Da Fleetwood a Hatton, star Ryder Cup al Dunhill Links

(ANSA) - ROMA, 03 OTT - L'European Tour torna con uno dei tornei più innovativi, l'Alfred Dunhill Links Championship. In Scozia (4-7 ottobre), sui tre percorsi dell'Old Course di St. Andrews, Carnoustie e Kingsbarns, tra i più famosi al mondo, la rassegna si svolgerà con formula pro am (un pro e un dilettante) all'insegna dello spettacolo, con il taglio che arriverà dopo 54 buche. Sul green alcuni dei big che hanno trionfato con l'Europa in Ryder Cup. Da Tommy Fleetwood (autentico trascinatore con Francesco Molinari in Francia) a Tyrrell Hatton (campione in carica), che dopo i successi 2016 e 2017 sogna uno storico tris. Tra i giocatori più attesi, Brooks Koepka (numero 3 mondiale) e Tony Finau. I due player americani, dopo la batosta di Parigi, proveranno a prendersi la rivincita contro gli assi europei....

Gallerie

Da Fleetwood a Hatton, star Ryder Cup al Dunhill Links

(ANSA) - ROMA, 03 OTT - L'European Tour torna con uno dei tornei più innovativi, l'Alfred Dunhill Links Championship. In Scozia (4-7 ottobre), sui tre percorsi dell'Old Course di St. Andrews, Carnoustie e Kingsbarns, tra i più famosi al mondo, la rassegna si svolgerà con formula pro am (un pro e un dilettante) all'insegna dello spettacolo, con il taglio che arriverà dopo 54 buche. Sul green alcuni dei big che hanno trionfato con l'Europa in Ryder Cup. Da Tommy Fleetwood (autentico trascinatore con Francesco Molinari in Francia) a Tyrrell Hatton (campione in carica), che dopo i successi 2016 e 2017 sogna uno storico tris. Tra i giocatori più attesi, Brooks Koepka (numero 3 mondiale) e Tony Finau. I due player americani, dopo la batosta di Parigi, proveranno a prendersi la rivincita contro gli assi europei. Nel field anche 5 player azzurri: Edoardo Molinari, Renato Paratore, Nino Bertasio, Matteo Manassero e Andrea Pavan. E poi altre star internazionali come Fitzpatrick, Kuchar, Li e altri. In Scozia lo show è garantito.

Tokyo, Nishikori ai quarti

ROMA, 3 OTT - Kei Nishikori è stato il primo a staccare il pass per i quarti di finale del "Rakuten Japan Open", in corso sui campi in cemento dello Sport Plaza di Tokyo. L'idolo di casa, n.12 Atp e terzo favorito del tabellone, ha sconfitto per 6-3 7-5 il francese Benoit Paire. Insieme al 28enne di Shimane sono approdati ai quarti il russo Daniil Medvedev e il canadese Milos Raonic che si contenderanno venerdì un posto in semifinale. Chiuderà il programma odierno il match tra Stan Wawrinka, sceso al n.74 Atp dopo il lungo stop per le due operazioni al ginocchio, e Denis Shapovalov. (ANSA).

Champions: Ancelotti, fiducia perché sappiamo cosa fare

(ANSA) - ROMA, 2 OTT - ''Abbiamo tanta fiducia per la partita con il Liverpool. Sappiamo quello che dobbiamo fare e domani lo faremo''. Ancelotti in conferenza stampa carica il Napoli e se stesso in vista della gara di Champions di domani sera al San Paolo. ''Dobbiamo ripartire dalla prima mezz'ora di sabato scorso a Torino con la Juve anche se domani l'aspetto psicologico sarà diverso. Giochiamo in casa e sappiamo che tipo di aiuto ci possono dare i nostri tifosi''. ''Troveremo - conclude il tecnico dei partenopei - una squadra che giocherà ad alta intensità e dovremo farlo anche noi. Il risultato sarà determinato dalla capacità che avremo di imporre la nostra strategia sulla partita, anche se sarà molto difficile''.(ANSA).

Motogp, Marquez ormai vede titolo

(ANSA) - ROMA, 2 OTT - Una pista al debutto nel Motomondiale, quella thailandese di Buriram, apre domenica il quartetto di gare asiatiche che impegnerà team e piloti fino al 4 novembre prossimo, prima del finale del 18 a Valencia. Il più ansioso di tornare sulla pista disegnata da Hermann Tilke è Marc Marquez, che con la sua Honda fu il più veloce nei test condotti lì a febbraio e conta di aumentare ancora il suo enorme vantaggio in classifica (72 punti su Andrea Dovizioso), per chiudere in fretta il discorso per il titolo. "Sono molto eccitato all'idea di gareggiare in Thailandia per la prima volta -dice lo spagnolo- ma occorre stare calmi e concentrati. Nei test di febbraio siamo andati bene -prosegue- ma dobbiamo rivedere ogni dettaglio rispetto ad allora già a partire da venerdì mattina, specie per quanto riguarda il setting e le gomme. Alcune parti del circuito sono insidiose, ma il tracciato mi piace. Bisognerà tener conto anche del fattore clima, molto caldo e umido". (ANSA).

