Bolzano

Fermati in un garage Ipes in via Sassari, aggrediscono gli agenti: arrestato un ventenne

Sorpreso a rompere i finestrini di un’auto in sosta in via Manci: portato al Cpr e espulso



BOLZANO. Due pluripregiudicati clandestini sono stati arrestati dalla Squadra “Voltanti” della Polizia a Bolzano.

Verso le 4 del mattino, un cittadino, affacciandosi dal balcone della propria abitazione in via Manci, notava un uomo infrangere il vetro di un’autovettura in sosta ed introdursi all’interno. Dopo la chiamata al 112, i poliziotti sono intervenuti e hanno notato un uomo in bicicletta perfettamente corrispondente alle descrizioni che, alla vista degli agenti, si liberava di due oggetti che aveva in mano lanciandoli sotto una macchina in sosta: si tratta di due martelletti frangi-vetro. Identificato in questura, il 42enne marocchino pluripregiudicato ed irregolare sul territorio nazionale, ha alle spalle precedenti per ricettazione e furto aggravato: perquisito, gli sono state sequestrate alcune monete frutto del furto commesso pochi minuti prima, nonché un cavalletto di bicicletta, utilizzato anch’esso come strumento di effrazione. E’ stato arrestato in flagranza per furto aggravato.

Il questore Paolo Sartori ha emesso un decreto di espulsione: portato al Cpr di Gradisca d’Isonzo, in attesa di essere imbarcato su un volo diretto in Marocco.

Un ventenne tunisino pluripregiudicato è stato fermato invece dalle Volanti questa mattina in via Sassari, dove alloggiava abusivamente in un garage di proprietà dell’Ipes assieme a un connazionale 30enne pregiudicato. Portati in questura, il ventenne ha estratto un coltellino procurandosi lesioni a un braccio e urlando di non voler essere espulso. Due agenti, intervenuti per disarmarlo, sono rimasti feriti e sono stati medicati al Pronto Soccorso.

Mentre veniva portato in ospedale, il giovane ha aggredito con pugni e calci gli agenti che lo stavano scortando. Per questi motivi è stato arrestato per i reati di violenza e resistenza a Pubblico Ufficiale, e porto abusivo di armi.













Altre notizie

Attualità