Bolzano

Bolzano, in via Macello automobili troppo veloci

Il gruppo di Fratelli d'Italia porta il caso in consiglio comunale: «I cittadini vanno tutelati, così non si va avanti»

BOLZANO. «Continui disagi nella zona dei Piani di Bolzano». La denuncia e del gruppo consiliare in Comune di Fratelli d’Italia. In questo caso il riferimento è soprattutto alla gestione del traffico veicolare nel quartiere.

Nell’ultima settimana - si legge in un documento- sono avvenuti due incidenti in pochi giorni. E’ una situazione - sostiene il partito della destra - che sta mettendo in pericolo la sicurezza dei residenti. Di conseguenza il gruppo consiliare di Fratelli d’Italia chiede che il Comune prenda provvedimenti concreti.

«Negli ultimi giorni - si legge nella nota del gruppo consiliare a firma del consigliere circoscrizionale Michele Vasarin - sono avvenuti molteplici incidenti lungo via Macello, causati dall’elevata velocità dei conducenti che, in seguito alla perdita del controllo della vettura, sono andati a sbattere contro le protezioni stradali laterali. Fortunatamente in questi frangenti non sono stati coinvolti passanti».

Nessuno è rimasto ferito tra i pedoni di passaggio. Solo i conducenti hanno dovuto far ricorso alle cure sanitarie. «Alcuni mesi fa - prosegue la nota - Fratelli d’Italia aveva presentato in consiglio circoscrizionale una mozione per far installare dei dissuasori di velocità luminosi lungo via Piani ma la proposta non era stata approvata da parte del consiglio. Il problema però ora si sta aggravando di giorno in giorno, in quanto, troppi automobilisti, tendono ad accelerare pericolosamente lungo il rettilineo di via Piani, mettendo cosi in pericolo loro stessi e gli altri automobilisti e pedoni della zona».

«Circa a metà del rettilineo che caratterizza la strada - scrive ancora Michele Vasarin - c’è anche un passaggio pedonale, che viene usufruito da una quantità innumerevole di nostri concittadini». Per questo motivo il consigliere circoscrizionale Michele Vasarin ha depositato un’altra mozione per esporre nuovamente il problema in consiglio, richiedendo che vengano installati al più presto dei dissuasori di velocità in modo tale da indurre i conducenti a rallentare e rispettare i limiti di velocità.

«La situazione attuale - si legge nella nota - non può continuare a persistere in quanto la sicurezza dei residenti e dei passanti è messa sempre più a repentaglio».