corse e motori

Andriano sul tetto del mondo di automobilismo

La scuderia altoatesina "Target Competition" centra il primo posto assoluto col suo pilota Comini e vince la classifica costruttori nella TRC International Series

ANDRIANO. La scuderia “Target Competition” di Andriano conquista il titolo di costruttori e centra il primo posto con il suo pilota Stefano Comini nella TRC International Series. La prima edizione del campionato automobilistico ha toccato undici paesi su tre continenti. Connotati particolari della competizione voluta dalla FIA sono che le vetture coinvolte non possono avere più di 330 HP e che i costi sono gestibili a vantaggio della continuità.

Dopo 22 gare, disputate in parte in contemporanea con la Formula 1, la scuderia altoatesina “Target Competition” della famiglia Gummerer è quindi riuscita a intascare il titolo dei costruttori e a piazzare un proprio pilota al primo posto assoluto della classifica. Il campionato, iniziato il 28 marzo sul circuito di Sepang in Malesia si è concluso lo scorso 22 novembre a Macao, sul circuito cittadino di Guia.

Primo campione della storia della competizione è, dunque, il ticinese Stefano Comini che in classifica precede lo spagnolo Pepe Oriola. Comini, ex campione della “Megane Trophy”, è approdato alla scuderia di Andriano attraverso la Seat Leon Eurocup, dove in Walter Gummerer e i suoi figli Andreas e Markus ha trovato partner competenti ed entusiasti.

Il compenso per il duro lavoro sulle piste e dietro le quinte sono sei primi posti conquistati proprio da Comini, uno ad opera di Andrea Belicchi giunto quinto nella classifica generale e due del danese Michel Nykjaer. Le complessive nove vittorie hanno fruttato agli altoatesini 669 punti e il primo posto su 20 nella classifica per scuderie.