente di Higuain. Secondo indiscrezioni, l'argentino, 31 anni a dicembre, è pronto ad accettare di trasferirsi dalla Juventus al Milan con la formula del prestito, che comunque è talmente oneroso (si parla di 18-20 milioni di euro) da rendere molto probabile il riscatto, fissato a 36 milioni. Resta da definire il nuovo ingaggio di Higuain, che alla Juventus guadagnava 7,5 milioni. Le parti sono al lavoro e in queste ore dovranno essere limati anche i dettagli dello scambio fra Bonucci e Caldara, valutati 40 milioni di euro entrambi.

Calcio: tutti i malumori di Mourinho, ora esonero possibile

LONDRA - José Mourinho non si smentisce, al terzo anno nello stesso club lascia esplodere tutte le sue insofferenze e frustrazioni: era già successo sulle panchine di Real Madrid e Chelsea, sta accadendo ora al Manchester United. Tutta colpa - sostengono i media inglesi - di un mercato che non ha entusiasmato (eufemismo) il tecnico lusitano, preoccupato che il distacco dal Manchester City del rivale Pep Guardiola sia addirittura aumentato. Da qui le continue dichiarazioni polemiche, contro tutto e tutti: dai suoi stessi giocatori, all'utilità delle amichevoli estive. Un malumore che avrebbe intossicato il ritiro dei Red Devils negli Stati Uniti, allarmando i dirigenti del club. Le ultime vittime dei suoi strali sono stati Antonio Valencia e Anthony Martial, criticati pubblicamente per il loro scarso rendimento. In precedenza aveva liquidato le amichevoli della tournée negli States come "inutili, partite nelle quali vogliamo solo evitare di subire figuracce". E perché il suo pensiero non venisse frainteso, ha persino aggiunto: "Se fosse per me non spenderei mai i miei soldi per vedere un simile spettacolo". Quindi è stata la volta del mercato dello United, bocciato senza mezzi termini nonostante gli arrivi di Fred (dallo Shakhtar) e Diego Dalot (Porto), per un passivo complessivo di 60 milioni di euro. "Ho presentato una lista di giocatori alla società diversi mesi fa. Me ne servono ancora due, ma so già che uno non arriverà di sicuro. Spero che arrivi almeno l'altro". L'obiettivo finale dei suoi attacchi è il direttore generale dello United Ed Woodward, con il quale da tempo si è spezzata la sintonia. Una rottura che ha convinto i bookmaker ad abbassare le quote dell'esonero di Mou, ritenuto "molto possibile" quando manca poco più di una settimana all'inizio della stagione.

Calcio: Malagò,Italia U19 dimostrato che talenti non mancano

(ANSA) - ROMA, 30 LUG - "Voglio dire un bravo ai ragazzi dell'Under 19 di calcio che, nonostante la sconfitta, hanno giocato una finale strepitosa. Hanno dimostrato che non è vero che non abbiamo i vivai e che non ci sono i giovani forti. La domanda da porsi è come valorizzare il loro talento al meglio per non vederlo sprecato". Così il presidente del Coni Giovanni Malagò, a margine di una conferenza stampa in Sala Giunta, all'indomani del ko dell'Italia U19 per 4-3 ai supplementari contro il Portogallo nella finale degli Europei di categoria in Finlandia.(ANSA).

Tennis: favola Berrettini, a Gstaad vince primo titolo

A 22 anni conquista il primo titolo in carriera, e la giovane Italia del tennis sorride. Matteo Berrettini scrive la sua favola a lieto fine a Gstaad, dove, sui campi in terra rossa svizzeri, batte in finale lo spagnolo Bautista Agut numero 17 del ranking mondiale. Una piccola grande impresa per il 22enne romano che, già entrato nella top 100, adesso vola fino alla 54/a posizione ed è il più giovane italiano a riuscirci dai tempi di Fognini. Il tennista della Capitale, forgiato e allenato da Vincenzo Santopadre, ha fatto percorso netto al torneo Atp 250, chiudendo al meglio anche la finale in cui in due set col punteggio di 7-6 6-4 in un'ora e quarantacinque minuti di gioco, ha avuto la meglio sullo spagnolo, numero due del tabellone a Gstaad. "E' incredibile. Questa settimana credo di aver giocato il miglior tennis della mia carriera - ha detto senza nascondere l'emozione il tennista azzurro che ha rivolto alla sua famiglia il primo pensiero -. Dedico a loro questo titolo: è da quando sono ragazzino che hanno creduto in me. Mi hanno accompagnato ovunque, anche in posti meno belli di questo: sono molto orgoglioso di loro". Poi il saluto verso i box dove ad applaudirlo c'era la fidanzata Lavinia. (ANSA).

Coppa Italia:De Laurentiis,calendario rivela incapacità Lega

NAPOLI - Il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, ha criticato la Lega di serie A sul calendario della Coppa Italia: "E' l'ultima grande affermazione - ha detto - dell'incapacità professionale della Lega, di chi pensa queste stupidaggini. Se giochiamo l'ultima partita dell'anno il 29 dicembre, c'è chi parte anche per il Sudamerica. O comunque i giocatori hanno diritto di andare dove vogliono, magari non a sciare che altrimenti rischiano di rompersi una gamba. Come è possibile giocare subito al rientro dal Capodanno? Ma come si fa? E come fanno gli altri? Forse gli altri sono tutti 'appecoronati', mi viene voglia di non farmi più rappresentare dalla Lega ma dall'Eca. Forse bisognerebbe fare una rifondazione, la Lega ha sempre fatto schifo negli ultimi 20 anni ma siamo ancora molto incoscienti ed immaturi". (ANSA).

Calcio: Ancelotti, sorpreso da contestazione a De Laurentiis

(ANSA) - NAPOLI, 28 LUG - "Gli striscioni di contestazione a De Laurentiis apparsi a Napoli mi sorprendono. Questa è una società che in 12 anni ha fatto passi da gigante grazie al presidente che è stato capace di costruire un club di gente capace, di giocatori bravi e giovani senza spendere follie". Lo ha detto il tecnico del Napoli, Carlo Ancelotti, nella conferenza stampa di fine ritiro, a Dimaro. "Con De Laurentiis parliamo poco di calcio - ha aggiunto - è una persona di cultura, mi piace molto parlare con lui di cinema. Anche sul mercato non ci sono le priorità mie o del presidente, c'è un gruppo con il ds che discute e prende decisioni. Dicevano che volevo giocatori top, invece mi piace il progetto di crescita di questa società che voglio aiutare a crescere nei prossimi anni".(ANSA).