Golf: Molinari,da noi contributo a compattezza Europa

ROMA, 1 OTT - "In questi giorni a Parigi è stato molto emozionante sentire gridare Europe Europe da spettatori di diverse nazionalità. Credo che abbiamo contribuito a dare un messaggio di compattezza e ci tengo a condividere questo merito con tutto il resto della squadra". Francesco Molinari, al telefono con l'Ansa dal treno che lo riporta a casa, rivive cosi' l'emozione della vittoria di Ryder Cup. "Se mi sento italiano o europeo? Vivo a Londra, ma mi sento italiano al 100% e ho indossato con fierezza il tricolore durante la premiazione".

Agnelli 'gran lavoro Marotta, ora sfide superiori'

(ANSA) - MILANO, 1 OTT - "Marotta e Mazzia hanno fatto un gran lavoro anche per far crescere nuovi, giovani dirigenti, che davanti a loro avranno sfide ambiziose e globali, pari se non superiori a quelle del 2010. Dobbiamo continuare a competere con squadre leggermente davanti a noi dal punto di vista dello spettro dei ricavi". Così il presidente della Juventus Andrea Agnelli ha brevemente spiegato il divorzio dall'ad Giuseppe Marotta, prima di entrare in Lega di A per l'assemblea dei club.

Ryder Cup: Molinari inarrestabile, azzurro verso en plein

(ANSA) - ROMA, 30 SET - A Parigi Francesco Molinari è inarrestabile. Senza storia fin qui il match contro Phil Mickelson, con l'azzurro che dopo 5 buche conduce 3up sull'americano. Il piemontese continua a trascinare l'Europa, in vantaggio 10-6 sugli Stati Uniti al termine del 2/o giorno di gare della 42/a edizione della Ryder Cup. Il Vecchio Continente domina anche l'incontro che vede la sorpresa Thorbjorn Olesen nettamente avanti su Jordan Spieth. Gli Stati Uniti rispondono con Tony Finau che sta surclassando Tommy Fleetwood. In equilibrio tutti gli altri incontri. (ANSA).

F1: doppietta Hamilton-Bottas in Russia, Vettel 3/o

(ANSA) - ROMA, 30 SET - Doppietta Mercedes al gran premio di F1 di Russia. Vince Lewis Hamilton (70mo successo in carriera), davanti al compagno Valtteri Bottas. Terzo posto per la Ferrari di Sebastian Vettel, quarto l'altro ferrarista Kimi Raikkonen. Sorprendente quinto posto per Max Verstappen su Red Bull, partito dalla 19ma posizione. Con la vittoria di oggi Hamilton allunga nella classifica mondiale, portandosi a 306 punti, mentre Vettel perde ancora terreno e lo insegue a 256. In classifica costruttori Mercedes 495 punti, Ferrari 442. (ANSA).

Ryder Cup: a Parigi al via 2/a giornata di gare

(ANSA) - ROMA, 29 SET - E' iniziata a Parigi la seconda giornata di gare della 42/a edizione della Ryder Cup. Al Le Golf National big in campo, con l'Europa che dopo il 1° round, caratterizzato da una rimonta show, è avanti 5-3 sugli Stati Uniti. Grande attesa per la rivincita tra Francesco Molinari/Tommy Fleetwood e Tiger Woods/Patrick Reed. L'azzurro e il britannico, un tandem che ieri è apparso perfetto, nella prima manche hanno conquistato due vittorie fondamentali consegnando altrettanti punti al Vecchio Continente. Il match è già iniziato e a Parigi l'attesa è massima. Da tenere d'occhio pure gli incontri Sergio Garcia/Rory McIlroy e Tony Finau/Brooks Koepka. Oltre a quelli tra i britannici Paul Casey/Tyrrell Hatton e Dustin Johnson/Rickie Fowler. Chiudono la contesa mattutina Ian Poulter/Jon Rahm che sfideranno Justin Thomas e Jordan Spieth. (ANSA).

Calcio: è morto ex arbitro Luigi Agnolin, 226 partite in A

ROMA, 29 SET - È morto oggi l'ex arbitro Luigi Agnolin, tra i più famosi fischietti italiani. Aveva 75 anni. Lo rende noto l'Aia. Arbitro dal 1961, Ha diretto 226 gare in Serie A in cui esordì il 18 marzo 1973 in Fiorentina-Cagliari. Nominato arbitro internazionale nel 1978, rappresentò l'Italia ai Mondiali dell'86 in Messico e del '90 in Italia. Diresse la finale della Coppa dei campioni 1988 tra Psv e Benfica, vinta dagli olandesi. Tra il 1990 e il 1992 ha ricoperto il ruolo di Commissario della CAN C, prima di lasciare l'Associazione. Nel 2006 fu nominato Commissario Straordinario dell'Associazione Italiana Arbitri. Il presidente dell'Aia Marcello Nicchi, insieme ai componenti del Comitato nazionale, al responsabile del Settore Tecnico Arbitrale Alfredo Trentalange ed ai Responsabili degli organi tecnici nazionali, anche a nome dei 33.000 arbitri italiani, hanno espresso alla famiglia di Agnolin profondo cordoglio e vicinanza.