Si chiama tiro al bersaglio, ma subacqueo

Ai Mondiali per club di Lignano Sabbiadoro ci sarà anche l’H2O Sport and Fun di Bolzano

BOLZANO. Ci sarà anche la squadra dell’Associazione sportiva H2O Sport and Fun di Bolzano alla prima edizione dei Campionati mondiali per club di tiro al bersaglio subacqueo, neonata disciplina all’interno della Federazione Italiana Pesca Sportiva Attività Subacquee che rientra nella sezione apnea, che si svolgeranno a novembre a Lignano Sabbiadoro in coincidenza con gli Europei organizzati dalla CMAS (Comitato Mondiale Attività Subacquee). Formeranno la squadra che gareggerà alla rassegna iridata Doria Bressan, Evelina Santocono ed Alessandro Iob guidati dagli allenatori Giordana Sturaro e Romano Bicciato. L’intera squadra agonistica di tiro al bersaglio subacqueo dell’H2O Sport and Fun A.S.D è composta anche da Lorenzo de Rensis e Daniele Carioscia ed ha iniziato la propria attività nel mese di ottobre 2015 e dopo qualche mese ha ottenuto buoni risultati nelle prove di qualificazione ai Mondiali per club. Il tiro al bersaglio subacqueo prevede diverse specialità, tiro libero, biathlon, staffetta e superbiathlon. Caratteristiche fondamentali per un buon atleta sono la preparazione nell’apnea, la precisione del tiro con il fucile subacqueo, la resistenza al nuoto e la forza fisica. La gara di biathlon prevende un tragitto di 10 metri in apnea per raggiungere il bersaglio posto a due metri di profondità, mirare e sparare, rientrare in apnea, riemergere, caricare il fucile e ripartire il tutto per cinque volte consecutive entro un tempo limite stabilito.

(m.m)