Dopo allerta ripresi lavori al Morandi

Resta interdetta area rossa. Procura frena su demolizione ponte

GENOVA

(ANSA) - GENOVA, 26 AGO - Passata l'allerta meteo si sono rimessi in movimento i mezzi per poter riprendere la rimozione delle macerie del ponte Morandi finite nell'alveo del torrente Polcevera. Dopo i 10 centimetri di acqua che con le piogge di ieri si sono accumulati nel torrente, i vigili del fuoco stanno operando per creare le condizioni per far lavorare in sicurezza i mezzi delle imprese incaricate della rimozione dei detriti.

Resta interdetta tutta l'area area rossa, quella sul lato est del viadotto, provvedimento che impedisce agli sfollati di poter entrare nelle case a recuperare i propri oggetti. Intanto si fa accesa la contrapposizione sui tempi della demolizione. Per il sottosegretario alle Infrastrutture Edoardo Rixi devono cominciare ai primi di settembre ma questo si scontra con le esigenze della procura che deve capire perché il ponte è crollato facendo 43 morti. Il procuratore Francesco Cozzi ribadisce che è prioritaria la conservazione della prova se non ci sono problemi di incolumità per le persone.