Maxi sequestro di hashish: trovati 67 kg in una Fiat Idea

Nella serata del 6 dicembre una pattuglia della Polstrada di Vipiteno, nell’area di servizio Trens Ovest in A22, procedeva al controllo di una Fiat Idea, condotta da un cittadino italiano di anni 43. L’uomo veniva accompagnato presso il Commissariato di Bressanone in quanto all’atto del controllo manifestava un ingiustificato nervosismo: la perquisizione effettuata con l’ausilio di personale della Squadra mobile di Bolzano, permetteva il rinvenimento e sequestro di circa 67 kg di hashish. Lo stupefacente era occultato parte nel bagagliaio posteriore nel vano predisposto per la ruota di scorta, mentre altri involucri erano stati abilmente occultati in un apposito vano ricavato artigianalmente sotto i sedili anteriori.

Video

locale

Bolzano: per il leghista Pancheri gli omosessuali sono "dei finocchi"

Scivolone non indifferente da parte del consigliere comunale leghista Kurt Pancheri, che nella giornata di ieri, in occasione del dibattito relativo al nuovo regolamento delle pubbliche affissioni, ha parlato nel suo intervento in aula di associazioni "dei finocchi" riferendosi ai gruppi formati da gay e lesbiche. Pancheri è stato richiamato in due occasioni dal presidente del Consiglio comunale di Bolzano Silvano Baratta per il linguaggio inappropriato utilizzato nel corso del suo intervento; il leghista: "finocchi si può dire"

locale

Slittino, il rischio di incidenti è spesso sottovalutato

Alla luce della tragica morte di Emily, la bimba di 8 anni, morta la scorsa settimana in un incidente con la slitta sul Corno del Renon, si torna a parlare di sicurezza. I pericoli, infatti, vengono spesso sottovalutati. "In proporzione gli incidenti sulle piste da slittino sono più numerosi di quelli che avvengono sulle piste da sci", mette in guardia Giorgio Gajer, presidente del soccorso alpino Cnsas del Cai altoatesino

locale

I giochi sono per tutti, l'augurio di Natale dei bambini contro il razzismo

Si chiama "Altalena" la canzone che accompagna il video di Natale, già diventato "virale", realizzato dagli alunni delle classi dell'Istituto Comprensivo Trento 6. Coordinati da un gruppo di docenti, con la supervisione della dirigente Paola Pasqualin, i bimbi, con la loro semplicità e spontaneità, ci regalano uno speciale augurio, perché ognuno di noi contribuisca alla propria e all'altrui felicità. Con un secco no al razzismo