REGGIO CALABRIA

Rapporti con minorenni, sospeso parroco

Iniziativa Arcivescovo dopo perquisizione a carico del sacerdote

REGGIO CALABRIA. L'arcivescovo di Reggio Calabria, monsignor Giuseppe Fiorini Morosini, ha sospeso un sacerdote, don Carmelo Perrello, parroco della chiesa di San Gregorio, dopo che al religioso è stato notificato un decreto di perquisizione da parte della Procura della Repubblica per detenzione di materiale pedopornografico e rapporti sessuali con minorenni.

La notizia è riportata dal periodico "Avvenire di Calabria", edito dalla Curia arcivescovile reggina.

"L'Arcivescovo, fiducioso nel lavoro della magistratura - è detto in una nota - si pone sin da ora in atteggiamento amorevole nei confronti delle presunte vittime, chiedendo perdono per l'eventuale male arrecato".

Il procedimento a carico del parroco sarebbe scaturito da esposti presentati alla Procura della Repubblica da alcuni fedeli che avevano rilevato comportamenti anomali da parte del sacerdote.

L'inchiesta a carico del religioso è coordinata dal Procuratore della Repubblica aggiunto, Gerardo Dominijanni.