Calcio: Ranieri torna in Premier, allenerà il Fulham

(ANSA) - LONDRA, 14 NOV - Ritorno in Premier League per Claudio Ranieri, scelto come nuovo manager del Fulham. Improvviso cambio sulla panchina del club londinese, ultimo in classifica (solo cinque punti dopo 12 giornate): la società ha deciso il licenziamento di Slavisa Jokanovic, sostituendolo con il tecnico romano ed ex manager di Chelsea e Leicester, con cui ha vinto un clamoroso titolo nazionale nel 2016. "Cambiare senza avere un preciso piano non era una soluzione - ha spiegato il presidente del Fulham Shahid Khan -. Poter contare su qualcuno del calibro di Claudio, pronto ad accettare la sfida è stato essenziale. Claudio rappresenta una certezza, non un rischio, ha un profilo essenziale per il club in questo momento". Ranieri, 67 anni, ha firmato un contratto "di diversi anni", anche se non è stata...

Gallerie

Calcio: Ranieri torna in Premier, allenerà il Fulham

(ANSA) - LONDRA, 14 NOV - Ritorno in Premier League per Claudio Ranieri, scelto come nuovo manager del Fulham. Improvviso cambio sulla panchina del club londinese, ultimo in classifica (solo cinque punti dopo 12 giornate): la società ha deciso il licenziamento di Slavisa Jokanovic, sostituendolo con il tecnico romano ed ex manager di Chelsea e Leicester, con cui ha vinto un clamoroso titolo nazionale nel 2016. "Cambiare senza avere un preciso piano non era una soluzione - ha spiegato il presidente del Fulham Shahid Khan -. Poter contare su qualcuno del calibro di Claudio, pronto ad accettare la sfida è stato essenziale. Claudio rappresenta una certezza, non un rischio, ha un profilo essenziale per il club in questo momento". Ranieri, 67 anni, ha firmato un contratto "di diversi anni", anche se non è stata specificata la durata dell'accordo. (ANSA).

LE FOTO

Incendi in California, le vittime salgono a 50

ROMA, 14 NOV - E' salito a quota 50 il bilancio delle vittime degli incendi che stanno devastando la California: lo riporta il quotidiano Guardian. Per ora si contano 48 morti provocati dall'incendio ribattezzato Camp fire, nel nord dello Stato, e due causati dal Woolsey Fire, più a sud, nella contea di Los Angeles. (ANSA).

Gli eroi super ma realistici di Stan Lee

(ANSA) - MILANO, 13 NOV - "L'idea geniale che Stan Lee aveva applicato ai fumetti, e che lanciò l'età d'oro della Marvel, era fondata sul modo in cui i personaggi parlavano, i loro sentimenti e le situazioni realistiche che si trovavano ad affrontare. L'equazione sembrava quasi troppo semplice: se i supereroi potevano essere come te, tu potevi essere come un supereroe". Lo scrive Bob Batchelor in 'Stan Lee - Il padre dell'universo Marvel', la biografia edita da Leone Editore e uscita in libreria l'8 novembre scorso. Stan Lee, morto ieri a 95 anni a Los Angeles, ha rivoluzionato l'industria del fumetto mondiale inventando, insieme a Steve Ditko e Jack Kirby, personaggi entrati nell'immaginario collettivo come l'Uomo Ragno, l'Incredibile Hulk, Iron Man e gli X-Men. Oltre che per il suo ruolo di creativo, Lee è ricordato dalle generazioni più giovani anche per i molteplici camei nei colossal dell'Universo cinematografico Marvel.

I VOLTI

Trento, Provincia, alla Lega 4 assessori e la presidenza del consiglio. A Fugatti i lavori pubblici

Ecco i nomi definitivi, comunicati nel pomeriggio alla stampa. Il partito del presidente Fugatti prende (quasi) tutto: in giunta Bisesti, Failoni, Segnana e Zanotelli. Con loro Tonina (Progetto Trentino) che sarà vicepresidente pro tempore in attesa che Borga (Civica Trentina) sia a disposizione, e il commercialista Spinelli (esterno). A guidare l'aula è una corsa a due fra Paccher e Dalzocchio.

