Sicurezza

Bolzano, al Pronto Soccorso minacce ai medici

Sono state due le aggressioni di questo periodo, risultate in un arresto e una denuncia da parte della Polizia


Antonella Mattioli


BOLZANO. “Fino a qualche tempo fa, le aggressioni verbali e fisiche erano rare eccezioni, adesso stanno diventando sempre più frequenti”, ha commentato Huber Messner, assessore provinciale alla sanità, con forte preoccupazione gli ultimi due gravi episodi avvenuti all’ospedale San Maurizio. 

Sono state due le aggressioni di questo periodo, sfociate in un arresto e una denuncia da parte della Polizia. 

"Il risultato è che al pronto soccorso – dove già in situazioni normali il personale è sotto pressione – non ci vuol più lavorare più nessuno e, come se non bastasse, i concorsi per la Medicina d’urgenza vanno deserti. Al Pronto soccorso abbiamo il posto di Polizia e un servizio di vigilanza privata, non so cosa si possa fare di più per garantire la sicurezza”, ha proseguito poi Messner.

Il resto dell’articolo è disponibile sul cartaceo de l’Alto Adige.













Altre notizie

Attualità

la tragedia

Incendio in un'autofficina a Milano: tre morti e tre feriti

E' accaduto tra via Fra Galgario 8 e via Anguissola. Le vittime si trovavano all'interno di un appartamento al terzo piano dell'edificio di 6 piani in cui è sviluppato il rogo. Sarebbero un'anziana, un cittadino italiano e un'altra persona di origini straniere. Tra i feriti anche un addetto dell'officina da cui sono partite le fiamme (foto Ansa)