L'intervento

Il sentiero fra Aldino e Bronzolo «come nuovo» dopo tre anni 

Il tracciato è rimasto chiuso a lungo per consentire i lavori di messa in sicurezza. Un tempo rappresentava il collegamento principale fra la montagna e la valle dell’Adige, oggi è meta di escursionisti



BRONZOLO. La buona notizia arriva giusto in tempo per l’avvio della stagione turistica, che nella Bassa Atesina significa anche e soprattutto escursioni e camminate non solo nelle campagne della piana ma anche sui sentieri a mezza montagna e ancora più su.

Fra i sentieri più apprezzati dai vacanzieri amanti dell’outdoor, la tipologia di turisti che sceglie l’Alto Adige quale meta delle proprie vacanze, c’è anche quello che collega Aldino a Bronzolo. Un tempo rappresentava il collegamento principale della località di montagna attraverso un tracciato che portava direttamente a Bronzolo e fungeva anche da importante collegamento con la valle dell’Adige. Oggi il sentiero che attraversa la gola del torrente Aldino è un percorso escursionistico molto frequentato, come detto, dai turisti.

Il percorso da sempre conduce a valle attraverso quattro piccoli ponti di legno. Negli ultimi tre anni il tracciato è rimasto chiuso, e inagibile, per una situazione di pericolo di caduta massi e per consentire, pertanto, lo svolgimento dei lavori di messa in sicurezza del sentiero.

«Il lavoro non è stato facile, perché il sentiero non è accessibile ai veicoli – spiega Renato Sascor dell’Ispettorato forestale Bolzano I - di conseguenza è stato necessario l’utilizzo dell’elicottero per il trasporto del materiale in loco: ora abbiamo costruito una variante che evita questi pericoli».

Dopo la demolizione dei vecchi ponti e la loro sostituzione con strutture più moderne, il sentiero è ora nuovamente accessibile al pubblico. Anche quest’anno la 48ª edizione della corsa in montagna da Bronzolo ad Aldino ha potuto svolgersi utilizzando il percorso originario.

Soddisfatto l’assessore provinciale Arnold Schuler: «Nella nostra provincia abbiamo oltre 16mila chilometri di sentieri escursionistici, molto apprezzati sia dalla popolazione locale che dagli ospiti. La loro manutenzione è una priorità assoluta per la sicurezza delle escursioni, vogliamo mantenere e potenziare la rete di sentieri escursionistici nell’interesse della collettività».

















Altre notizie







Attualità