Gallerie

Champions: tifosi Roma a Fiumicino, "mister, annamo a vince"

"Daje Mister, forza! Annamo a vince sta partita!". Con simili incoraggiamenti in romanesco, l'allenatore della Roma, Eusebio Di Francesco, è stato accolto da un gruppo di tifosi all'aeroporto di Fiumicino, da dove la squadra giallorossa è partita per Madrid, dove domani affronterà il Real Madrid in Champions League. Giunti nello scalo romano in pullman da Trigoria, poco dopo le 15, per imbarcarsi su un charter Alitalia, i calciatori hanno trovato alcuni tifosi ad attenderli all'ingresso del terminal 1, compresi anche operatori aeroportuali di chiara fede giallorossa che, oltre agli autografi, hanno chiesto di posare per davanti ai loro smartphone e tablet. Tra i più gettonati Di Francesco, Daniele De Rossi, cappelletto con visiera girato all'indietro, che è stato letteralmente accerchiato da alcuni suoi fan, poi a seguire Alessandro Florenzi, Aleksandar Kolarov, Steven N'Zonzi. Scortata dalla polizia di frontiera, la squadra, dopo aver superato i controlli di sicurezza, ha quindi raggiunto l'uscita di imbarco del volo AZ 8950 decollato intorno alle 16.

LE FOTO

Viabilità a Bolzano, piano di infrastrutture da oltre 1 miliardo

Protocollo di intesa tra Provincia, Comune di Bolzano e Autobrennero, che prevede opere per un importo superiore al miliardo di euro per la viabilità del capoluogo. Le prime opere che contribuiranno a dare una svolta alla viabilità e al sistema dei trasporti di Bolzano, come ad esempio gli attesi interventi infrastrutturali lungo via Einstein e la fermata del treno a San Giacomo, sono previste entro circa 3 anni. La parte più consistente degli interventi, per una cifra complessiva pari a 586 milioni, è a carico di Autobrennero.

Fra gli interventi a carico dell’A22 vi sono lo spostamento del tracciato cittadino dell’autostrada e la realizzazione della terza corsia dinamica tra Bolzano nord ed Egna, la riconversione a tangenziale urbana dell'attuale tracciato dell’arteria e l’adeguamento del ponte sul fiume Adige a Vadena. Per le due grandi opere i tempi di realizzazione complessivi sono stimati in 12 anni. Sono 6, invece, gli anni previsti per il rifacimento del sovrappasso autostradale presso il casello di Bolzano sud, il raddoppio del sovrappasso autostradale di via Einstein, il risanamento e adeguamento degli attuali sovrappassi autostradali di collegamento con la Mebo e via Einstein. In calendario anche il rifacimento delle barriere antirumore nel tratto cittadino dell’Autostrada del Brennero.

La Provincia si impegna da parte sua a concludere in tre anni i lavori per il sottopasso presso la rotatoria di via Galvani, per il sovrappasso di via Buozzi, e per il nuovo ponte sull’Isarco (costi per 60 milioni). Il sottopasso di via Roma (15 milioni, di cui 3,5 a carico del Comune) sarà realizzato successivamente. Entro 10 anni sarà portato a termine anche il tunnel sotto Monte Tondo che collegherà la strada per la Val Sarentino e via Innsbruck (spesa di 65 milioni).

Di pertinenza del Comune, invece, il nuovo collegamento via Siemens - via Grandi – Galleria del Virgolo e la nuova viabilità sulla via Innsbruck nel tratto tra la Galleria del Virgolo ed il bivio Merano - A22. Tempi di realizzazione previsti: 6 anni. Sono 7 gli anni, invece, che saranno necessari per la realizzazione di un percorso di trasporto pubblico in sede protetta su via Buozzi, via Pacinotti, via Galilei, via Avogadro, via Grandi e via Roma, con interconnessione alla nuova linea del tram attraverso autobus a zero emissioni. I mezzi ecologici collegheranno tra loro Laives, Bolzano sud ed il centro del capoluogo e si integreranno con la fermata ferroviaria della Fiera di Bolzano. La spesa prevista per le opere in carico al Comune è di 13 milioni di euro.

Rete Ferroviaria Italiana si occuperà invece del potenziamento dei collegamenti urbani ferroviari sulla tratta Casanova – Terlano e della contestuale realizzazione del nodo di interscambio a Ponte Adige (tram, linee autobus, piste ciclabili) nonché della costruzione della galleria ferroviaria a tre binari del Virgolo per l’ingresso indipendente della linea ferroviaria Bolzano-Merano nella stazione centrale. L’investimento complessivo sarà di circa 155 milioni e le opere saranno completate entro 8 anni. Per il capoluogo è anche molto attesa, sempre a carico di RFI, la realizzazione di nuove fermate sulla linea ferroviaria Verona – Brennero, a San Giacomo ed in altri punti nodali (viene ipotizzata, ad esempio, una fermata all’altezza di Piazza Bersaglio a Oltrisarco). La realizzazione della linea tramviaria tra la stazione di Bolzano e il nodo d'interscambio di Ponte Adige attraverso il centro storico, corso Libertà, viale Druso e un collegamento con l’Ospedale di Bolzano, sarà realizza da Strutture Trasporto Alto Adige (STA). I costi previsti si aggirano intorno ai 120 milioni. La Provincia di Bolzano prevede, infine, di investire ulteriori 62 milioni per lo sviluppo strategico della rete di trasporto pubblico e la graduale sostituzione del parco autobus con mezzi a zero emissioni.

