Comunicato Stampa: CRV - Prima commissione - Via libera al Piano 2022 promozione diritti umani e cooperazione



(Arv) Venezia 22 giu. 2022  -      La Prima commissione permanente del Consiglio regionale del Veneto ha dato oggi all’unanimità il proprio via libera al Parere alla Giunta regionale n. 172 relativo al Piano annuale 2022 di attuazione degli interventi di promozione dei diritti umani e della cooperazione allo sviluppo sostenibile, disciplinati dalla L. reg. n. 21/18. In sintesi, il provvedimento, che a partire dal prossimo anno avrà cadenza triennale - mantenendo la cadenza annuale della rendicontazione - stanzia 619mila euro che saranno così ripartiti: 400mila vengono destinati alle azioni regionali per la cooperazione allo sviluppo sostenibile; in questo caso, il riferimento principale è costituito dalla programmazione nazionale che ha individuato le aree di intervento prioritarie in 20 paesi collocati in Africa e nell’area balcanica (zone considerate prioritarie anche dalla programmazione regionale), in Medio Oriente, in America Latina e Caraibi, e in Asia. Inoltre, 100mila euro sono indirizzati a iniziative di partenariato territoriale, come ad esempio il Progetto Ur Beira in Mozambico, che coinvolge la Regione del Veneto, Medici con l’Africa CUAMM, Università Ca’ Foscari di Venezia, Croce Verde di Padova, Servizio distrettuale della Salute della città di Beira, Servizio di emergenza medica del Mozambico e l’Ospedale Centrale di Beira, o l’iniziativa legata alla produzione di energie alternative per uso rurale, utilizzo di macchinari agricoli, gestione delle acque e risorse forestali in sinergia con i rispettivi settori apistici, nella Regione di Cuando Cubango, in Angola. Infine, 82,8 mila euro sono destinati alle azioni regionali per la diffusione del commercio equo e solidale, e 36,1 alle azioni regionali per la promozione e la diffusione dei diritti umani, in funzione della partecipazione del Veneto alla Fondazione ‘Venezia per la ricerca sulla pace’ e al rapporto di collaborazione con l’Università degli Studi di Padova - Centro di Ateneo per i Diritti Umani “Antonio Papisca”.

Di seguito, la Commissione ha espresso a maggioranza, senza voti contrari, il parere di propria competenza in ordine al Progetto di legge n. 97, di iniziativa consiliare, relativo alla disciplina per la realizzazione degli impianti fotovoltaici con moduli ubicati a terra; il provvedimento legislativo può tornare presso la Seconda commissione, ove si trova attualmente incardinato, in vista del via libera definitivo. Approvate a maggioranza senza voti contrari, infine, le proposte di candidatura in ordine alla designazione del Sindaco Unico di Infrastrutture Venete.     La responsabilità editoriale e i contenuti di cui al presente comunicato stampa sono a cura di CONSIGLIO REGIONALE VENETO

















Altre notizie







Attualità