Corea Nord:Kim e inviato Xi Jinping insieme a saluto d'onore

(ANSA) - PYONGYANG, 9 SET - Il legame tra Corea del Nord e Cina è pienamente ristabilito: in aggiunta ai tre incontri avuti in pochi mesi da Kim Jong-un con il presidente Xi Jinping, oggi c'è stato il saluto d'onore congiunto riservato dal leader a Li Zhanshu, al termine della parata militare in piazza Kim Il-sung per i 70 anni della fondazione dello Stato. Li, numero tre nella scala gerarchica del Pcc, presidente dell'assemblea parlamentare e braccio destro politico di Xi, è a Pyongyang come rappresentante speciale del presidente cinese e a capo di una delegazione. Ha seguito la parata dalla balconata dei leader accanto a Kim: alla fine, l'hanno percorso da un capo all'altra insieme, ricambiando le ovazioni della folla, con Kim che, tenendogli la mano, gli ha sollevato il braccio a ostentare una unità...

Gallerie

Corea Nord:Kim e inviato Xi Jinping insieme a saluto d'onore

(ANSA) - PYONGYANG, 9 SET - Il legame tra Corea del Nord e Cina è pienamente ristabilito: in aggiunta ai tre incontri avuti in pochi mesi da Kim Jong-un con il presidente Xi Jinping, oggi c'è stato il saluto d'onore congiunto riservato dal leader a Li Zhanshu, al termine della parata militare in piazza Kim Il-sung per i 70 anni della fondazione dello Stato. Li, numero tre nella scala gerarchica del Pcc, presidente dell'assemblea parlamentare e braccio destro politico di Xi, è a Pyongyang come rappresentante speciale del presidente cinese e a capo di una delegazione. Ha seguito la parata dalla balconata dei leader accanto a Kim: alla fine, l'hanno percorso da un capo all'altra insieme, ricambiando le ovazioni della folla, con Kim che, tenendogli la mano, gli ha sollevato il braccio a ostentare una unità ritrovata.

Us Open: Osaka nella storia, Serena ko e nervi tesi

(ANSA) - ROMA, 8 SET - E' Naomi Osaka la regina di New York: la giapponese batte il 'totem' Serena Williams e diventa la prima tennista del suo Paese a trionfare in un Major. Per l'americana si tratta dell'ennesimo sogno distrutto a Flashing Meadows: dopo il sogno infranto da Roberta Vinci tre anni fa che le impedì di conquistare il grande Slam, oggi la 37enne ex n.1 del mondo si è dovuta arrendere alla Next Gen del Sol Levante, 21 anni a ottobre e che diventerà nuova n.7 Wta dopodomani, che l'ha battuta in due set col punteggio di 6-2 6-4 dopo 1h e 21' di gioco. Una finale a sorpresa che ha regalato anche un rovente fuori programma con la polemica della furibonda padrona di casa nei confronti del giudice di sedia, Carlos Ramos. La strafavorita americana, numero 26 Wta ma accreditata della 17esima testa di serie, ha visto così sfuggire ancora una volta il 24mo Slam della carriera, che le sarebbe valso il record eguagliato di Margaret Court. Eppure la ex n.1 del modo era partita forte nel primo set, prima di vedere scappar via l'avversaria che ha infilato addirittura cinque game consecutivi, di cui due break, per il 5-1. Una Serena lontana parente della tennista ammirata poche ore prima contro la Sevastova e che ha inanellato errori su errori (4 doppi falli, 14 errori non forzati e appena il 44% di punti sulla seconda) e che nulla ha potuto se non cedere il primo set 6-2 alla più giovane avversaria. Nel secondo set sembra che le previsioni della vigilia possano concretizzarsi, considerando anche l'abitudine di Serena ad entrare in partita tardi: riesce a strappare la battuta all'Osaka nel quarto gioco e sembra che tutto possa filare liscio per lei, ma a complicarle la vita ci si mette prima l'avversaria e poi lei stessa, che comincia ad inveire, furibonda, contro la giudice di sedia ("ladra") per alcune chiamate dubbie. Un nervosismo che le fa perdere immediatamente il servizio e quel controbreak decide il match perchè la giapponese piazza il break anche nel settimo game e va servire per il match nel decimo che chiude alla grande nonostante Serena le annulli il primo dei due match point: sul secondo la giapponesina non sbaglia e centra il successo e la storia. (ANSA).

Egitto: altre 75 condanne morte per Fratelli musulmani

Un tribunale egiziano ha condannato a morte 75 esponenti della Fratellanza musulmana, tra cui alcuni leader di primo piano per il loro coinvolgimento in un sit-in di protesta del 2013. Decisi anche 47 ergastoli. Uno di questi per il capo della Fratellanza, Mohammed Badie, già destinatario di una serie di sentenze a vita per fatti analoghi. Gli imputati al processo, l'ennesimo contro l'organizzazione ormai fuorilegge, erano 739. Le accuse vanno da omicidio a danneggiamento di proprietà privata.