Champions: Juventus, Dybala recupera e De Sciglio out

(ANSA) - TORINO, 18 SET - Buone notizie per Massimiliano Allegri da Paulo Dybala alla vigilia dell'esordio in Champions di domani a Valencia. L'attaccante argentino si è allenato con i compagni dopo la contusione al piede che l'aveva costretto ieri a sottoporsi a terapie. Assente invece Mattia De Sciglio, costretto al forfait pochi minuti prima di Juventus-Sassuolo: gli esami a cui si è sottoposto il laterale - si legge nella nota pubblicata sul sito della società bianconera - hanno evidenziato "una lesione di tipo distruttivo ai flessori della coscia destra". Le sue condizioni saranno monitorate nei prossimi giorni. Partenza per Valencia fissata nel pomeriggio.

Arrestato sindaco Ponzano Romano, accusato corruzione

(ANSA) - ROMA, 18 SET - Arrestato dai carabinieri il sindaco di Ponzano Romano, comune a nord della Capitale. E' accusato di corruzione. Ci sono anche due indagati, all'epoca dei fatti pubblici ufficiali. Per gli inquirenti avrebbero tutti ricevuto benefici da Sergio Scarpellini, l'immobiliarista romano arrestato dai carabinieri per corruzione nel dicembre 2016 assieme all'allora dirigente del comune di Roma Capitale Raffaele Marra. Sequestrati beni per 750mila euro, ritenuti profitto delle tangenti ricevute.

Carlotta Maggiorana è la nuova Miss Italia

(ANSA) - MILANO, 18 SET - Carlotta Maggiorana, in gara con il numero 12 e con il titolo di Miss Marche, 26 anni di Cupra Marittima (Ascoli Piceno), è Miss Italia 2018. Nella volata finale a due, in diretta su La7, ha battuto Fiorenza D'Antonio, Miss Rocchetta Bellezza Campania in gara con il numero 29. Chiara Bordi, la ragazza in concorso con una protesi alla gamba sinistra in seguito ad un incidente in motorino, ha sfiorato il titolo. La 18enne di Tarquinia si è classificata al terzo posto. Francesco Facchinetti, che a Milano ha condotto la finale insieme a Diletta Leotta, si è rivolto agli haters che sui social hanno insultato la ragazza dicendo loro: "Siete dei deficienti".

Coree, Kim accoglie Moon a piedi scaletta aereo

(ANSA) - PECHINO, 18 SET - Il leader nordcoreano Kim Jong-un ha accolto insieme alla first Ri Sol-ju ai piedi della scaletta dell'aereo della Presidenza sudcoreana l'arrivo del presidente sudcoreano Moon Jae-in e la consorte Kim Jung-sook. Le immagini trasmesse in diretta tv dai media di Seul e internazionali hanno mostrato calorosi saluti e abbracci tra le due coppie. Sulla pista dello scalo aereo appena rinnovato di Pyongyang, oltre alla folla sistemata per le grandi occasioni dotata di fiori di plastica, bandiere della Corea del Nord e di quella della Corea unificata, ha fatto a sorpresa la sua comparsa Kim insieme alla first lady Ri. Sul tappeto rosso erano già schierati i funzionari di vertice anche militari nordcoreani, a cominciare da Kim Yong-nam, il capo dello Stato de facto, per il tradizionale benvenuto riservato agli ospiti illustri. Dopo le presentazioni e la rassegna del picchetto d'onore i due leader hanno guadagnato le auto per dare vita al corteo che raggiungerà Pyongyang in circa 20 minuti.

BELLEZZA

Miss Italia, la nuova regina è Carlotta Maggiorana, niente da fare per le nostre

Non è andata come si aspettavano le nostre quattro moschettiere l’edizione 2018 di Miss Italia. Tre sono state eliminate addirittura alla prima scrematura mentre l’unica rimasta in gara, Giulia Auer - che comunque porta a casa i titoli nazionali di Miss Rocchetta e di Miss Eleganza - se ne è andata dal palcoscenico nella seconda tornata di eliminazioni. Alla fine, dopo la lunghissima kermesse, in cui un ricordo con standing ovation è stato riservato a Fabrizio Frizzi, per ben 17 anni conduttore della trasmissione su Rai1, a vincere è stata Carlotta Maggiorana. La ventiseienne di Cupra Marittima, in provincia di Ascoli Piceno, era arrivata a Jesolo con la fascia di Miss Marche, conquistata a Pieve Torina, uno dei paesi più colpiti dal terremoto del 2016. Una vittoria, quella marchigiana, dedicata al padre scomparso dieci anni fa, “che mi guarda sempre da lassù”, aveva detto Carlotta. Carlotta Maggiorana ha 26 anni compiuti lo scorso 3 gennaio ed è tra le vincitrici meno giovani della storia del Concorso: prima di lei, un’altra ventiseienne conquistò la corona di Miss Italia, Nadia Bengala. Era il 1988 e sono passati 30 anni. Carlotta ha battuto Fiorenza D'Antonio, la numero 29, eletta Miss Italia Social 2018; terza classificata Chiara Bordi, la 18enne di Tarquinia con una protesi alla gamba, Miss Ethos Profumerie 2018. (Claudio Libera)