IL LIBRO

Ecco la “Guida ai laghi del Triveneto”: da sabato in edicola con l' "Alto Adige"

Il volume presenta gli specchi d’acqua che punteggiano le montagne e le valli di tre magnifiche regioni: il Veneto, il Trentino Alto Adige e il Friuli Venezia Giulia.

LE FOTO: immagini che incantano

TRENTO. Sarà in edicola da sabato 16 giugno assieme al nostro giornale, al prezzo speciale di 8,80 euro, la “Guida ai laghi del Triveneto”.

Limpidi specchi d'acqua di varie dimensioni, alpini e glaciali, naturali o artificiali, balneabili e non, i laghi delle montagne del Triveneto sono luoghi di grande fascino su cui si affacciano pittoreschi borghi o porticcioli, immersi in suggestivi paesaggi e spesso circondati da boschi rigogliosi e maestose cime innevate.

Da Toblino a Braies: i laghi più belli del Triveneto in una guida

"Guida ai laghi del Triveneto" ci presenta gli specchi d’acqua che punteggiano le montagne e le valli di tre magnifiche regioni: il Veneto, il Trentino Alto Adige e il Friuli Venezia Giulia. Scritto da Irene Galifi per l' "Editoriale Programma", è in edicola da sabato 16 giugno assieme al nostro giornale, al prezzo speciale di 8,80 euro. L’intero volume è corredato da spettacolari immagini panoramiche (foto tratte dalla guida)

“Guida ai laghi del Triveneto”, scritto da Irene Galifi per l' "Editoriale Programma", ci presenta così gli specchi d’acqua che punteggiano le montagne e le valli di tre magnifiche regioni: il Veneto, il Trentino Alto Adige e il Friuli Venezia Giulia. Se si trovano in una valle sono luoghi dove rilassarsi, nuotare, pescare o praticare sport acquatici come il windsurf o il canottaggio; se abbarbicati tra le cime, ad alta quota, sono piccoli e solitari, meta ideale di escursioni avvincenti alla scoperta di paesaggi incontaminati.

L’autrice, già cimentatasi nella descrizione di itinerari culturali e storici attraverso questi territori, ci presenta questa volta un racconto naturalistico e turistico per ogni lago: la genesi, le leggende legate al toponimo o alla loro formazione, il tipo di flora e fauna che lo abitano, che tipo di sport vi si possono praticare, le strutture ricettive disponibili in loco e non solo: viene infatti indicato anche ciò che di interessante si trova nei paraggi, in modo da non dover limitare la gita alla sola località lacustre.

Ultimo ma non meno importante, l’intero volume è corredato da spettacolari immagini panoramiche, talvolta apparentemente al limite del surreale per il caleidoscopio di colori che contengono. Eppure di contraffatto non c’è niente: quell’esplosione di colori è la stessa che si percepisce dal vivo. Bisogna solo leggere e partire, guida sottobraccio, per capire che nessuna fotografia di questi gioielli del territorio sarà più spettacolare di quanto possiate vedere con i vostri occhi.