lutto

Addio a Gildo Spagnolli, il “giardiniere” di Bolzano

Padre dell'ex sindaco Luigi Spagnolli, aveva 87 anni: per trenta responsabile della Giardineria comunale.  La giunta: «La nostra città giardino è merito suo»



BOLZANO. La giunta comunale di Bolzano ha ricordato nella seduta di oggi (1 agosto) Gildo Spagnolli, responsabile della Giardineria comunale dal '57 al '98 scomparso all'età di 87 anni. "A Spagnolli si deve buona parte degli interventi che in quasi mezzo secolo di storia hanno contribuito a trasformare il capoluogo in una vera e propria città giardino. Se oggi Bolzano è universalmente riconosciuta e apprezzata per il suo verde, i suoi variegati colori floreali e presa per questo a modello di riferimento a livello internazionale, il merito è principalmente suo", ricorda il Comune.

"Seppur in pensione da oltre 20 anni, Gildo era rimasto molto legato alla sua Città e alla "sua" Giardineria, tant'è che anche lo scorso 17 marzo in occasione della ricorrenza di Santa Geltrude patrona dei giardinieri, non aveva voluto mancare al tradizionale incontro promosso dalla Giardineria cittadina nella sede di via Rio Molino in quella che probabilmente è stata una delle sue ultime uscite pubbliche. Il sindaco Caramaschi, il vice Walcher e la giunta comunale, rimarcando "il grande impegno profuso con competenza e dedizione in tanti anni di lavoro al servizio della comunità cittadina", hanno rivolto ai familiari di Gildo Spagnolli ed in particolare al figlio Luigi, già sindaco di Bolzano tra il 2005 ed il 2015, un indirizzo di commossa partecipazione e le condoglianze. 

















Altre notizie







Attualità