la cerimonia

L’archeologo Nothdurfter cittadino onorario di Chiusa

CHIUSA. Anche il tempo ha voluto essere clemente a permettere che la cerimonia si svolgesse in quello che non poteva non essere lo scenario perfetto. Proprio lì, nella chiesa di Nostra Signora a...



CHIUSA. Anche il tempo ha voluto essere clemente a permettere che la cerimonia si svolgesse in quello che non poteva non essere lo scenario perfetto. Proprio lì, nella chiesa di Nostra Signora a Sabiona, lo studioso Hans Nothdurfter ha ottenuto dalle mani del sindaco Gasser il papiro che gli conferisce la cittadinanza onoraria di Chiusa. L’archeologo è di Bressanone, ma nel piccolo e antico borgo è sempre stato di casa. È qui che ha svolto moltissimi studi, soprattutto su Sabiona, ottenendo in cambio il grande rispetto e ammirazione della popolazione locale che, a sua volta, è sempre stata particolarmente attaccata a questi luoghi. Lo studio è autore di numerosi volumi e non si è occupato soltanto della Valel Isarco. I suoi interessi sono diventati ricchezze per tutta la provincia che ha potuto arricchire la conoscenza di tutto l’Alto Adige con le ricerche approfondite dell’archeologo che ha letteralmente scavato nel passato per trovare le risposte al’evoluzione umana e sociale della provincia di Bolzano.

Chiusa ha voluto così ringraziare in questo modo Hans Nothdurfter, grata per aver fatto conoscere a un vasto pubblico le ricchezze storiche di Sabiona che permeano da secoli la cultura della zona. L’impegno divulgativo dell’archeologo hanno potuto così far apprezzare a un pubblico più ampio Chiusa e i suoi dintorni.

















Altre notizie







Attualità