LEGGI ANCHE L'ARTICOLO: Fugatti: "Ecco la mia giunta giovane, con due donne"

Giornalisti: flashmob in piazza Unità contro attacchi stampa

(ANSA) - TRIESTE, 13 NOV - Circa una cinquantina di persone hanno aderito al flash mob organizzato questa mattina dall'Ordine dei Giornalisti del Friuli Venezia Giulia, Assostampa e Articolo 21 Fvg, sotto la Prefettura di Trieste per dire basta agli attacchi ai giornalisti. "L'informazione - ha detto il presidente dell'Ordine del Fvg, Cristiano Degano - è sotto attacco al di là delle contumelie di questi giorni con minacce di chiusura dell'ordine e con i tagli all'editoria debole. C'è poi la volontà di una diversa comunicazione che non prevede i giornalisti preferendo alle Conferenze stampa le dirette sui social durante le quali si invita la cittadinanza a non leggere i giornali auspicandone la chiusura". Il rischio, avverte Degano, è che "saltando l'intermediazione non ci siano le opportune verifiche soprattutto per quanto circola in rete dove le fake news crescono". Il ruolo del giornalista, conclude, "è importante e per questo invitiamo a fare le dirette Facebook delle conferenze stampa, in modo che il cittadino possa sentire anche le domande scomode". Il presidente dell'Assostampa, Carlo Muscatello, ha invece sottolineato che "la novità di questi attacchi alla stampa è che arrivano da esponenti di Governo. Ci confortano, però, le parole del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, che ha invitato a leggere sempre le opinioni contrarie. La senatrice Liliana Segre ha poi ricordato che quando si attacca la stampa bisogna iniziare a preoccuparsi". Sul tema del taglio dei contributi pubblici alla stampa, Muscatello, ha poi ricordato che "oggi i finanziamenti pubblici all'editoria esistono per le cooperative, per i giornali espressione delle minoranze e per quelli all'estero, che, ai sensi della Costituzione, hanno bisogno di aiuto". In Fvg, conclude Muscatello, "abbiamo delle testate come il Primorski, il Novi Glas e la Voce del popolo che rischiano di chiudere".(ANSA).

CALCIO

Il Chievo ha deciso, panchina a Di Carlo

Il Chievo ha deciso di affidare la panchina a Domenico Di Carlo, che si é liberato dal contratto che lo legava al Novara. Proposto un contratto di sei mesi, più un sostanzioso bonus economico in caso di salvezza. Di Carlo guiderà a Veronello l'allenamento della squadra scaligera. E' stata una scelta obbligata dopo l'addio di Ventura con giallo sulle dimissioni. Sembravano infatti allungarsi i tempi del divorzio da Ventura. Dopo l'annuncio, clamoroso, alla squadra negli spogliatoi, dopo il pareggio col Bologna, sulla sua intenzione di dare le dimissioni l'allenatore ligure non le aveva ancora messe "nero su bianco" a Campedelli: ogni decisione finale è stata così rinviata a stamattina.

Libia: Conte, serve inclusione, no a soluzioni imposte

(ANSA) - PALERMO, 13 NOV - "Abbiamo tenuto ad assicurare la piena inclusività all'incontro di tutti quegli attori che hanno a cuore la stabilizzazione e il futuro della Libia. Abbiamo inoltre sottolineato, da subito, quanto fosse cruciale avere con noi oggi i principali attori libici" e "abbiamo voluto farci promotori di questa iniziativa nel pieno rispetto della ownership libica del processo. Le soluzioni non possono essere imposte dall'esterno". Lo ha affermato il premier Giuseppe Conte alla Conferenza di Palermo.(ANSA).

Calcio: Azzurri. Verratti,"primo posto è sfida, ci crediamo"

(ANSA) - FIRENZE, 13 NOV - "Il Portogallo è un avversario forte ma noi crediamo al primo posto, pur difficile è una bella sfida". Lo ha detto Marco Verratti parlando dal ritiro di Coverciano dove la nazionale sta preparando la gara con i campioni d'Europa decisiva per la Nations League. "Anche se sabato non dovessimo vincere ci sarebbe ancora una possibilità di qualificarci - ha continuato il centrocampista del Psg - Però ne abbiamo parlato fra noi e col Portogallo dobbiamo e vogliamo assolutamente vincere". Anche per riscattare il mancato approdo ai Mondiali giusto un anno fa: "E' stato uno dei momenti più brutti della mia vita, un anno complicato per noi giocatori per la Nazionale, per tutti. Questa Italia però adesso è guarita, bisogna guardare avanti e riportare entusiasmo. Ventura? Ha fatto le sue scelte. Ho una mia idea, ma non mi va di parlarne".(ANSA).