In treno schiacciati come sardine 

Un’odissea quotidiana. Con l’arrivo dell’estate i pendolari della val Venosta non ce la fanno più: «Mancamenti e disabili che restano a terra» Viaggio a Rablà tra gli umori di chi ogni giorno si ritrova stretto fra turisti, biciclette e passeggini. Solo da domani le corse passeranno da 3 a 4 ogni ora