Sanità: Gimbe, Ssn a pezzi, sottratti 28 mld in 10 anni

(ANSA) - ROMA, 11 GIU - Questo finanziamento pubblico, "tra i più bassi in Europa, convive paradossalmente con il paniere di Livelli essenziali di Assistenza (Lea) più ampio, garantito però solo sulla carta", aggiunge Cartabellotta. L'elenco dei Lea, ovvero le prestazioni sanitarie che andrebbero garantite ai cittadini su tutto il territorio nazionale, hanno urgente bisogno, prosegue il presidente della Fondazione Gimbe, di "un consistente sfoltimento delle prestazioni, basato su evidenze scientifiche e princìpi di costo-efficacia per mettere fine ad un paradosso inaccettabile". Ne è la prova, sostiene, la mancata pubblicazione del decreto tariffe in ostaggio del Mef per mancata copertura finanziaria e che non permette l'esigibilità dei nuovi Lea, "trasformando un grande traguardo politico in una cocente delusione collettiva".    "Davanti al lento e progressivo sgretolamento della più grande opera pubblica mai costruita in Italia - conclude Cartabellotta - negli ultimi dieci anni nessun Esecutivo ha mai avuto il coraggio di mettere la sanità pubblica al centro dell'agenda politica". Si è continuato invece a considerarla "come un mero capitolo di spesa pubblica da saccheggiare, e non una leva di sviluppo economico da sostenere". (ANSA).