Dolomiti Superbike a Casagrande e alla Monaldini

L’italiana e la ciclista di San Marino si impongono nella classica

Michele Casagrande, Italia e Roberta Monaldini della Repubblica di San Marino hanno vinto la Südtirol Dolomiti Superbike sulla distanza corta di 60 km e 1785 m di dislivello. Secondo fra gli uomini l’altoatesino Fabian Rabensteiner e terzo il colombiano Jaime Chia, che ha già fatto sue due edizioni della Südtirol Dolomiti Superbike. Fra le donne Serena Calvetti ha conquistato il secondo posto davanti all’altoatesina Lisa Rabensteiner.

Il 29enne Michele Casagrande di Vittorio Veneto in Provincia di Treviso ha vinto in 2:19.06 con un vantaggio di 2 minuti e 8 secondi sul 22enne Fabian Rabensteiner e 3 minuti e 31 sul 23enne Chia Amaya Jaime.

Casagrande ha fatto il ritmo fin dall’inizio, aggiudicandosi anche lo Sprint-Marlene a Dobbiaco. Ha un po’ ridotto il ritmo per darsi il cambio con Fabian Rabensteiner fino a Carbonin. Sulla salita di Prato Piazza ha attaccato nuovamente scollinando per primo e staccando Rabensteiner di 30 secondi.

Rabensteiner fino a Dobbiaco è sempre stato dietro a Casagrande di 20-50 metri. Nelle discese ha preso molti rischi per cercare di chiudere il buco, ma non ci è quasi mai riuscito, neppure allo sprint di Dobbiaco. „Abbiamo collaborato dal bivio dei 60 km, fino a Carbonin, dice Rabensteiner. „1 km e mezzo prima di arrivare a Prato Piazza Casagrande ha attaccato e mi è andato via“.

Il colombiano Chia Amaya Jaime, specialista delle salite, ha cercato di recuperare sul suo terreno, cosa che per un po’ gli è riuscita, ma Casagrande era ancora più forte. Il colombiano ha battuto allo sprint l’atleta di Anterselva (BZ) Hannes Pallhuber, salvando così il terzo posto per mezzo secondo.

Sorpresa fra le donne

L’italiana Serena Calvetti all’arrivo, che ha tagliato per prima, è stata festeggiata come vincitrice. Poi però è arrivata Roberta Monaldini di San Marino, la quale, partita qualche minuto dopo essendo della categoria master, ha abbassato il tempo della Calvetti, che era di 2:53.11, di 8 secondi. La 33enne atleta della Repubblica di San Marino, quasi sconosciuta a livello internazionale, ha così vinto la gara. Il terzo posto è andato all’atleta di Villandro e sorella di Fabian, Lisa Rabensteiner, con un ritardo di 24 secondi sulla vincitrice.