scuola italiana

A Bolzano Maturità da record. Quarantasei 100, dieci con Lode 

Un bilancio finale che accontenta tutti. Diverse eccellenze e registrata una sola bocciatura. Una decina i ragazzi usciti con il massimo assoluto, con grande soddisfazione dei dirigenti: «Premiato l’impegno»


Maddalena Ansaloni


BOLZANO.  Spesso si sente dire che il voto della Maturità non conta nulla. Bisogna puntare su quello di laurea, ma alla fine della triennale nemmeno questo vale più di tanto, perché: l’importante è andare bene in magistrale... Nel sistema italiano dell’istruzione si tende a rimandare, il pensiero va al passo successivo, talvolta non lasciando il tempo ai ragazzi di godersi la fine di un percorso e l’impegno premiato. Quest’anno arriva però dalle istituzioni un plauso agli studenti delle quinte: hanno fatto una buonissima Maturità. 

A dirlo sono i numeri, a partire da quello dei bocciati: solo uno. La stragrande maggioranza degli studenti della scuola pubblica italiana in Alto Adige ha quindi concluso positivamente gli esami di Stato. Sì, ci sono diversi 60 (il voto minimo), ma a 18-19 anni si ha tutto il tempo per “riscattarsi” nella vita, a prescindere da un numero. «Ho visto tanti ragazzi con valutazioni mediocri a scuola, diventare dei bravissimi professionisti», spiega il vicario dell’Iiss De’ Medici Stefano Turri. 

«Quest’anno i maturandi e le maturande non solo hanno superato gli esami, ma hanno anche dimostrato che il futuro è nelle mani giuste: quelle di giovani brillanti e determinati», sottolinea il sovrintendente scolastico Vincenzo Gullotta, entusiasta per la conclusione di un’ottima Maturità. 

Le eccellenze

Nelle sei scuole superiori pubbliche di Bolzano hanno ottenuto la valutazione di 100/100esimi 46 studenti.

Un anno incredibile per il liceo scientifico Torricelli: nonostante la difficoltà della seconda prova di matematica, ben sei studenti sono riusciti non solo ad ottenere il massimo della valutazione di cento centesimi, ma anche il prestigioso traguardo della Lode. Essa può essere attribuita dalla commissione all’unanimità ai candidati distintisi particolarmente. Ma per ottenerla non ci devono essere errori: oltre ad arrivare all’esame con il credito massimo, bisogna ricevere la votazione più alta in tutte le tre prove scritte e al colloquio conclusivo. «I cento sono stati sette, un buon risultato», spiega la dirigente Chiara Nocentini, «In generale le votazioni sono state più che positive: in tanti hanno ottenuto dall’80 e 90 in su. Merito sicuramente del lavoro di orientamento, del sostegno della scuola, ma soprattutto del grande impegno dei ragazzi, che è stato premiato».

Pioggia di cento al liceo classico e linguistico Carducci: dove ad ottenere le tre cifre sono stati 17. Una sola la Lode. «Su 146 candidati ben 50 (più di un terzo) hanno ottenuto un voto superiore al 90», sottolinea la dirigente Cristina Crepaldi, «È un dato straordinario, perché testimonia un’eccellenza diffusa. Inoltre tutti i venti studenti e studentesse dell’Esabac (il doppio diploma) hanno superato l’esame e ottenuto anche l’attestato francese (baccalaureat)». Gli studenti dell’indirizzo linguistico hanno dovuto svolgere la seconda prova di spagnolo, secondo la dirigente un’impresa per nulla semplice: «Considerando che era la prima volta in assoluto che usciva spagnolo al linguistico e che la prova è tarata sul resto d’Italia, dove la lingua si studia per cinque anni (da noi solo 3)», conclude Cristina Crepaldi.

Dieci cento al liceo delle scienze umane e artistico Pascoli, dove ventidue studenti e studentesse hanno ricevuto una votazione superiore al 90.

Sette i maturandi usciti con il cento all’Iiss Galilei, con una Lode e diciannove valutazioni oltre al novanta.

Alll’Itcat Delai sono tre gli studenti che hanno raggiunto il cento, con cinque sopra il 90.

Due cento all’istituto Battisti e quattro al De’ Medici.

Le scuole paritarie

Tra le scuole paritarie di Bolzano, ottimi risultati all’istituto Marcelline dove, su dodici candidati, in due anno ottenuto il punteggio massimo di 100 e Lode. Quattro i voti oltre al 90.

Al liceo sportivo Toniolo nessuna Lode ma tutti promossi i circa ventotto studenti che hanno affrontato la Maturità. Con uno studente che ha raggiunto il traguardo del cento.













Altre notizie

Attualità