In Tribunale lite D'Addario-Montereale

Lite nel 2014 in pieno processo Bari sulle feste da Berlusconi

BARI

(ANSA) - BARI, 18 APR - "Ti devo sfregiare, ti devo distruggere, ti faccio fare una brutta fine" e, dopo averla minacciata, l'avrebbe colpita con calci, pugni e graffi sul viso. Patrizia D'Addario, la escort più famosa delle feste di Silvio Berlusconi, sarà processata dinanzi al giudice di pace di Bari per minacce e lesioni personali nei confronti di Barbara Montereale, un'altra delle ragazze di quelle serate ad Arcore e Palazzo Grazioli. Finisce così in Tribunale il litigio fra le due donne, risalente al 12 maggio 2014, nel pieno del processo "escort" che in primo grado si è concluso con quattro condanne fino a 7 anni e 10 mesi di reclusione nei confronti dell'imprenditore barese Gianpaolo Tarantini e altri tre imputati accusati di reclutamento e favoreggiamento della prostituzione. Il processo è attualmente sospeso in secondo grado in attesa che la Corte Costituzionale si pronunci sulla legittimità della legge Merlin.