Muti, servono più teatri e orchestre

'Vergogna per le regioni che non ne hanno'

FIRENZE

(ANSA) - FIRENZE, 10 LUG - "Il nostro è un paese che ha bisogno di più orchestre, di aprire altri teatri: l'ho già detto, lo dico spesso, ma non succede mai niente. E allora non mi stanco, lo ripeto ancora..." Così il maestro Riccardo Muti, in Palazzo Vecchio, durante l'evento pubblico organizzato per festeggiare i 50 anni dal suo debutto al Maggio musicale fiorentino. "Abbiamo regioni senza un teatro d'opera; regioni senza un'orchestra sinfonica - ha proseguito - E non le nomino, queste regioni, perché sarebbe un'umiliazione, più che per loro stesse per tutta l'Italia; per tutti noi". L'Italia, ha insistito, "è paese della cultura. L'altro giorno ero davanti alla cattedrale di Santa Maria del Fiore e al Campanile di Giotto: mi sono bloccato come un bambino, stravolto dalla bellezza. La nostra cultura è la nostra grandezza; ma siamo troppo viziati, perché, a differenza del resto del mondo, conviviamo con i più grandi capolavori della cultura quotidianamente, ovunque, in questa nostra Italia".