Le ragazzine terribili del Cf Alto Adige

La formazione under 15 di Scapin ha vinto campionato e Coppa Provincia

di Marco Marangoni

BOLZANO. Non poteva esserci stagione migliore per il CF Alto Adige. Dopo un lungo cammino iniziato alla fine degli anni ’90 quasi per gioco, adesso il sodalizio bolzanino è entrato nella sua globalità a far parte del gotha delle società femminili d’Italia. Con la prima squadra a fungere da immagine e trascinatrice del movimento con la magica promozione in serie A, anche la squadra Primavera (under 19) ed under 15 hanno tratto beneficio mettendosi in luce nei rispettivi campionati con un secondo ed un primo posto.

Nei giorni del deferimento alla Disciplinare della Figc di Felice Belloli, ormai ex presidente della Lega dilettanti che maldestramente, e soprattutto dolosamente, ha leso la reputazione dell’intero movimento calcistico femminile (“basta dare i soldi a queste quattro lesbiche”, aveva detto il 5 marzo scorso durante una riunione del Consiglio direttivo della Lnd), sono i numeri a far parlare a favore del calcio in rosa italiano ed internazionale. In Alto Adige le 468 praticanti del 2005, oggi quella cifra si quadruplicata. In Italia il boom del calcio femminile ha raggiunto un incremento di praticanti anche del +70 %. Alcuni giorni fa sugli spalti Commonwealth Stadium di Edmonton per la partita d’esordio del Mondiale - vinta 1 a 0 dal Canada sulla Cina grazie al rigore al 93’ della stella Christine Sinclair - erano presenti oltre 53mila spettatori. In attesa di conoscere se la prossima serie A sarà a 12 o a 14 squadre, il bilancio della società biancorossa è sicuramente ottimo. La formazione under 15 allenata da Maurizio Scapin ha vinto sia il campionato provinciale Giovani calciatrici giovanissime che la Coppa Provinciale. In quest’ultimo torneo decisivo il successo per 1 a 0 sul Maia Alta.

Per quanto concerne il campionato, le giovani biancorosse hanno totalizzato 39 punti in 14 incontri (una sola sconfitta) realizzando 87 reti subendone solo 9. Il 20 e 21 la squadra sarà a Coverciano per partecipare ad un torneo riservato solo alle compagini “campioni regionali”. In questo fine settimana, da venerdì pomeriggio (ore 16 e 18) a domenica, le ragazze di Scapin saranno impegnate al Città di Bolzano ai campi Resia per prendere parte ad un torneo assieme ai maschietti della categoria.

Stellina dell’under 15 del CF Alto Adige è Silvia Pignato, classe 2000, selezionata dall’allenatore della nazionale azzurra under 17, Enrico Sbardella e matricola nella prima squadra in serie B. Altro talento è Alessia Osti (classe 2004) che ha disputato l’interno campionato. L’idea della società, che è l’unica a Bolzano ad aver un settore giovanile femminile dedicato, è quella di istituire una scuola calcio con possibilità di avviamento già per bambine di 6-7 anni. Per questo basta contattare l’allenatore responsabile della giovanile Maurizio Scapin (mauriziocfsdamen@libero.it oppure 347-8768119) coadiuvato dall’accompagnatrice Antonella Fontes. A seguire l’under 19, seconda alle spalle del Verona, Silvia Eccher e Giuseppe Vannucchi. La compagine under 15 è composta dai portieri, Camilla Forcinella e Gaia Fontes, dai difensori Sharon Malatesta, Selma Huber Brigadoi, Lena Simonetti, Federica Violi, Anna Malfer, Giorgia Mion, Daniela Nardelli, Marie Pichler ed Anna Cappuccio, dalle centrocampiste, Alessia Osti, Martina Franza, Martina Depalo, Alice Mantovani, Magdalena Mair, Andrea Mairhofer, Anna Mantovani, Lena Bressan e Matilde Fuganti, e dalle attaccanti Silvia Pignato, Anna Infantino, Chiara Gambaroni e Claudia Gaiardoni.

©RIPRODUZIONE RISERVATA