Sanità: economi, biennio con 3mld in più di spesa finanziata

(ANSA) - FIRENZE, 22 OTT - "Per il biennio 2020-2021 sono previsti tre miliardi in più di finanziamento pubblico per la spesa sanitaria. Non sono molti e vanno spesi bene": su questo tema oltre 500, tra professionisti, rappresentanti delle istituzioni, fornitori e esperti, si confronteranno a Firenze sul tema dell'approvvigionamento in sanità nell'ambito del 20mo Congresso nazionale Fare (Federazione delle associazioni regionali degli economi e provveditori alla sanità), in programma il 24 e 25 ottobre al centro congressi del Grand Hotel Mediterraneo. L'appuntamento, spiega una nota, ha come titolo 'Gli approvvigionamenti in sanità: complessità dei processi e diversificazione delle competenze. Una rete di professionisti per gestire il cambiamento'.    I partecipanti cercheranno di individuare i migliori modelli di approvvigionamento compatibili con la situazione finanziaria del Governo, nell'ottica di un'ottimizzazione delle spese e dell'efficienza in un contesto di risorse scarse. Firenze e la Toscana sono stati scelti come sede del congresso perché territori particolarmente attenti alla sanità. "I professionisti che nel versante pubblico si occupano di approvvigionamenti a diversi livelli - spiega la presidente di Fare, Sandra Zuzzi -, sono chiamati a gestire una complessità che richiederà loro competenze sempre più approfondite e una dinamicità crescente.    Il dialogo ed il lavoro in rete diventano dunque un approccio imprescindibile per vincere le sfide che la complessità del sistema pone con un ritmo crescente". Nel corso del congresso sono previste due lectio magistralis, una del presidente della Fondazione Gimbe, Nino Cartabellotta su 'Il futuro del sistema sanitario nazionale tra tutela dei diritti e crisi di sostenibilità', e l'altra di Giorgio Vittadini, presidente della Fondazione per la sussidiarietà, dal titolo 'Dalla produzione ai servizi: l'economia come incontro'.(ANSA).