Coppa Italia Giovani, agli altoatesini la medaglia di legno 

Vince la Valle d’Aosta davanti a Lombardia e Piemonte Prove da applausi per Planckensteiner e Auer 

VALLE DI CASIES. La SSV Pichl/Gsies Raiffeisen ha sempre guardato e puntato ai giovani. Ovvio quindi che da parte degli organizzatori c’era molta attenzione alla Coppa Italia Giovani che premiava anche i rispettivi comitati, ed è stata la Valle d’Aosta a primeggiare davanti a Lombardia e Piemonte, col comitato bolzanino che si è dovuto accontentare della medaglia di legno... nonostante i tanti incoraggiamenti ed i post sui social del presidente del comitato Antonio Lazzarotto.

Nella prima gara di giornata (donne allieve) Noemi Plankesteiner si metteva in tasca una bella vittoria davanti alla Valle d’Aosta di Giulia Challancin e alla squadra 2 di Bolzano con Lea Bacher.

Nella categoria allieve 2° anno Sylvie Truc regalava la vittoria al Piemonte, ma ha rischiato non poco perché al secondo giro la valdostana Gaia Tormena metteva il turbo, con la Truc che con un 10’48” ha poi siglato il miglior tempo di giornata.

E sempre in campo femminile Viola Simonini portava punti preziosi al comitato lombardo con una vittoria nella Esordienti 1° anno, per nulla scontata, con 2” di vantaggio su Gaia Gasperini (Liguria) passata al comando il primo giro con 10”.

Ancora applausi scroscianti per l’altoatesina Sophie Auer che ha vinto, e stavolta con margine (55”), la categoria Esordienti 2° anno davanti alla lombarda Benedetta Brafa ed all’altra altoatesina Leni Marie Radmüller.

Poi è toccato ai maschi con i più giovani (Esordienti 1° anno) a scambiarsi la pole position tra Filippo Musso (Valle d’Aosta), al comando il primo giro, e Carlo Bonetto (Lombardia) il quale nel finale ha avuto un bell’acuto aggiudicandosi la vittoria davanti al valdostano Etienne Grimoud.

Per gli Esordienti 2° anno c’è stato l’acuto del piemontese Marco Betteo, sempre al comando tanto da guadagnare a fine gara 40” su Ivan Franzini (Lombardia) e 1’7” su Carlo Cortesi (Liguria). Sicuramente la vittoria (Allievi 1° anno) di Filippo Agostinacchio ha dato un contributo notevole al successo finale della Valle d’Aosta. Il primo giro era in compagnia di Michael Pecis, poi ha incrementato leggermente per lanciarsi in un giro velocissimo in conclusione. Così il valdostano si è trovato con 28” di vantaggio sul lombardo e 1’29” sull’altro valdostano Yannick Parisi.

L’ultima gara, Allievi 2° anno, ha lasciato tutti col fiato sospeso fino all’ultimo. Al comando si era formato un terzetto con Simone Minotti (Lombardia), Manuel Capra (Trentino) e Diego Caviglia (Liguria) il quale nelle ultime battute ha sorpreso tutti con un prodigioso allungo, tanto da chiudere con 25” su Minotti e 45” su Capra.