A San Domenico messa di commiato per le Paoline

Bolzano. «ci piacerebbe tanto che l’azienda oltre a impegnarsi per contenere al massimo gli incrementi dei costi del personale, si impegnasse al massimo anche per verificare i carichi di lavoro a cui...

Bolzano. «ci piacerebbe tanto che l’azienda oltre a impegnarsi per contenere al massimo gli incrementi dei costi del personale, si impegnasse al massimo anche per verificare i carichi di lavoro a cui è sottoposto il personale. in troppe situazioni siamo allo stremo e purtroppo si tende sempre più a risparmiare sulle risorse umane». così massimo ribetto - segretario sindacato infermieri nursing up - in merito a quanto scritto dall’asl a commento del bilancio preventivo 2020 che si attesta a quota 1 miliardo e 385 milioni di euro (1.385.555.543), con uno scostamento non importante rispetto all’anno precedente. circa la metà dei soldi se ne va per le spese del personale dei 7 ospedali e dei distretti e parliamo di 639 milioni di euro. rispetto al preconsuntivo 2019 l’asl registra per il 2020 maggiori costi per 11.388.000 euro (+1,81%) con un totale di 145 assunzioni in più tra personale medico, infermieristico, ruolo tecnico ed amministrativo. il totale dei dipendenti asl nel 2019 era infatti di 9.343 unità che nel corso del 2020 è destinato a salire a 9.488. il dettaglio ci dice anche che 261 persone lasceranno l’azienda (pensione ecc.) e ne saranno assunte 406. il personale che se ne va non sarà sostituito subito l’azienda dice di non aver intenzione di sprecare. «ma sul personale - ricorda ribetto - non possiamo parlare di sprechi quando siamo sovraccarichi e tardare a sostituire chi va in pensione o chi è in maternità o in malattia». «per contenere al massimo gli incrementi dei costi del personale - recita l’azienda - l’asl si impegna a non procedere immediatamente o di procedere con la maggior parsimonia possibile, alle sostituzioni di personale andato in pensione o in aspettativa (per maternità od altro motivo)». «che si impegnino con altrettanto zelo - conclude ribetto - anche sul fronte dei carichi di lavoro».