Moto: Misano, pole a Lorenzo, poi Miller. Rossi 7/o

Pole position per Jorge Lorenzo in sella alla Ducati nel Motogp di San Marino in programma domani sul circuito di Misano. Lo spagnolo oggi nelle qualifiche ha dominato, precedendoo Jack Miller con la Ducati Pramac e Maverick Vinales su Yamaha. Lorenzo ha segnato un tempo record percorrendo un giro in 1'31"629. Quarto tempo per Andrea Dovizioso, davanti a Marc Marquez; settimo Valentino Rossi.

Venezia: Ilaria Cucchi, eventi sul film spariti da Facebook

(ANSA) - MILANO, 8 SET - "'Sulla mia pelle' aveva invaso il web. Una valanga di eventi organizzati in tutta Italia per la proiezione. La cosa mi ha fatto un enorme piacere e mi ha scaldato il cuore vedere ancora una volta quanto interesse e quanto calore ci sia intorno a Stefano e a questo bellissimo film su di lui. Devo pertanto confessare tutto il mio dispiacere e la mia amarezza per il fatto che tutto questo sia stato cancellato in un batter d'occhio da Facebook. Scomparso". Lo denuncia Ilaria Cucchi sullo stesso Facebook, parlando del film di Alessio Cremonini che alla Mostra di Venezia ha aperto la sezione Orizzonti e spiegando: "Noi non abbiamo voce in capitolo, possiamo forse comprenderne le ragioni ma mi dispiace e non poco". Secondo Milano in Movimento, Fb ha cancellato gli eventi che annunciano la proiezione gratuita del film 'Sulla mia pelle - gli ultimi giorni di Stefano Cucchi' a causa del copyright. Il film, presentato in anteprima a Venezia, uscirà, infatti, al cinema e su Netflix il 12 settembre. "Netflix, Facebook e i multisala vogliono impedire la proiezione del film - scrivono gli attivisti di Milano in Movimento - pretendendo di avere l'esclusiva facendo appello al 'diritto d'autore' e affermando che il film non può essere visto fuori dal nucleo domestico e di conseguenza in collettività, in un luogo pubblico e gratuitamente". A Milano l'appuntamento per chi pensa che "questo sia un film da vedere in compagnia e in un luogo pubblico per condividere ogni singola emozione" è il 13 settembre alle 21 in piazza Oberdan, organizzato dal collettivo LuMe. (ANSA).

L'EVENTO

Baseball, calcio, judo, danza, football e tanto altro: sul Talvera la festa dello sport

Si è aperta nel migliore dei modi la due giorni dedicata al Bolzano Sport Festival. L'iniziativa, che vede impegnate oltre 90 associazioni cittadine, è stata molto apprezzata dalla cittadinanza, che ha risposto presente all'appuntamento sui prati del Talvera. La prima edizione del grande evento, promosso e organizzato dall'Assessorato allo Sport e Partecipazione della Città di Bolzano, proseguirà anche domani, domenica 9 settembre, con un fitto programma che si aprirà alle 8.30 per chiudersi alle 19 (foto Matteo Groppo)

 

8 SETTEMBRE

Una corona per ricordare la lotta di liberazione

Una delegazione dell'Anpi Allto Adige ha deposto una corona presso il Monumento ai caduti per la Libertà di Piazza Adriano per ricordare l'inizio della lotta di liberazione. In un breve intervento il Presidente di Anpi Guido Margheri ha ricordato che le radici della democrazia, della Costituzione, della nostra autonomia, della nostra convivenza sono nelle scelte di coloro che come Manlio Longon, Jose Mayr Nusser, Franca Turra, Hans Egarter e tantissimi altri, seppero opporsi al nazifascismo finendo per conquistare anche molti di coloro che si erano fatti abbagliare dalle promesse delle dittature e dei nazionalismi (foto Matteo Groppo)

BELLEZZA

Miss Italia. Ecco le schede delle 33 finaliste, tra loro anche 4 ragazze del Trentino Alto Adige

Fra le 33 che vedremo su LA7 il 17 settembre alle 21.15 per la diretta in cui verrà eletta Miss Italia, la giuria ha valutato idonee ben 4 ragazze della nostra regione. Due le trentine, Giulia Cetto, 18 anni di Levico Terme, e Sophie Agnese Krause, 20 anni di Trento, così come le altoatesine, Giulia Auer 18 anni di Bolzano e Nicole Nietzsch 18 anni di Postal.