Polmoniti, morti non dovute a legionella

Lo assicura il sindaco di Carpenedolo, dove è deceduto un 84enne

BRESCIA

(ANSA) - BRESCIA, 9 SET - "A quanto riferito da ATS entrambe le morti nel distretto interessato dei casi di polmonite non sono dovute a legionella". Lo ha detto all'ANSA il sindaco di Carpenedolo, Stefano Tramonti, paese nel Bresciano dove si è registrata la morte di un 84enne, deceduto dopo un ricovero per polmonite. La seconda morte sospetta è invece quella di una donna di 69 anni a Calvisano.